Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Articolo aggiornato alle ore 10:19

  • 11.00 Il Guardian citando fonti ufficiali annuncia che il primo tratto in salvo oggi, uscirà dalla grotta tra le 7.30 e le 8.30 (14.30-15.30 in Italia). I ragazzi che saranno tirati fuori oggi sono quelli "più preparati" a farlo.
  • 10.31 Il capo delle operazioni di salvataggio dei ragazzi intrappolati nella grotta thailandese si è mostrato ottimista sulla seconda fase dei soccorsi, scattata oggi alle 11 del mattino locali (le 6 in Italia). "Tra qualche ora avremo buone notizie, le condizioni sono buone come quelle di ieri" – ha spiegato in conferenza stampa. Secondo quanto riferiscono il Guardian e su Twitter Hathai Pia, corrispondente della Dpa, il team dei soccorritori è lo stesso, con qualche rimpiazzo. Il livello dell'acqua non è preoccupante…le piogge di ieri non hanno avuto impatto su esso all'interno della grotta".
  • 10.03 I quattro ragazzi recuperati dai soccorsi "stanno bene" e "questa mattina in ospedale hanno da mangiare riso con il basilico". Lo ha detto il capo delle operazioni di soccorso, Narongsak Osatanakorn. Sono ancora 8 i giovani calciatori intrappolati nella grotta insieme al loro allenatore. 
  • 8.31 Sono riprese le operazioni di salvataggio dei ragazzi intrappolati nella grotta di Tham Luang, in Thailandia. I subacquei –  riferisce su Twitter Davide Sutton, corrispondente di Network Ten Australia – "sono entrati nella grotta, diretti verso gli otto ragazzi rimasti e il loro allenatore". Questa seconda fase, ha aggiunto Sutton, prevede il recupero di altri quattro ragazzi, così come accaduto ieri. Nell'area, sorvolata adesso da un elicottero, è presente un'ambulanza. 

 

23,00: fine aggiornamento di domenica 8 luglio.

