Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lo scrittore statunitense Philip Roth, morto a 85 anni dopo avere lasciato alcuni grandi capolavori alla letteratura mondiale, tornerà per i lettori italiani con il secondo volume che gli dedica Mondadori nella prestigiosa collana dei Meridiani. L'uscita del libro, già programmata, è fissata al 23 ottobre di quest'anno con la curatela di Paolo Simonetti.

Il secondo Meridiano raccoglierà i romanzi dal 1991 al 1997. Sono quattro titoli. Nel dettaglio: "Patrimonio" (1991), "Operazione Shylock" (1993), "Il teatro di Sabbath" (1995) e "Pastorale americana" (1997), romanzo con cui Roth vinse il Premio Pulitzer per la narrativa nel 1998.

Il primo Meridiano Mondadori dedicato allo scrittore, nato a Newark nel New Jersey nel 1933 e morto martedì scorso 22 maggio a New York, è stato pubblicato a ottobre 2017 e propone i più importanti titoli giovanili e della prima maturità: "Lo scrittore fantasma" (1979), "Goodbye, Columbus" (1959), "Lamento di Portnoy" (1969), "La mia vita di uomo" (1974); "Zuckerman scatenato" (1981), "La lezione di anatomia" (1983), "L'orgia di Praga" (1985) e "La controvita" (1986), con un saggio introduttivo di Eléna Mortara e gli apparati critici cofirmati da Paolo Simonetti.

Seguirà, presumibilmente a fine 2019, il terzo volume contenente le opere dell'ultimo Roth, con un saggio di Alessandro Piperno.