Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Mentre Legends of Runeterra è uscito questo aprile mentre Valorant si prepara al debutto ufficiale di domani, Riot Games si prodiga e lavora anche su League of Legends: Wild Rift, la versione mobile del MOBA che ha riscosso più successo di chiunque altro fino ad oggi. Lo scopo di Riot Games è quello di rendere il tutto più leggero mantenendo però il cuore del gameplay invariato. La software house ha pubblicato un dev diary dove cerca di spiegare le sue linee guida, rivelando anche un pizzico di gameplay.

Wild Rift gameplay

Come Mobile Legends e Arena of Valor, i comandi per Wild Rift saranno impartiti dai giocatori tramite un joystick in trasparenza sul touchscreen. I tempi ovviamente si ridurranno anche a causa di una mappa più piccola. Sarà possibile anche acquistare oggetti per i propri Champions. Altra novità sta anche nel fatto che all’interno del Nexus non vi saranno le torrette, quindi sarà più difficile ribaltare le sorti di un match. Anche il roster dei Champions disponibili sarà ridotto al lancio, rispetto al titolo originale, ma ovviamente aumenteranno di numero dopo il lancio. Tra l’altro sembra anche che alcune abilità dei Champions cambieranno, in modo tale da non risultare scomode sia per i controlli che per le meccaniche di gioco. Il titolo entrerà in fase alfa il 5 giugno per due settimane in Brasile e nelle Filippine. Vi lasciamo al dev diary con qualche estratto di gameplay.

L’articolo League of Legends: Wild Rift, ecco il gameplay in un dev diary proviene da GameSource.