Newsletter

Ultime News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 8 mag. – Matteo Garrone presenta alla stampa romana il suo ‘Il Racconto dei Racconti’ che sara’ presentato in concorso al Festival di Cannes il prossimo 14 maggio. In contemporanea la pellicola, un fantasy italiano di grandissimo livello, con Salma Hayek, Vincent Cassel e Toby Jones, uscira’ in oltre 400 copie nei nostri cinema distribuito da 01 Distribution. Un film costato 12 milioni in cui il regista sperimenta un genere nuovo, il fantasy, portando sullo schermo tre delle 50 favole gotiche scritte da Giambattista Basile tra il XVI e il XVII secolo e inserire nel suo ‘Lo Cunto de li Cunti’ o ‘Pentamerone’.

Vai alla galleria fotografica

Garrone e’ riuscito a realizzare un film che ha voluto con forza, per il quale ha lavorato per anni e che ha prodotto insieme a italiani e stranieri, con la partecipazione di Rai Cinema. Per ottenere il denaro per partire col progetto, pero’, e’ dovuto emigrare. “Mi dispiace dire che in Italia non ho trovato una sola banca disposta a darmi il ‘cash flow’. A chiunque mi sia rivolto – aggiunge – mi ha sempre rifiutato il prestito perche’ la mia societa’ e’ giovane. Per fortuna ho trovato in Francia una finanziaria e cosi’ e’ stato possibile iniziare le riprese. Peccato, avrei preferito pagare gli interessi a una banca italiana piuttosto che a una finanziaria francese…”.

‘Racconto dei Racconti’ uscirta’ il 14 maggio in oltre 400 sale italiane. Dopo aver vinto due Grand Prix con ‘Gomorra’ e ‘Reality’, il regista romano confessa che il suo desiderio maggiore non e’ vincere la Palma d’Oro. “Il vero premio per me e’ quello di piacere al pubblico. Io faccio i film per la gente e, al di la’ dei riconoscimenti festivalieri, spero che ‘Il Racconto dei Racconti’ piaccia nelle sale”. A Cannes l’Italia schiera Garrone insieme a Paolo Sorrentino (‘La giovinezza’) e Nanni Moretti (‘Mia madre’), un tris di autori di qualita’ che ci riporta indietro di molti anni. “Essere in tre e’ motivo di grande orgoglio per me e per il cinema italiano – spiega Garrone -. Siamo stati invitati perche’ facciamo tre generi di film diversi. Se saranno accolti bene, sara’ un segnale molto importante per il cinema italiano”. (AGI)

(AGI) – Roma, 8 mag. – Il fenomeno dei boss 2.0 e’ sempre piu’ in auge in rete. “Noi Carcerati” era una pagina Facebook con centinaia di migliaia di “like”, sulla quale tantissimi pregiudicati e non, ospiti delle patrie galere e agli arresti domiciliari, si dilettavano a insultare, minacciare, ostentare la propria avversione contro poliziotti, carabinieri, magistrati, pentiti ed anche giornalisti definiti “sbirri ed infami”.

Guarda la galleria fotografica

La pagina ospitava dal piccolo pregiudicato al camorrista, da chi si vantava di essere ‘ndranghetista al mafioso. Eppure, dopo oltre un anno di vita in rete, e’ stata una inchiesta della testata giornalistica online www.laspia.it a riuscire a far chiudere la pagina, con una galleria fotografica molto esplicativa. C’era davvero di tutto: chi ai domiciliari usava tranquillamente Facebook, chi mostrava il proprio “braccialetto elettronico”; chi insultava ed inneggiava alla morte dei poliziotti che lo avevano arrestato, fino alle immancabili armi detenute in casa, dalle pistole ai proiettili. Tutto rigorosamente con nomi e cognomi. Come si legge dall’inchiesta de “La Spia.it” la stragrande maggioranza di chi commentava pubblicamente, usava il proprio nome e cognome, pur essendo ristretto agli arresti domiciliari. (AGI) .

