Newsletter

Ultime News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

AGI – Clamorosa rimonta del Bologna ai danni dell’Inter: a San Siro finisce 2-1 per i rossoblu, grazie alle reti del classe 2001 Juwara e di Barrow, capaci di ribaltare l’iniziale vantaggio di Lukaku.

Sconfitta amarissima per la squadra di Conte, ripensando soprattutto al rigore del possibile 2-0 fallito da Lautaro e a quei 20 minuti di superiorità numerica non sfruttati. La Lazio rimane così avanti 4 lunghezze in classifica.

L’inizio di gara è quasi tutto di marca locale a livello di gioco e di intensità. Al 13′ il primo a farsi vedere è Lukaku, che servito in area si gira e deposita in rete, ma dopo essersi aiutato con un braccio. Sarà lo stesso attaccante belga a portare i nerazzurri in vantaggio una decina di minuti più tardi: Young crossa da sinistra, Lautaro stacca di testa e prende il palo, la cui respinta si trasforma in un assist per Lukaku. A ridosso della mezz’ora l’Inter va anche ad un passo dal raddoppio con una giocata pazzesca di Young, che ubriaca Tomiyasu e accentrandosi sul destro chiama al miracolo Skorupski. Bravo anche Danilo a deviare provvidenzialmente la conclusione di Lautaro, mentre dall’altra parte ci pensa Handonovic a salvare la prima vera palla gol emiliana di Orsolini, che fallisce a tu per tu il possibile 1-1.  

Nella ripresa il Bologna tenta il tutto per tutto per riaprire la gara e al 53′ ci va ancora vicinissimo con Barrow, che spara un missile dalla distanza centrando un palo clamoroso. Qualche istante dopo, però, Soriano complica i piani di rimonta dei suoi facendosi espellere per qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara. Al 62′ l’Inter avrebbe il colpo del ko in canna per il rigore concesso dopo il fallo di Dijks su Candreva, ma Lautaro calcia malissimo facendosi ipnotizzare da Skorupski. La squadra di Mihajlovic rimane in vita e al 74′ trova la fiammata per il pareggio: Gagliardini liscia clamorosamente un rinvio al limite della propria area, il neo entrato Juwara è lì appostato e lascia partire un sinistro mortifero per Handanovic. È qui che la gara cambia completamente faccia, perché Bastoni rimedia un doppio giallo che ristabilisce la parità numerica e all’80’ arriva l’incredibile ribaltone del Bologna.

A segnare il match point ci pensa Barrow, che con un diagonale mancino fredda il portiere nerazzurro. Nel finale Sanchez avrebbe un paio di occasioni per il nuovo pareggio, una delle quali è miracolosamente salvata da Skorupski, grande protagonista del successo bolognese.

AGI – La pandemia di Covid-19 torna a fare paura in un mondo che tenta il ritorno la normalità dopo mesi di chiusura. In Catalogna, nel Nord della Spagna, sono tornate in lockdown 200 mila persone per reprimere un nuovo focolaio. Gli Stati Uniti continuano a macinare record di contagi quotidiani, l’ultimo bilancio giornaliero è di oltre 56 mila casi e la Florida registra un nuovo picco, dopo quello di giovedì, con più di 11 mila nuove infezioni nelle ultime 24 ore.

Il conteggio delle vittime in Russia è tornato superare quota 10 mila. Il Brasile è a oltre 1,5 milioni di casi e più di 63 mila decessi nonostante l’insistenza del presidente Jair Bolsonaro a minimizzare la pandemia. Il ministero della Salute austriaco, Rudolf Anschober, di fronte a una nuova virata della curva dell’epidemia ha chiesto l’introduzione di un bollettino che indichi costantemente alla popolazione quanto è alto il rischio di contagio di Covid-19.

L’aggiornamento più allarmante è quello che arriva dalla Spagna, uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia. “Abbiamo deciso di confinare la zona di Segrià a seguito di dati che confermano un forte aumento dei contagi”, ha dichiarato il governatore Quim Torra. Torna quindi il divieto di assembramenti di oltre dieci persone, in una versione di lockdown simile a quella attuata nella città di Leicester, in Gran Bretagna.

Dall’altra parte del globo, in Australia, migliaia di residenti di diversi palazzi a Melbourne sono stati messi in quarantena forzata per almeno cinque giorni. “Ci sono molte persone vulnerabili che vivono in questi palazzi”, ha dichiarato il governatore di Victoria, Daniel Andrews.