  • 22.00 Grazie al calo del livello dell'acqua, procedono più rapidamente del previsto le operazioni di salvataggio dei 12 piccoli calciatori rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang, in Thailandia, insieme al loro allenatore lo scorso 23 giugno. Quattro di loro sono già stati estratti e sono in buone condizioni di salute. I soccorsi sono ora sospesi. Riprenderanno alle 3 del mattino ora italiana.
  • 20.09 Il Daily Beast, citando fonti ufficilai, fa i nomi dei 4 giù fuori dalle grotte: Pipat Bodhi, 15 anni, detto Nick, non fa parte della squadra: si era unito agli allenamenti l 23 giugno solo per passare un po' di tempo con il porteire, suo amico del cuore; Prajak Sutham, 14 anni, detto Note, centrocampista, ma quando serve portiere; Peerapat Sompiangjai, 16 anni, detto Night, ala destra e Nattawut Takamsai, 14 anni, detto Tle.
  • 16.20 Secondo quanto riferisce la Bbc le operazioni riprenderanno alle 8 del mattino di domani ora locale, le tre in Italia.
  • 16.10 Il governatore ha aggiunto che occorreranno 10 ore prima che le operazioni vengano riprese. "Dobbiamo preparare le forniture di ossigeno, consumate quasi tutte in questa prima operazione di alvataggio, e assicurarci che le condizioni rimangano stabili per poter cominciare il salvataggio degli altri ragazzi", ha detto. Le operazioni riprenderanno quindi quando in Thailandia sorgerà l'alba. Il governatore ha inoltre chiarito che i ragazzi in salvo sono quattro e non sei, come riportato da organi di stampa.
  • 16.00 I ragazzi tirati fuori dalla grotta thailandese di Tham Luang sono in "perfetta" salute. Lo ha detto il capo delle operazioni di soccorso e governatore di Chiang Rai, Narongsak Osottanakorn, nel corso di una conferenza stampa tenuta dopo aver incontrato i ragazzi.
  • 15.57  La missione di recupero è stata momentaneamente sospesa. Lo ha riferito il responsabile delle operazioni di soccorso, nel corso di una conferenza stampa. Esse "riprenderanno quanto prima", ha detto un funzionario. Alle 21 locali vi sarà un punto della situazione.
  • 15.15 Il giornalista Florian Witulski, sul posto, riferisce su Twitter che sei ragazzi sono stati riportati all'aria aperta e altri due sono nell'ultima camera. "Con questo ritmo potrebbero essere fuori per oggi", sottolinea. Alcuni sono già in ospedale, altri stanno venendo curati al campo medico. Ma solo uno è in condizioni serie.
  • 15.05 Sono in tutto quattro, finora, i ragazzi in salvo. Il primo recupero è avvenuto due ore prima del previsto (alle 14 ora italiana), e altri due, ha affermato il governo, "sono fuori dalla grotta". Un'altra coppia di ragazzi, invece, "uscirà probabilmente a breve", ha spiegato il generale Kongcheep Tantrawanit.
  • 14.43 Un altro gruppo di quattro ragazzi uscirà "a breve" dalla grotta thailandese in cui sono rimasti intrappolati dallo scorso 23 giugno. Lo ha riferito il governo del paese asiatico. I ragazzi sono adesso nella camera 3, al campo base dei soccorritori, e il tragitto più difficile è alle spalle, ha speigato il generale Kongcheep Tantrawanit. 
  • 14.20 Sono quattro in tutto i ragazzi usciti dalla grotta di Tham Luang. Lo riferisce il governo del paese asiatico.
  • 13.48 Sono fuori dalla grotta i primi due dei 12 ragazzi rimasti intrappolati sottoterra insieme con il loro allenatore. Lo riferisce su Twitter John Irvine, corrispondente del network televisivo britannico Itv, che sottolinea di aver ricevuto l'informazione dal capo della polizia locale. I ragazzi, aggiunge, stanno bene. "I due ragazzi – ha detto Tossathep Boonthong, capo del soccorso medico- si trovano nell'ospedale da campo vicino alla grotta. Non sono ancora stati trasferiti nell'ospedale di Chiang Rai, e sono in corso sul posto esami medici".
    Sul sito della Bcc è visibile un filmato che riprende un'ambulanza che esce dall'area della grotta. Se confermata, la notizia indica che l'uscita dalla grotta è avvenuta due ore prima del previsto. Cio è dovuto all'abbassamento del livello dell'acqua, che ha aumentato l'area nella quale è possibile camminare.

Un percorso altamente rischioso

Circa quattro chilometri, passaggi stretti (uno largho solo 38 centimetri) immersioni in tunnel allagati, pendenze e un lungo cammino tra correnti d'acqua e rocce: sono le difficoltà della missione di salvataggio. Il primo tratto è quello che presenta i rischi maggiori. Per superarlo, i ragazzi, che hanno trascorso circa nove giorni senza mangiare prima di essere ritrovati lunedì, dovranno immergersi in uno stretto passaggio dove c'è spazio per una sola persona.

I ragazzi, molti dei quali non sapevano nuotare prima di essere soccorsi, hanno preso lezioni intensive sulla gestione delle attrezzature per l'immersione. Utilizzeranno maschere speciali che coprono l'intero viso e permettono loro di respirare naturalmente, oltre a comunicare con le squadre di soccorso. I sommozzatori esperti (sono 18, 13 stranieri e 5 thailandesi) hanno avvertito del rischio della missione ma hanno assicurato che è l'opzione migliore, resteranno sempre con i ragazzi, per guidarli. I ragazzi potranno tenersi a una corda attaccata al muro attraverso un percorso di saliscendi in un terreno roccioso con forti correnti d'acqua, illuminato artificialmente. Una volta usciti, i ragazzini saranno visitati e valutati dai medici. Ad attenderli, 13 ambulanze e cinque elicotteri, per il trasporto in ospedale. Le precipitazioni sono una delle preoccupazioni principali, perché l'acqua filtrata dal monte può tornare a inondare le gallerie.