(AGI/AFP) – Madrid, 8 mag. – Viaggiava chiuso in trolley un bambino di otto anni, scoperto ai controlli alla frontiera di Ceuta, enclave spagnola in Marocco. A trasportare il bagaglio era una ragazza di 19 anni, fermata dalla polizia. “Quando hanno messo la valigia sullo scanner, l’operatore ha notato qualcosa di strano che sembrava una persona all’interno”, ha raccontato un portavoce della polizia, “quando e’ stata aperta la valigia e’ stato trovato il minore, era in uno stato terribile. Il bambino ha detto di avere otto anni e di arrivare dalla Costa d’Avorio”. Poche ore dopo, gli agenti hanno arrestato anche il padre del bambino, un cittadino ivoriano che vive alle Canarie. Migliaia di migranti ogni anno rischiano la vita per tentare di entrare a Ceuta e a Melilla, altra enclave spagnola al confine con il Marocco, e arrivare cosi’ in Europa. Molti africani tentano di superare le recinzioni alte sette metri, altri si nascondono nelle auto e nei camion, o tentano di arrivare a nuoto. (AGI) .

(AGI) – Sanremo, 8 mag. – Anche quest’anno la scorta dei motociclisti della Polizia Stradale sara’ la compagna di viaggio dei ciclisti del Giro d’Italia per garantire la sicurezza della gara. E ci sara’ anche il Pullman Azzurro della Polizia di Stato per le attivita’ di educazione stradale rivolte ai piu’ piccoli. E’ dal 1946 che la Polstrada segue la corsa rosa. Si comin cia domani con la prima tappa italiana, la crono a squadre di 17 km da San Lorenzo al Mare a Sanremo. Quest’anno saranno 40 gli operatori impegnati, al cui comando ci sara’ il vice questore aggiunto della Polizia di Stato Gianfranco Martorano. Si tratta di 26 motociclisti, 12 operatori in auto e 2 operatori a bordo di un�officina meccanica mobile. Per garantire la sicurezza del Giro verranno percorsi da ogni componente della scorta oltre 3.500 km, ed oltre 4000 saranno le ore di lavoro richieste agli operatori della Polizia Stradale per assicurare il regolare svolgimento della competizione. Il comandante della scorta sara’ dotato di un sistema che consentira’, attraverso un tablet, di monitorare in tempo reale l’andamento della corsa, grazie ad un sistema di localizzazione denominato “flotta rosa” installato sulle moto della Polizia Stradale. Come detto, al seguito del Giro anche il Pullman Azzurro della Polizia di Stato. E’ un’aula scolastica multimediale itinerante per la sicurezza stradale, con uno staff di 9 operatori diretti dal vice questore aggiunto Eugenia Sepe. Le attivita’ del Pullman Azzurro in occasione del Giro d’Italia si inseriscono nell�ambito del progetto Biciscuola promosso da Rcs – La Gazzetta dello Sport e rivolto ai bambini delle scuole primarie di tutta Italia. Infine in sei tappe – precisamente a Chiavari (Genova) del 12 maggio, Montecatini (Pistoia) del 14 maggio, Fiuggi (Frosinone) del 16 maggio, Civitanova Marche (Macerata) del 19 maggio, Imola (Bologna) del 21 maggio e Treviso del 23 maggio – nell’ambito della 4° edizione del Premio “Eroi della Sicurezza”, dedicato agli appartenenti alla Polizia Stradale che ogni giorno lavorano per garantire la massima sicurezza sulle strade, Autostrade per l’Italia premiera’ i poliziotti della Stradale che si sono distinti in attivita’ di soccorso legate ai compiti d’istituto. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 mag. – Sale piu’ delle attese la produzione industriale a marzo: l’indice destagionalizzato ha registrato un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente. Lo rileva l’Istat, evidenziando che l’indice, corretto per gli effetti di calendario, e’ aumentato in termini tendenziali dell’1,5%. Nella media del trimestre gennaio-marzo 2015 la produzione e’ cresciuta dello 0,3% rispetto al trimestre precedente, segnando l’incremento piu’ alto dal quarto trimestre del 2013. Nella media dei primi tre mesi dell’anno la produzione e’ diminuita dello 0,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’indice destagionalizzato, aggiunge l’Istat, presenta variazioni congiunturali positive nei raggruppamenti dei beni di consumo (+1,4%) e dei beni intermedi (+0,3%); diminuiscono invece i beni strumentali (-0,2%) e l’energia (-0,1%). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a marzo 2015, aumenti nei comparti dell’energia (+4,8%), dei beni di consumo (+3,5%) e, in misura piu’ lieve, dei beni strumentali (+1,4%); segnano invece una diminuzione i beni intermedi (-2,0%). Per quanto riguarda i settori di attivita’ economica, i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+22,2%), della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+15,9%) e della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,2%). Le diminuzioni maggiori si registrano nei settori dell’attivita’ estrattiva (-9,4%), dell’industria del legno, della carta e stampa (-5,9%) e della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-5,1%). Boom della produzione di auto che segna a marzo un +36,9% su base tendenziale. Si tratta del sesto mese di rialzo a due cifre consecutivo. Nella media del primo trimestre il rialzo e’ pari al 36,2%. Per il Centro studi di Confindustria, infine, ci sara’ un incremento dello 0,1% in aprile su marzo. (AGI)