Negli Stati Uniti, dove si festeggia il 4 luglio, la pandemia ha già causato quasi 130 mila vittime e le nuove ondate di casi che hanno seguito un allentamento di alcune misure “mettono a rischio l’intero Paese”, secondo l’esperto di malattie infettive Anthony Fauci. Ma il presidente Donald Trump – a Mount Rushmore per una celebrazione con migliaia di partecipanti a distanza ravvicinata e senza mascherine – ha finora respinto il diluvio di dati che mostrano tassi di contagi in rialzo.

Secondo gli ultimi rapporti, almeno 14 Stati Usa stanno segnando aumenti record. La Florida registra quotidianamente più casi – circa 10 mila – di quanti ne registrava l’Italia durante il suo picco. La South Pointe Beach di Miami, solitamente affollata, è stata chiusa venerdì. Anche le spiagge di Los Angeles resteranno sbarrate durante il weekend di festa e la Major League di Baseball ha annullato, per la prima volta dalla Seconda Guerra mondiale, il suo All-Star Game 2020.

Non va meglio nel resto del Continente americano. I casi dell’America Latina salgono alle stelle. Il Brasile ora ha 1,5 milioni di infezioni confermate e 63 mila morti mentre l’aumento di casi in Perù e Cile hanno superato quelli in qualsiasi parte d’Europa tranne la Russia. In Arabia Saudita, invece, sono stati superati i 200 mila contagi. Nel frattempo, i Paesi di tutta l’Africa hanno anticipato i piani di riapertura nonostante il continuo aumento dei contagi.  

AGi – Non ce l’ha fatta lo speleologo di Chieti rimasto intrappolato in una grotta alle pendici della Majella: alle 3,30 del mattino gli operatori del soccorso alpino e speleologico hanno recuperato il corpo del 42enne nella grotta di Risorgenza a Roccamorice. Era rimasto bloccato dal pomeriggio a causa delle insistenti piogge che hanno allagato un passaggio a 70 metri dall’ingresso della cavità.

La vittima è il geologo Alessio Carulli di Arielli, nel Chetino. Stando alle primissime informazioni, aveva poco esperienza. Il suo corpo senza vita è stato localizzato nella notte all’interno della grotta, per raggiungerlo e recuperarlo gli uomini del Soccorso Alpino e dei vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta.

Poche ore prima erano stati tratti in salvo altri due giovani speleologi di Ancona ed era apparsa subito disperata la situazione per il terzo disperso. Facevano tutti parte di un gruppo del locale Speleo Club.

I vigili del fuoco hanno usato le idrovore per far abbassare il livello dell’acqua permettendo così ai soccorsi di arrivare più in profondità. In azione anche i ‘disostruttori’, ossia tecnici speleo. Il corpo è stato trasportato lungo uno stretto sentiero fino alla vicina strada e consegnato alle autorità.

Il 42enne era rimasto bloccato da una piena all’interno della cavità naturale insieme ad altre due persone, un 31enne di Genga (Ancona) e un 36enne di Pianella (Pescara), che sono stati invece recuperati ieri sera e trasportati dal 118 all’ospedale di Pescara. Erano estremamente provati, ma in buone condizioni di salute.

La cavità, in fase esplorativa, presentava parti strette ed allagate. Nella grotta sarebbero entrati acqua e detriti a causa del maltempo. Il gruppo, che aveva allestito un piccolo campo all’esterno della grotta per poi procedere a turno all’esplorazione dei passaggi, era composto da cinque persone. Si tratta di alcuni marchigiani e altri abruzzesi dello Speleo Club di Chieti.

A lanciare l’allarme un uomo e una donna che erano all’esterno cavità naturale e che si erano subito accorti che c’era stata una piena. Sul posto sono presenti Soccorso Alpino, vigili del fuoco e 118. Presente durante le attivita’ di soccorso anche il sindaco di Roccamorice.

AGI – “Voglio essere molto esplicito: io non credo che in questo Parlamento vi siano le condizioni per dare vita a un governo adeguato alla gravità della situazione del Paese. Se tuttavia molti parlamentari si rendessero conto della necessità di anteporre all’interesse personale o all’appartenenza di partito il bene collettivo, se alcune forze politiche fossero disponibili a dare vita a un governo diverso e migliore di questo, forse sarebbe il caso di parlarne”. Ad affermarlo è il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un’intervista al Giornale.

“Fra l’ipotesi di tenerci per altri due o tre anni il governo Conte, con i Cinque Stelle come ‘azionisti di riferimento’ e quella di avere un governo diverso, più autorevole, più credibile in Europa e nel mondo, che faccia una politica adeguata per uscire dalla crisi, che sia più in sintonia con la maggioranza degli italiani, io dico che vale la pena almeno di pensarci”, ha aggiunto l’ex premier.

