Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Per quattro giorni, dal 15 al 18 febbraio, Roma diventa la capitale del vino. È infatti in programma l'edizione 2018 della manifestazione "I migliori vini italiani" di Luca Maroni presso il Salone delle Fontane a Via Ciro il Grande 10 che si preannuncia ricchissima di eventi, presentazioni, attività e degustazioni.

Premiati i migliori vini italiani

Verranno presentati e premiati i migliori vini Italiani secondo Luca Maroni, uno dei massimi esperti mondiali del settore, autore della voce "degustazione del vino" dell'Enciclopedia Treccani e firma di produzioni radio, web e tv sul vino da Sky a La7 oltre ad essere autore, da 24 anni, dell'Annuario dei Migliori Vini Italiani di cui verrà presentata durante la manifestazione l'edizione 2018. Accanto ad essa, Maroni presenterà anche la prima edizione dell'Annuario delle Migliori Poesie Mondiali in cui il critico ha analizzato ben 999 poesie di 182 autori mondiali per raccontare, secondo i criteri dell'analisi sensoriale, la bellezza dell'animo umano che si esalta e trasfigura attraverso l'ars poetica.

Per approfondireEsiste una formula della qualità del vino: l'ha scoperta Luca Maroni

Nasce 'Vigneto Italia'

Nelle stesse giornate, in contemporanea, grazie a un progetto di Luca Maroni in collaborazione con l'università La Sapienza, nascerà presso l'orto botanico di Roma "Vigneto Italia" cioè il registro vivo delle varietà di viti nazionali ove saranno raccolti ben 154 vitigni autoctoni italiani: un museo unico in italia che dona al Paese la memoria (e la vita) della sua ricchezza vitivinicola.

Degustazioni polimateriche

Novità di questa edizione della manifestazione sono le degustazioni polimateriche in cui si assisterà ad una sorta di 'spettacolo sensoriale' che coinvolgerà tutti i presenti. Sarà un'esperienza gustativa inedita, guidata da Luca Maroni con Ambra e Giorgia Martone (della ICR Cosmetics, illustre esempio della migliore imprenditoria italiana nel settore dei profumi). Saranno infatti saggiati, valutati e scoperti i riflessi odorosi e i rispettivi sentori profumati di legni, vini ed essenze, per la prima volta degustati in comparazione l'uno con l'altro.

Piccole porzioni di legno in forma di tasto di pianoforte di Cedro del Libano, di Quercia o di Pero – saranno uniti a formare un blend a cui verranno affiancati le essenze odorose ottenute dai medesimi alberi, prodotte dall'ICR Cosmetics della famiglia Martone: essi, insieme al "naso" (in puro gergo profumiere) dei vini formeranno nell'apparato olfattivo dei presenti un meraviglioso continuum di profumi e sensazioni tattili e gustative (i legni verranno toccati per saggiarne le diverse consistenze, odorati per conoscerne l'essenza e infine assaggiati i vini ove ritrovarne il sentore).

Flag Counter
Articoli recenti