Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

"Per la mano i medici sono riusciti a salvare tutto, per la gamba la cosa è più complessa". Lo scrive don Giuseppe Grignano, fratello di Angela una giovane originaria di Trapani rimasta ferita nell'esplosione avvenuta ieri a Parigi. Il fratello – che è parroco a Castellammare del Golfo – sta informando i fedeli della sua parrocchia e della comunità di Xitta (frazione originaria della famiglia Grignano) su quanto sta accadendo alla sorella.

"L'esplosione non ha colpito nessun organo vitale – dice attraverso un messaggio WhatsApp – tuttavia risultano gravemente danneggiati una mano e una gamba. risultano recise molti vasi sanguigni e nervi, stanno provando a recuperare il più possibile senza arrivare alla più peggiore delle ipotesi che è l'amputazione".

Per adesso Angela Grignano – insegnante di danza che si era trasferita a Parigi da un mese e mezzo, anche per proseguire gli studi di ballo – eè in coma farmacologico e il fratello, assieme ai genitori, sono arrivati all'ospedale di Laribosiere. La giovane italiana di 24 anni rimasta vittima nell'esplosione avvenuta a Parigi per una fuga di gas nel pomeriggio di ieri è stata sottoposta a un intervento all'ospedale Lariboisiere a una mano e – secondo le informazioni riferite all'AGI da alcuni amici presenti in ospedale – i medici si sono detti soddisfatti dell'esito.

La giovane di Trapani, ha riportato delle gravi ferite anche a una gamba e un piede. Sin dal primo momento i medici hanno precisato che la vita di Angela non è mai stata a rischio ma adesso si attende l'arrivo dei genitori per valutare ulteriori interventi medici.

La giovane si trovava a Parigi da un mese e mezzo e lavorava come cameriera nel ristorante dell'hotel Ibis in attesa di proseguire la sua carriera nel mondo della danza: per dieci anni ha frequentato una scuola di danza nella frazione trapanese di Xitta e negli ultimi anni aveva insegnato prima di trasferirsi a Roma. Secondo le prime testimonianze la giovane era appena uscita dal ristorante in cui lavorava per fumare una sigaretta ed è così rimasta coinvolta nell'esplosione. I soccorsi l'hanno trasportata al nosocomio parigino a bordo di un elicottero. Dell'episodio è stato rapidamente informato il Consolato che ha contattato i genitori, attesi in serata a Parigi.