Il centrodestra potrebbe ragionarne insieme – se mai ve ne fosse la possibilità concreta – e insieme decidere come comportarsi“, ha insistito. “Mi è sembrata una bella manifestazione”, ha detto Berlusconi dell’iniziativa a Piazza del Popolo con FdI e Lega, “organizzata tra l’altro, come mi ero raccomandato, nel pieno rispetto delle norme sanitarie per evitare contagi. Ho visto una piazza che non si è limitata a fornire una rappresentazione plastica del dissenso del centrodestra e dunque di milioni di italiani nei confronti di questo governo, ma dalla quale sono emerse proposte e, soprattutto, un punto di vista comune”.

“Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia sono partiti diversi, ma stretti in un’alleanza molto solida basata su valori condivisi e un grande – e moderno – progetto di governo”, ha osservato, “a Matteo Salvini e Giorgia Meloni mi lega un rapporto di amicizia e di affetto e li ringrazio per avere manifestato ancora una volta nei loro interventi dal palco la loro vicinanza per la drammatica persecuzione di cui sono stato vittima e il loro sdegno per quanto accaduto”.  

Quasi due mesi fa vi avevamo riportato la notizia dell’annuncio di Maid of Sker, titolo sviluppato da Wales Interactive e ispirato al folclore gallese. Proprio nelle ultime ore è stata divulgata la data di uscita del titolo, che è stata fissata per il 28 luglio. Maid of Sker è ambientato nel 1898 e si ispira a una leggenda, secondo cui una ragazza, Elizabeth Williams, sarebbe morta di dispiacere dopo essere stata rinchiusa nella Sker House dal padre, che voleva impedirle di vedere l’amato.

L’edificio sorge nella campagna gallese ed è il luogo dove il giocatore vedrà intrecciarsi la storia della ragazza al mondo sovrannaturale. Del gioco non si conoscono troppi dettagli, se non la data di uscita e la piega che prenderanno storia e gameplay. Il giocatore, infatti, dovrà vagare per i corridoi della Sker House e non avrà nulla con cui difendersi. Sembra inoltre che il team di sviluppo sia voluto rimanere legato alla dimensione folcloristica della storia raccontata, obiettivo che i giocatori potranno ritrovare nella colonna sonora, che sarà arricchita anche da canti tipici gallesi.

Maid of Sker data di uscita

Ribadiamo che Maid of Sker uscirà il 28 luglio solo su PC, Xbox One e PlayStation 4, mentre la data di uscita della versione per Nintendo Switch sarà fissata più avanti, ma entro la fine dell’anno.

L’articolo Maid of Sker: annunciata la data di uscita proviene da GameSource.

AGI – Un grande Milan riscatta il passo falso con la Spal piazzando un vero e proprio colpaccio in casa della Lazio, che cade per la prima volta in assoluto tra le mura amiche e rischia di dire addio al sogno Scudetto. Finisce 3-0 con le reti di Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic: i rossoneri superano momentaneamente il Napoli e accorciano sulla Roma, in attesa proprio del faccia a faccia tra partenopei e giallorossi.La squadra di Inzaghi, invece, scivola a -7 dalla Juventus.

Equilibrio totale nella prima metà del primo tempo all’Olimpico, combattuto soprattutto nella zona centrale del campo. Non succede praticamente nulla fino al 23′, minuto in cui i rossoneri sbloccano la gara: Calhanoglu si destreggia al limite dell’area e lascia partire un destro, deviato da Parolo, che non lascia scampo a Strakosha.

Superata la mezz’ora di gioco viene annullato un gol per fuorigioco a Ibrahimovic, che qualche istante più tardi ha subito la possibilita’ di rifarsi. Fallo di mano in area di Radu sul cross di Saelemaekers e rigore sacrosanto: lo svedese non calcia benissimo e rischia di esser neutralizzato da Strakosha, sfortunato nel vedersi carambolare il pallone sulla gamba e poi in rete.

Senza Immobile e Caicedo, i due centravanti di ruolo, la squadra di Inzaghi fa tanta fatica a farsi vedere con pericolosità in avanti, tant’è che Donnarumma non viene quasi mai chiamato in causa. L’unico pericolo vero prima dell’intervallo e’ portato da Luis Alberto, che tenta la rasoiata dalla distanza senza inquadrare lo specchio.

La Lazio prova ad alzare un po’ il ritmo ad inizio ripresa e al 53′ spreca una grande chance per riaprirla, con Luis Alberto che tarda l’assist per Lazzari facendolo finire in fuorigioco, proprio pochi istanti prima del gol che sarebbe valso l’1-2. Il Milan viene graziato e dall’altra parte non perdona: al 60′ mette la firma sulla gara anche il neo entrato Rebic, che riceve da Bonaventura e tutto solo non può sbagliare il 3-0 ospite.

