Newsletter

Ultime News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Il playmaker dei Los Angeles Clippers è commovente in gara7, e da stirato firma il canestro decisivo a un secondo dalla fine. I campioni NBA di Gregg Popovich, Tim Duncan e Marco Belinelli, eliminati

(AGI) – New York, 3 mag. – Un agente di polizia di New York in borghese e’ ricoverato in ospedale in condizioni gravissime dopo essere stato ferito da colpi d’arma da fuoco nel ‘quartiere’ di Queens alle 18,30 locali (mezzanotte e mezza in Italia=. A sparare – riferisce la rete Abc – sarebbe stato un uomo che e’ riuscito a dileguarsi. E’ in corso una grande acccia all’uomo in tutta la zona. Il sindaco Bill De Blasio e’ andato al Jamaica Hospital dove l’agente e’ ricoverato. L’agente, un sergente, e’ stato ferito alla testa, riferisce il New York Post. Faceva parte della squadra anti-crimine del 115esimo distretto del Queens. Inizialmente la polizia aveva pensato di aver individuato il sospetto in un edificio ma si trattava di una falsa pista. A quel punto la caccia si e’ allargata a tutta l’area. Si tratta del quinto poliziotto ferito a New York dall’inizio dell’anno. (AGI) .

(AGI) – New York, 3 mag. – E’ stato fermato dopo una caccia all’uomo durata 3 ore l’uomo sospettato di aver aperto il fuoco e ferito alla testa e al torace un agente di polizia di New York in borghese, un sergente, ricoverato in ospedale in condizioni grave ma stabili. Lo riferisce la rete Cbs. Teatro dell’aggressione, i cui elementi sono ancora da chiarire’ e’ stato il Queens alle 18,15 locali (mezzanotte e quindi in Italia). Il sindaco Bill De Blasio ed il capo della polizia, Bill Bratton, sono al Jamaica Hospital dove l’agente e’ ricoverato. Il sospetto e’ un uomo di 35 anni identificato dal New York Daily News come Demetrius Blackwell, afroamericano, ex detenuto che ha scontato una condanna a sette anni per tentati omicidio, rilasciato nel giugno del 2008, ed era ricercato per aver commesso un altro crimine dal novembre del 2014. Quello di oggi e’ il quinto poliziotto rimasto ferito a New York da gennaio, dopo che lo scorso anno si registrano gravi episodio di violenza contro agenti. Tra questi l’uccisione a sangue freddo il 20 dicembre di due agenti fermi nella loro auto di pattuglia a Brooklyn da parte di un nero, che si suicido’.(AGI) .

(AGI) – Washington, 3 mag. – Nuovi problemi potenzialmente catastrofici per l’avveniristico Boeing 787 Dreamliner. La Federal Aviation Administration (Faa) americana, riferisce la Cnn, ha emesso un ordine per modificare le procedure di manutenzione del jet dopo aver accertato che l’aereo, per un bug al software, puo’ subire il totale, improvviso ed irrimediabile blackout di tutti i sistemi elettrici se i generatori vengono tenuti in funzione costantemente per 248 giorni di seguito. Se si supera questo limite il software stacca la corrente (come un salvavita degli impianti casalinghi) interpretando la continua attivita’ dei generatori come un’anomalia pericolosa, senza prenderne in considerazione le conseguenze letali. Un evento che se dovesse verificarsi in volo farebbe perdere ai piloti il controllo del velivolo. Boeing ha fatto sapere di essere a conoscenza del problema e di aver ordinato da tempo di spegnere e riaccendere i generatori dopo ogni volo. Non solo. Sta anche lavorando per trovare una soluzione al problema al software. Questa e’ comunque l’ultima grana in ordine di tempo per il 787 la cui vita e’ stata segnata da ritardi e problemi. Ribattezzato l’aereo di “plastica” per la sua struttura composita e super-leggera, entro’ in servizio nel 2011 ma gia’ nel 2013 emerse una grave malfunzionamento al sistema delle batterie, che si surriscaldavano, e che portarono le autorita’ Usa a metterlo a terra per alcuni mesi . (AGI) .

Zaza e Dybala sbagliano due occasioni clamorose e il punteggio non si sblocca. Nella prima frazione meglio i rosanero che avrebbero meritato il vantaggio. Più equilibrio nella ripresa nonostante Iachini, gettando nella mischia Belotti e Quaison, abbia provato a conquistare i tre punti. Neroverdi quasi salvi.