(AGI) – Roma, 8 mag. – I Conservatori di David Cameron conquistano la maggioranza assoluta della House of Commons con 331 seggi su 650. Questo il risultato definitivo delle elezioni politiche britaniche. Cameron rimane premier, ma non avra’ piu’ bisogno dell’appoggio dei Liberaldemocratici che conquistano appena 8 seggi. Nella scorsa legislatura i Conservatori avevano 302 seggi e i liberaldemocratici 56. I laburisti di Miliband si fermano a 232 seggi rispetto ai 256 della passata legislatura. Esplodono gli scozzesi del Snp che passano da 6 a 56 seggi. L’Ukip ottiene un solo seggio contro i 2 della passata legislatura. Le elezioni hano gia’ prodotto un terremoto politico: Miliband, Clegg e Farage hano lasciato la leadership rispettivamente di laburisti, liberaldemocratici e Ukip.(AGI) .

(AGI) – Roma, 8 mag. – Uno dei ‘tre moschettieri’ di Cannes, Matteo Garrone, presenta alla stampa romana il suo ‘Racconto dei Racconti’ prima di partire per il festival francese dove sara’ presentato il 14 maggio (in contemporanea uscira’ in oltre 400 sale italiane). Dopo aver vinto due Grand Prix con ‘Gomorra’ e ‘Reality’, il regista romano confessa che il suo desiderio maggiore non e’ vincere la Palma d’Oro. “Il vero premio per me e’ quello di piacere al pubblico. Io faccio i film per la gente e, al di la’ dei riconoscimenti festivalieri, spero che ‘Il Racconto dei Racconti’ piaccia nelle sale”. A Cannes l’Italia schiera Garrone insieme a Paolo Sorrentino (‘La giovinezza’) e Nanni Moretti (‘Mia madre’), un tris di autori di qualita’ che ci riporta indietro di molti anni. “Essere in tre e’ motivo di grande orgoglio per me e per il cinema italiano – spiega Garrone -. Siamo stati invitati perche’ facciamo tre generi di film diversi. Se saranno accolti bene, sara’ un segnale molto importante per il cinema italiano”. .

(AGI) – Londra, 8 mag. – “Il governo che ho guidato finora ha fatto un buon lavoro e gettato le basi per un futuro migliore: ora bisogna costruire sulle fondamenta”: cosi’ il premier conservatore David Cameron, vincitore delle elezioni legislative in Gran Bretagna. Cameron, che ha appena ricevuto l’incarico dalla regina Elisabetta II, recandosi a Buckingham Palace, ha parlato al Paese dinanzi a Downing Street.

Clamorosa vittoria, dunque, dei conservatori nelle elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento di Westminster, un risultato che li mette in grado di fare un governo da soli. E dimissioni a catena di tutti i leader sconfitti: il laburista, Ed Miliband, il liberaldemocratico Nick Clegg e l’euroscettico Nigel Farage I dati non sono ancora definitivi (mancano ancora 4 da attribuire).

 

Gb: eletti quattro laburisti di origine cinese e bengalese

Ma i Tory del premier David Cameron superano ogni aspettativa e conquistano la maggioranza assoluta dei seggi nella Camera dei Comuni, con 327 seggi (ne ha guadagnati 23). Netta sconfitta dei diretti rivali, il partito laburista di Ed Miliband, che era dato dai sondaggi testa a testa con i laburisti e invece non e’ andato oltre i 232 deputati (perdendone 26).

La sconfitta del Labour e’ anche dovuta all’enorme successo dei separatisti scozzesi (lo Scottish National Party, Snp) a nord del Vallo di Adriano, che si sono accaparrati 56 seggi dei 59 disponibili in Scozia, tradizionale roccaforte dei laburisti. Da segnalare anche la debacle dell’Ukip, che nonostante l’enorme successo di voti, a causa del sistema uninominale britannico e’ riuscito a portare a Westminster, almeno per ora, solo un parlamentare.