La squadra di Pioli avrebbe anche un paio di chances clamorose con Theo Hernandez per aumentare ancora di più il passivo, ma il terzino francese le spreca incredibilmente. La sostanza però non cambia, il diavolo fa festa a Roma.  

Una “decarbonizzazione profonda di tutti i settori” dell’economia. È questo l’obiettivo della strategia energetica al 2050 della Commissione Europea, del quale l’Agi è in grado di anticipare le linee guida. Il documento è ancora suscettibile di modifiche e sarà presentato mercoledì 8 luglio, il giorno del vertice a quattro che inaugurerà il semestre di presidenza tedesca dell’Unione Europea, presenti la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, la cancelliera tedesca, Angela Merkel, il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, e il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli.

Le linee guida del piano, intitolato “Promuovere un’economia neutrale dal punto di vista climatico”, sono nondimeno chiare: i combustibili fossili dovranno essere gradualmente eliminati, compreso il gas naturale, e portati a non più del 20% del mix energetico totale entro il 2050. Verranno invece stimolati gli investimenti sull’idrogeno e sull’elettrico, così come la produzione locale di biogas.

Il piano pone come principio cardine l’efficienza energetica, stabilendo l’utilizzo delle tecnologie che consentono il maggior risparmio possibile e favorendo l’utilizzo del calore residuale e la ristrutturazione degli edifici. Fondamentale anche l’integrazione dei diversi settori: “Il modello dei silos separati non è adatto per un’economia neutrale dal punto di vista climatico”, si legge nella bozza.

180 miliardi per l’idrogeno

Uno dei punti principali del piano è un programma trentennale da 180 miliardi di euro per stimolare la produzione di idrogeno a scopo energetico nell’Unione Europea.

Quello annunciato dalla bozza è un investimento industriale su larga scala. L’obiettivo di medio periodo prevede la produzione di 10 milioni di tonnellate di idrogeno rinnovabile entro il 2030. Ciò significa nuova energia rinnovabile equivalente a quella prodotta da 40 reattori nucleari. La Commissione ritiene che la nuova economia dell’idrogeno possa impiegare un milione di persone direttamente e indirettamente.

Neutralità climatica entra il 2050

I carburanti sotto forma di gas continueranno a svolgere un ruolo importante nel mercato dell’energia ma il gas naturale dovrà contare solo per il 20% dei consumi totali, mentre il restante 80% dovrà essere coperto da gas rinnovabili come l’idrogeno verde, il biometano e il gas sintetico, prevede la bozza.

Le importazioni di gas naturale e prodotti petroliferi, si legge nel documento, dovranno essere sostituite con energia rinnovabile prodotta localmente, gas rinnovabili e combustibili liquidi. Ciò “ridurrà il conto delle importazioni e creerà un’economia europea più resiliente“, si legge nella bozza, “mentre ci spostiamo verso la neutralità climatica, il volume di gas naturale consumato in Europa diminuirà gradualmente”. L’obiettivo è la neutralità climatica entro il 2050. 

Un’auto su due elettrica in 30 anni

Fra trent’anni sulle strade dell’Unione Europea almeno un’automobile su due dovrà essere elettrica. La Commissione prevede che le auto elettriche saranno abbastanza economiche da competere in termini di prezzo con le auto a benzina già intorno al 2025.

La percentuale di autovetture elettriche nell’Unione Europea dovrebbe passare al 7% del totale entro il 2030 e almeno al 50% entro il 2050, con un tetto fissato al 75% nello scenario piu’ ottimistico.

Il documento stabilisce poi che al 2050 l’energia elettrica copra tra il 40% e il 50% del mix energetico totale dell’Unione Europea, rispetto al 23% di oggi.

La bozza sottolinea come “un importante settore di utilizzo del gas naturale oggi sia il riscaldamento negli edifici” e stima che l’energia elettrica possa coprire il 40% della necessità di riscaldamento nel settore dell’edilizia abitativa entro il 2030 e il 50-70% entro il 2050. È prevista quindi un’espansione del mercato delle pompe di calore e del teleriscaldamento.

Samsung Electronics presenta i suoi drive basati su tecnologia quad-level cell (QLC) di seconda generazione, gli SSd 870 QVO SATA, che definiranno un nuovo standard di consumer storage ad alta capacità. Grazie all’archiviazione fino a otto terabyte (TB) i  nuovi SSD offrono un mix senza compromessi di velocità, capacità di archiviazione e affidabilità per gli utenti di PC mainstream e professionali.

