Newsletter

Ultime News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – CdV, 18 mag. – “Non essere timidi o irrilevanti nello sconfessare e nello sconfiggere una diffusa mentalita’ di corruzione pubblica e privata”. Lo ha chiesto Papa Francesco ai vescovi italiani, nel discorso pronunciato in apertura dei lavori dell’Assemblea Generale della Cei. Secondo il Papa, in Italia proprio tale mentalita’ corrotta “e’ riuscita a impoverire, senza alcuna vergogna, famiglie, pensionati, onesti lavoratori, comunita’ cristiane, scartando i giovani, sistematicamente privati di ogni speranza sul loro futuro, e soprattutto emarginando i deboli e i bisognosi”. Denunciare tutto questo e’ un dovere che deriva, ha scandito, “dalla sensibilita’ ecclesiale”. “La sensibilita’ ecclesiale ci fa uscire, come buoni pastori, verso il popolo di Dio per difenderlo dalle colonizzazioni ideologiche che gli tolgono l’identita’ e la dignita’ umana”, ha sottolineato Francesco. Ma nel discorso pronunciato in apertura dei lavori il Pontefice ha osservato che “la sensibilita’ ecclesiale si manifesta anche nelle scelte pastorali e nella elaborazione dei Documenti, ove non deve prevalere l’aspetto teoretico-dottrinale astratto, quasi che i nostri orientamenti non siano destinati al nostro Popolo o al nostro Paese, ma soltanto ad alcuni studiosi e specialisti, invece dobbiamo perseguire lo sforzo di tradurle in proposte concrete e comprensibili”. “La sensibilita’ ecclesiale e pastorale si concretizza anche nel rinforzare l’indispensabile ruolo di laici disposti ad assumersi le responsabilita’ che a loro competono”, ha affermato il Papa. Secondo Bergoglio, “i laici che hanno una formazione cristiana autentica, non dovrebbero aver bisogno del vescovo-pilota, o del monsignore-pilota o di un input clericale per assumersi le proprie responsabilita’ a tutti i livelli, da quello politico a quello sociale, da quello economico a quello legislativo! Hanno invece tutti la necessita’ del vescovo pastore”. “Consolare, aiutare, incoraggiare, senza alcuna distinzione, tutti i nostri fratelli oppressi sotto il peso delle loro croci”, ha chiesto ancora Francesco ai vescovi. E’ questo, ha spiegato il Pontefice, il primo compito dei pastori: “accompagnarli, senza mai stancarsi di operare per risollevarli con la forza che viene solo da Dio”. Secondo Francesco, e’ urgente, infatti, portare “la gioia del Vangelo, in questo momento storico ove spesso siamo accerchiati da notizie sconfortanti, da situazioni locali e internazionali che ci fanno sperimentare afflizione e tribolazione”. (AGI) .

(AGI) – Cannes, 18 mag. – ‘La Loi du Marche” di Stephane Brize’, secondo film francese in concorso al Festival di Cannes, e’ stato accolto dalla stampa con un lungo applauso. La storia di Thierry, interpretato da un formidabile Vincent Lindon, in odore di Palma, un cinquantenne che si ritrova all’improvviso senza lavoro e con una famiglia da sostenere, ha fortemente convinto. Finalmente dopo un lungo periodo di ricerca e di attesa, tra banche e centri di collocamento, l’ex operaio accetta un’occupazione come vigilante in un supermercato. Qui l’uomo si trovera’ di fronte a un dilemma morale: non denunciare chi ruba per fame (anche lui si era trovato nella medesima situazione) oppure assolvere al proprio dovere di vigilante? Thierry dovra’ fare ancora una volta i conti con se stesso. Un film che guarda in faccia alla realta’, che mette sul piatto della bilancia un tema caldo come la disoccupazione. Un po’ come fecero i fratelli Dardenne con ‘Due giorni, una notte’ interpretato da Marion Cotillard, in concorso a Cannes lo scorso anno. Malgrado il tema, il protagonista non crede che si tratti di un film politico. “Non e’ stato pensato come politico – spiega Vincent Lindon in conferenza stampa -. Qui si parla solo della dignita’ di classe. Raccontiamo semplicemente di un uomo che dopo 25 anni di lavoro viene licenziato per una questione di delocalizzazione, quindi non perche’ lavora male – aggiunge -. Insomma siamo di fronte a delle scelte drastiche per motivi puramente economici”. Il regista inserisce l’attore in un contesto di non professionisti per essere piu’ aderente alla realta’. “Cerco di rappresentarla nel modo piu’ fedele possibile”, commenta Brize’ e aggiunge: “Ho filmato Lindon come un pugile stretto alle corde”. .