Neanche il leader euroscettico Nigel Farage, alleato del Movimento 5 Stelle a Bruxelles, e’ riuscito ad essere eletto. Grandi sconfitti i liberaldemocratici, di fatto decimati (portano solo 8 deputati in Parlamento e ne hanno persi 48), che hanno pagato un prezzo altissimo all’accordo di coalizione con i conservatori, nell’ultimo quinquennio.

Cameron e’ gia’ uscito da Buckingham Palace dove ha raccolto il consenso della regina a formare un nuovo governo; e quando rientrera’ a Downing Street, parlera’ al Paese. Ma ha gia’ detto che e’ stata “la vittoria piu’ dolce di tutte”. Nel frattempo, il terremoto ha provocato le dimissioni di tutti gli sconfitti. Per primo Nigel Farage che nel collegio di Thanet South ha preso 16.026 voti, non riuscendo tuttavia ad aggiudicarsi il seggio.

Era la settima volta che tentava di diventare deputato. Farage ha detto di essere un uomo di parola e che dunque mantiene l’impegno che aveva preso con gli elettori, dimettersi in caso di mancata conquista del seggio; si e’ pero’ lasciato aperto una porta, spiegando che decidera’ dopo l’estate, a settembre, se ripresentarsi di nuovo per la leadership.

Anche Nick Clegg ha lasciato: con le lacrime agli occhi, ha ammesso che e’ stata la sconfitta peggiore della storia del partito. E infine si e’ dimesso Ed Miliband, che e’ si preso tutta la responsabilita’ della sconfitta. Lo spoglio e’ ancora in corso (dovrebbe terminare intorno alle 15) e le previsioni delle 13 davano ai Tory 331 seggi finali (+29), al Labour 232 (-24), all’SNP 56 (+50), ai LibDem 8 (-48), all’Ukip e ai Verdi un seggio a testa. (AGI)

(AGI) – Roma, 8 mag. – Alan Mak e’ il primo candidato di origine cinese ad essere eletto alla Camera dei Comuni britannica. Del partito conservatore del premier uscente David Cameron, ha ottenuto 23.159 voti (il 51% delle preferenze) e ha conquistato il seggio del collegio di Havant, nel sud-ovest del Paese. Per ora e’ l’unico politico su 11 candidati di origine cinese ad aver conquistato un seggio nel nuovo Parlamento inglese, le cui elezioni si sono svolte ieri 7 maggio. Alle elezioni si sono presentati anche 13 candidati di origine bangladeshi e tre di loro sono stati eletti: sono le laburiste Tulip Siddiq, Rushanara Ali e Rupa Huq. Tulip Siddiq, nipote di Sheikh Mujibur Rahman (Primo ministro del Bangladesh nel 1971, dopo l’indipendenza del Paese dal Pakistan) e parente dell’attuale Primo ministro Sheikh Hasina, ha ottenuto 23.977 voti nel collegio elettorale di Hampstead and Kilburn. Lo sfidante conservatore Simon Marcus, invece, si e’ fermato a 22.839 preferenze. Le altre due candidate laburiste – Rushanara e la dottoressa Rupa – hanno vinto, rispettivamente, il seggio della circoscrizione di Bethnal Green and Bow (24.317 voti) e quello del distretto londinese Ealing Central and Acton (22.002 voti). La vittoria dei candidati asiatici alla House of Commons britannica – scrive l’agenzia Asianews – rappresenta il primo caso nella storia della democrazia inglese. Alcuni analisti sostengono che l’elezione del cinese Alan Mak possa rappresentare un punto di svolta per la politica del Regno Unito, anche se il neo-deputato ha tenuto a sottolineare il suo disinteresse nei confronti dell’appartenenza etnica. In una intervista al Post Magazine prima delle elezioni, Mak ha preferito concentrarsi su “questioni piu’ importanti”. Egli ha respinto come “ingenue” le aspettative di coloro che interpretavano la sua eventuale vittoria come occasione per farsi portavoce nel partito Tory delle richieste della comunita’ cinese, il terzo gruppo etnico del Paese con 500mila appartenenti. Mak ha dichiarato al giornale: “Non ho alcun interesse per quello che le persone di Hong Kong o della Cina pensano di me, perche’ io non li rappresento. Io rappresento il popolo di Havant”. E’ poi sfaccettata l’appartenenza politica dei 59 candidati di origine indiana, nessuno di loro ancora eletto – ma possono contare sul voto circa 615mila lavoratori immigrati e su 1,5 milioni di cittadini provenienti dall’India.(AGI) .