Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Oltre ai sogni di gloria, per Roma e Juventus ci sono anche più di 11 milioni di motivi per superare gli ottavi di Champions League che scattano il 12 febbraio. Se le due squadre dovessero passare ai quarti, infatti, metterebbero nelle proprie casse una cifra che oscilla tra gli 11 e i 12 milioni di euro, tutti derivanti dai premi previsti dall’UEFA. Curiosamente, questa cifra assomiglia molto a quella in ballo per la Roma in occasione dello scontro contro il Liverpool nella stagione scorsa. Con una differenza: in quel caso si parlava di accesso alla finale, qui “soltanto” dei quarti. Questo sottolinea il netto incremento dei premi economici nel triennio 2018-2021 voluto dall’UEFA. Il solo giocare i quarti mette in palio 10,5 milioni (lo scorso anno erano 6,5), in più ci sono le quote del market pool variabile.

Quanto incassato finora

In attesa di affrontare Atletico Madrid e Porto, bianconeri e giallorossi sono sicuri di incassare due assegni di circa 75,45 e 50,05 milioni di euro.

Rispetto alla cifra che avevamo calcolato a settembre, le due squadre hanno incrementato i loro assegni di poco meno di 20 milioni, di cui 9,5 milioni sono il premio previsto per il superamento dei gironi. In più ci sono i risultati sul campo, legati a vittorie e pareggi. Con 4 vittorie e 2 sconfitte, la Juve ha incassato 10,8 milioni; la Roma, con una vittoria in meno e una sconfitta in più, ha diritto a 8,1 milioni.

Per decretare la cifra totale, però, serve includere anche una serie di calcoli legati al market pool (cioè il mercato dei diritti televisivi). Il market pool è l’unica voce che ha subito un drastico ridimensionamento rispetto alle stagioni precedenti: dai 110 milioni delle stagioni 2015-2018 si è scesi ai 50 attuali. Questi 50 si dividono in 25 milioni legati alla Serie A 2017-18 – e nel grafico sopra sono catalogati sotto la voce “market pool fisso” – mentre gli altri 25 sono connessi alla Champions in corso.

Questi ultimi vengono suddivisi secondo delle quote percentuali che cambiano nel corso della competizione a seconda delle partite giocate da tutte le squadre appartenenti a una medesima federazione nazionale. Vediamo quindi una serie di scenari legati ai possibili esiti di Juventus-Atletico e Roma-Porto.

Cosa succede se…

Juventus e Roma guadagnerebbero qualche centinaio di migliaia di euro in più se solo una delle due si qualificasse e contemporaneamente l’altra uscisse.

Il grafico mostra il perché: se solo una avanzasse ai quarti, il bottino di partite totali salirebbe a 30, e quella squadra fra le 8 migliori d’Europa giocherebbe più di un terzo dei match “italiani” totali, assottigliando la fetta di tutte le altre tre. Ma cosa succede se le due squadre saranno entrambe eliminate?

In questo caso Inter e Napoli incasserebbero 360 mila euro in più, con le altre due appaiate a quota 7 milioni abbondanti. Infine, vediamo come cambierebbe il market pool nello scenario sportivamente più auspicabile per il calcio italiano, ovvero quello che vede entrambe le squadre promosse.

Juve e Roma approderebbero ai quarti con una dote di 7,81 milioni ciascuna, mentre Inter e Napoli scenderebbero sotto i 5 milioni.

Ecco quindi che, se sommiamo market pool variabile e quota di iscrizione ai quarti, superare spagnoli e portoghesi può valere per le due squadre italiane, un minimo di 11,2 e un massimo di 11,7 milioni di euro, a seconda della combinazione ottenuta con il risultato della connazionale.