QVO

In passato, i consumatori hanno dovuto scegliere tra gli SSD, che offrono prestazioni superiori, e gli HDD, che tradizionalmente offrono una maggiore capienza. SSD 870 QVO di Samsung, tuttavia, è in grado di garantire il meglio di entrambi i mondi, il che lo rende una scelta ottimale sia per gli utenti mainstream che danno priorità alle prestazioni, sia per gli utenti professionali che richiedono alti livelli di storage.

QVO

Samsung 870 QVO offre le migliori velocità di lettura e scrittura sequenziale per la sua categoria, rispettivamente fino a 560 MB/s e 530 MB/s, inoltre la tecnologia Intelligent TurboWrite dell’unità permette di mantenere massimi livelli di prestazione utilizzando un ampio buffer SLC variabile. Samsung 870 QVO offre anche un incremento del 13% della velocità di lettura casuale rispetto agli 860 QVO, il che lo rende ideale per le esigenze di tutti i giorni come il multitasking, il gaming e la navigazione sul web. I software rinnovati Data Migration e Magician 6 forniscono una serie di funzionalità aggiuntive migliorate, permettendo agli utenti di aggiornare, gestire e ottimizzare i loro SSD con maggiore facilità.

QVO

Oltre alla capacità e alle prestazioni tra i più altri del settore, Samsung QVO 870 offre eccezionali prestazioni di durata fino a 2.880 terabyte written (TBW).

Gli SSD 870 QVO vengono proposti nei modelli da 1TB, 2TB, 4TB e 8TB, e saranno disponibili a partire dal 30 giugno 2020 con un prezzo al pubblico suggerito dal produttore a partire da 158,09 € per il modello da 1TB. Per maggiori informazionisamsung.com/ssd o samsungssd.com.

L’articolo Samsung presenta 870 QVO: SSD consumer fino a 8TB proviene da GameSource.

AGI – Dopo alcuni giorni di serrate indagini, i carabinieri di Pescara sono riusciti a dare un nome all’autore dell’aggressione omofoba avvenuta la scorsa settimana ai danni di un ragazzo molisano di 25 anni che passeggiava sul lungomare con il fidanzato.

Si tratta di un giovane pescarese poco più che ventenne, che è stato denunciato in stato di libertà per lesioni personali, con l’aggravante comune dell’aver agito per motivi abbietti o futili. I militari dell’Arma hanno ricostruito in maniera dettagliata la dinamica dell’aggressione, esaminato i video delle telecamere presenti nella zona e sentito le persone presenti al momento dei fatti, in particolare gli assidui frequentatori della zona ‘Nave di Cascella’. Dalle testimonianze sono risaliti all’aggressore.

I dettagli forniti dalla vittima e dal ragazzo in sua compagnia, testimone dell’accaduto, sono stati fondamentali per gli inquirenti, i quali, già dopo 48 ore dall’accaduto, avevano indirizzato le proprie indagini su un soggetto in particolare. Lo sforzo investigativo, quindi, ha portato ad un riconoscimento pieno dell’aggressore, confermato anche dai testimoni e dalle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza. Il sospettato non era solo in quel momento, ma in compagnia di altri suoi amici, tra cui una ragazza. Le indagini dei carabinieri proseguono al fine di risalire alla completa identificazione degli altri giovani presenti.

AGI – In India, lo Stato del Nagaland ha vietato l’importazione, il commercio e la vendita di carne di cane: gli attivisti per i diritti degli animali festeggiano e inneggiano alla “svolta” ma alcuni gruppi della società civile parlano di attacco alle tradizioni culinarie locali.

In effetti in gran parte dell’India mangiare carne di cane è vietato, ma nel Nagaland è considerata una prelibatezza. Secondo la stampa indiana, la decisione è arrivata dopo che era circolata e diventata virale sui social media la foto di un gruppo di cani, legati nei sacchi della spazzatura in un ‘wet market’, uno di quei mercati dove si vendono gli animali vivi che spesso vengono macellati sul posto. 

Si stima che circa 30 mila cani vengano introdotti ogni anno clandestinamente nel Nagaland, dove vengono venduti nei mercati e macellati a colpi di bastone, secondo la Humane Society International, un’ong che si è battuta per anni contro questa pratica. Nei mesi scorsi, lo Stato del Mizoram aveva fatto un primo passo rimuovendo i cani dall’elenco degli animali che si possono macellare. Pratica evitata in gran parte del mondo, mangiare cani è ancora piuttosto diffuso in Cina, Thailandia e Corea del Sud.