(AGI) – Gerusalemme, 2 mag. – Israele ha reso noto che c’e’ una “minaccia concreta” di attentati contro gli ebrei o gli interessi israeliani in Tunisia: lo ha resto noto l’ufficio preposto alla lotta al terrorismo sotto il premier, Benjamin Netanyahu. “Informazioni aggiornate ci dicono che ci sono piani di attacchi terroristici contro obiettivi israeliani ed ebraici in Tunisia”, si legge nel comunicato, secondo il quale si tratta di “minacce specifiche”. .

A Reggio Emilia i neroverdi di Di Francesco non vanno oltre il pari senza reti con la squadra di Iachini. Per la aritmetica salvezza dovranno aspettare un’altra giornata, o sperare che perdano sia Cesena (a Firenze) che Cagliari (in casa col Parma)

(AGI) – Ragusa, 2 mag. – Il Centro di prima accoglienza di Pozzallo – svuotato anche per per la manifestazione del primo maggio organizzata da Cgil, Cisl e Uil, e che in questi giorni dovrebbe essere interessato da una programmata e periodica pulizia approfondita – potrebbe tornare ad ospitare migranti a breve. La Polizia di Stato di Ragusa avrebbe gia’�avviato i primi accertamenti analizzando i dati che giungono dalla nave militare che domani portera’�380 migranti a Pozzallo. Ancora non sono noti altri dettagli. .

(AGI) – Milano, 2 mag. – Milano al lavoro per riparare i danni provocati dagli antagonisti delle ‘tute nere’. Primi a scendere in strada, con le ramazze, sono stati semplici cittadini per spazzare dal marciapiede antistante le loro abitazioni cocci di bottiglie e vetri delle vetrine dei numerosi negozi danneggiati. Lungo le strade teatro degli incidenti, mentre ancora gli investigatori della Polizia raccoglievano dal selciato caschi, bastoni e maschere anti gas abbandonate dai manifestanti in fuga, si sono presentati per ripulire le vie gli addetti della nettezza urbana. Gia’ nella serata di ieri squadre di operai sono all’opera per rimontare vetrine e porte delle diverse banche danneggiate e dipendenti comunali per risistemare o mettere almeno in sicurezza le pensiline alle fermate dei mezzi pubblici.

Guarda i video 12 3

“Voglio dirlo con molta serenita’: 4 teppistelli figli di papa’ non riusciranno a rovinare l’Expo”.Il giorno dopo gli atti di vandalismo che hanno colpito il centro di Milano, con migliaia di black bloc cha hanno messo a ferro e fuoco la citta’, il premier minimizza i rischi. “Gli italiani sanno da che parte stare – ha aggiunto il premier – Hanno cercato di sciupare la festa, ma Milano e’ molto piu’ forte di quello che questi signori pensano”. “Si deve dire grazie alle forze dell’ordine, che hanno fatto un lavoro molto serio e hanno evitato le provocazioni, e bisogna dire grazie anche ai cittadini di Milano, che subito dopo sono scesi in strada per pulire le vetrine e le strade: e’ il segno evidente che gli italiani sanno benissimo da che parte stare” ha aggiunto il ai microfoni del Tg2


Guarda la galleria fotografica

La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per “devastazione”, sicuramente nei confronti dei 5 fermati in flagranza di reato, e nei confronti di ignoti. La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per “devastazione”, sicuramente nei confronti dei 5 fermati in flagranza di reato, e nei confronti di ignoti. Le indagini sono coordinate dal procuratore Maurizio Romanelli, a guida del pool antiterrorismo. L’ipotesi di reato per cui si procede e’ prevista dall’articolo 419 del codice penale e prevede una pena massima di 15 anni di carcere. Intanto le indagini proseguono e al vaglio degli inquirenti ci sono le immagini delle telecamere di sorveglianza e quelle delle emittenti televisive per identificare i black bloc che hanno devastato la citta’. Durante la manifestazione di ieri nessun cittadino o manifestante e’ rimasto ferito e anche gli 11 agenti lievemente feriti non hanno avuto necessita’ di un ricovero. Intanto, questa mattina si e’ tenuto in prefettura a Milano il consiglio provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica a cui hanno partecipato i vertici provinciali delle forze dell’ordine, oltre che al sindaco della citta’ Giuliano Pisapia, il governatore della Lombardia, Roberto Maroni. La riunione e’ stata presieduta del prefetto Francesco Paolo Tronca, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni rimandando a un comunicato stampa nelle prossime ore. Lasciando la prefettura, Maroni ha voluto esprimere il ringraziamento alle forze dell’ordine “per l’impegno messo” in campo, ma non ha voluto entrare nel merito della riunione, anche se ha spiegato che “come ex ministro posso dire che la gestione dell’ordine pubblico e’ tra le piu’ complicate. Oggi ho avuto rassicurazioni che ci sono tutte le informazioni per evitare che succeda in futuro”. .