Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

È in corso il viaggio in Italia del presidente cinese Xi Jinping per la firma di alcuni accordi mirati a rafforzare la cooperazione tra i due Paesi: al centro del confronto è il Memorandum per l’adesione dell’Italia alla nuova “Via della Seta”. L’intesa commerciale Roma-Pechino è vista favorevolmente dalla maggioranza assoluta degli italiani. 3 su 10 non la condividono, mentre il 19 per cento non esprime un’opinione in materia. È il dato che emerge da un sondaggio condotto nelle ultime 24 ore dall’Istituto Demopolis

“L’opinione pubblica – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – si divide sui rapporti con la Cina. Tra le ragioni a favore della scelta del Governo Conte, centrali appaiono due motivazioni: il 43% ricorda che il Paese ha bisogno di investimenti esteri e di una maggiore centralità nel Mediterraneo, il 35% segnala che potrebbe essere un’occasione per rafforzare l’espansione del Made in Italy in nuovi mercati. Sul fronte opposto, 4 intervistati su 10 evidenziano i rischi della concorrenza delle merci cinesi a basso costo; uno su tre teme il controllo su alcuni porti italiani, mentre il 27 per cento preferirebbe evitare tensioni con gli Usa e i partner dell’Unione Europea”. 

Interessante, nell’analisi dell’Istituto Demopolis, è la differenziazione delle posizioni degli elettori dei principali partiti. Più favorevole appare chi vota il Movimento 5 Stelle: i due terzi condividono l’adesione alla Via della Seta; un giudizio positivo arriva anche da poco più del 50% degli elettori della Lega. Più critico chi si colloca nell’area dell’opposizione: propenso all’accordo con la Cina si dichiara il 41% di chi vota il PD ed appena un elettore su tre di Forza Italia. 

Dopo i recenti anni di crisi, l’opinione pubblica manifesta un’apertura a nuovi rapporti commerciali del nostro Paese, ma sempre all’insegna di una prudenza nei delicati equilibri geo-politici. Il 54% degli italiani, intervistati da Demopolis per il programma Otto e Mezzo, ritiene auspicabile il rafforzamento delle relazioni economiche dell’Italia con la Cina e la Russia, ma nel rispetto delle relazioni euro-atlantiche e dell’alleanza con gli Stati Uniti. 

 

Nota informativa – Il sondaggio è stato effettuato dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, per il programma Otto e Mezzo (LA7) dal 21 al 22 marzo 2019 su un campione stratificato di 1.080 intervistati, rappresentativo dell’universo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.Approfondimenti su: www.demopolis.it