(AGI) – Roma, 16 mag. – Taylor Swift trionfa ai Billboard Music Awards di Las Vegas portandosi a casa i premi principali: Top Artist, Top Female Artist, Top Billboard 200 Artist, Top Digital Songs Artist, Top Hot 100 Artist, Top Billboard 200 album e Top Hot 100 Song grazie al suo brano “Shake It Off”. Il tutto grazie al cambio di rotta dal country al pop del suo nuovo disco ‘1989’, quinto lavoro di studio della cantautrice americana vincitrice di 7 Grammy che ha venduto in pochi mesi oltre 9,7 milioni di copie nel mondo e che ha sorpreso pubblico e critica per la maturita’ compositiva e sonora dimostrata da questa giovane cantante, autrice e attrice. L’album (influenzato da Phil Collins, Annie Lennox e l’era ‘Like a Prayer’ di Madonna) e’ stato prodotto dalla Swift e Max Martin, con il quale ha collaborato sul suo singolo del 2012 ‘We Are Never Ever Getting Back Together’. Nel disco poche canzoni raccontano delle sue relazioni e della sua vita sentimentale, ma per la maggior parte sono brani sognanti e nostalgici, non puntano il dito contro nessuno o non se la prendono con nessuno. Ora arriva il video del nuovo singolo ‘Bad blood’. La clip, a meta’ tra le atmosfere di Tarantino e di ‘Sin City’, ha un impressionante elenco di guest star. Oltre a Kendrick Lamar infatti nel video compaiono moltissime attrici, modelle e cantanti famosissime come Cindy Crawford, Jessica Alba, Lena Dunham, Cara Delevingne, Karlie Kloss, Selena Gomez, Gigi Hadid, Ellie Goulding, Hailee Steinfeld, Martha Hunt, Ellen Pompeo e Mariska Hargitay. Con quasi 50 milioni di album e oltre 100 milioni di singoli venduti in tutto il mondo, Taylor Swift e’ la regina di tutte le classifiche radio e di vendita sia pop che country. E’ partito il 5 maggio da Tokyo, in Giappone, il suo tour mondiale che che proseguira’ in questi mesi per numerose citta’ del Nord America e alcuni paesi d’Europa. Non sono previste date italiane. (AGI)

(AGI) – Washington, 18 mag. – “Ciao, Twitter! Sono Barack. Davvero! Dopo sei anni, mi hanno dato finalmente il mio account personale”.

E’ il primo tweet inviato dal presidente americano come @Potus (President of the United States).

Il messaggio e’ stato pubblicato da un iPhone e in poco piu’ di venti minuti oltre 120mila persone sono diventate ‘follower’: un numero che aumenta al ritmo di migliaia al secondo.

Finora, l’account del presidente Usa (@BarackObama) era gestito dal suo staff e seguito da quasi 60 milioni di persone. (AGI) .

(AGI) – Roma, 18 mag. – “OK art. 8 #labuonascuola con organico dell’autonomia ogni istituto programma la propria offerta anche in rete con altre scuole”. Cosi’ un tweet del ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, in seguito all’approvazione dell’articolo 8 della riforma della scuola da parte dell’Aula della Camera.

ntanto, mentre a Montecitorio si prosegue con la votazione del disegno di legge sulla riforma della scuola, il M5s annuncia battaglia in piazza. “Ci auguriamo che domani saranno davvero in tanti i cittadini che decideranno di venire a piazza Montecitorio, a partire dalle ore 11, per chiedere il ritiro del ddl Istruzione. Davanti alla Camera ci saranno i nostri parlamentari, ma l’appuntamento e’ aperto a tutti coloro i quali sono contrari a questa pessima riforma dell’istruzione. Proprio per questa ragione chiediamo che la manifestazione si svolga senza simboli o bandiere identitarie. L’unico vero protagonista deve essere il mondo della scuola: studenti, insegnanti, genitori”. Cosi’ il deputato del Movimento 5 Stelle Giuseppe Brescia, membro della commissione Cultura di Momenteciroio, a margine del flash mob di questa mattina organizzato insieme al collega Massimo De Rosa davanti al liceo romano Talete. I 5 stelle hanno distribuito volantini invitando gli studenti a partecipare all’appuntamento di domani davanti alla Camera. .

(AGI) – Saronno (Va), 18 mag. – E’ stato arrestato l’uomo che, questa mattina, avrebbe tentato di aggredire Silvio Berlusconi al suo arrivo a un incontro elettorale in provincia di Varese. L’uomo, 44 anni, e’ di Saronno e in passato aveva avuto problemi con la giustizia per droga, lesioni e resistenza. La tentata aggressione all’ex presidente del Consiglio, secondo quanto si apprende, non avrebbe moventi politici. L’accusa e’ di resistenza e lesioni a un carabiniere: l’uomo sara’ processato domani per direttissima. (AGI)

(AGI) – Mosca, 18 mag. – Il comitato investigativo di Orenburg ha deciso di non avviare un procedimento penale contro una scuola di danza locale, che aveva messo in scena il ballo sexy del twerking, eseguito da adolescenti, per di piu’ vestite nei colori tradizionalmente associati alla vittoria russa sul nazismo.

Guarda il Video

Lo riportano i siti di informazione russi che avevano seguito la vicenda. Intitolata “Winnie the Pooh e le api”, il video del balletto in cui le giovani allieve agitano il fondo schiena dal palco, vestite da api sensuali, era stato postato su Youtube raccogliendo migliaia di visitatori. Gli inquirenti hanno concluso che nell’esibizione – su cui si era riversato un mare di critiche – non vi e’ “nessun elemento erotico o pornografico” e non hanno riscontrato neppure azioni di depravazione nei confronti delle ballerine minorenni o la produzione di materiale pornografico con le loro immagini.

Il twerking e’ stato al centro di un altro scandalo simile in Russia: a fine aprile tre ragazze sono state arrestate per “vandalismo” per aver girato un video in cui ballano la provocante danza sul luogo del memoriale ai caduti della seconda guerra mondiale a Novorossiysk, “citta’ eroina” per la sua resistenza durante quella che i russi chiamano anche “Grande guerra patriottica”. (AGI)