Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sulle note dell’inno della Sardegna ‘Procurad’e Moderare’ alle 18.30 allo stadio ‘Frogheri’ di Nuoro debutterà la Natzionale sarda di calcio, guidata da Bernardo Mereu. Sono 25 i calciatori professionisti ‘selezionati’, su una rosa di una cinquantina di nomi che si erano resi disponibili a disputare l’amichevole con la rappresentativa degli ‘Istrangios de Sardigna’, stranieri che giocano nei club sardi, sotto la guida di George Dossou, ex calciatore di origine senegalese. 

Per Mereu la scelta è stata condizionata da infortuni e da impegni di alcuni giocatori in recuperi di campionato. “Registriamo che alcune società non hanno liberato i propri tesserati, dato il momento delicato della stagione”, ha spiegato stamane il giornalista Vittorio Sanna, direttore generale della Natzionale Sarda, durante la conferenza stampa di presentazione della partita, nel palazzo civico di Nuoro, alla presenza del sindaco Andrea Soddu. Il Comune patrocina l’evento, al quale collabora anche la Nuorese Calcio. 

“Siamo certi che stia passando il messaggio culturale, oltre che sportivo, che questa Nazionale rappresenta e siamo fiduciosi che per i prossimi impegni potremmo contare sulla rosa completa”. Fra i nomi più attesi, mancheranno, invece, Salvatore Sirigu, Marco Sau e Nicolò Barella. Dalla massima serie svizzera per debuttare con la ‘Natzionale’ tornerà in Sardegna Robert Acquafresca, sardo di adozione e sposato nell’isola dove risiede da anni. L’attaccante, ex del Cagliari e che oggi milita nel FC Sion, sarà una delle punte. A centrocampo sarà schierato Claudio Pani, giocatore del Sliema Wanderers F.C. nella massima serie Maltese, e già giocatore di Cagliari, Modena e Triestina.

In vista della partita sono arrivati gli auguri social dell’attrice Caterina Murino, che sarà madrina della partita della Natzionale contro la Corisca, prevista il 2 giugno prossimo a Olbia. I giocatori e la terna arbitrale saranno accompagnati dai bambini vestiti negli abiti tradizionali provenienti da tutta la Sardegna. Poi nello stadio risuonerà l’inno nazionale sardo ‘Su patriotu sardu a sos feudata’rios’ (Procurade ‘e moderare) che sarà eseguito dal vivo in un arrangiamento per coro e launeddas.

Al fischio di inizio ci sarà un momento di raccoglimento, quando verrà rispettato un minuto di silenzio per ricordare Daniele Atzori, il tifoso sardo prematuramente scomparso durante la partita Cagliari-Fiorentina dello scorso venerdì. La Natzionale scenderà il campo in casacca bianco-verde. Nell’intervallo è vista l’esibizione del gruppo di bambini dei ‘Boes e Merdules’ di Ottana. La partita sarà trasmessa in diretta dall’emittente tv Videolina.