Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Vola il prezzo del petrolio, ai massimi da più di tre anni sulla scia delle scorte Usa, che calano oltre le attese, e per la notizia che gli Stati Uniti dovrebbero diventare nel 2019 il maggior produttore al mondo superando Russia e Arabia Saudita. Il Wti avanza di 38 cent a 63,34 dollari al barile dopo aver toccato 63,67 dollari, il Brent sale di 18 cent a 69 dollari dopo aver toccato i 69,37 dollari. Le scorte settimanali di petrolio negli Stati Uniti sono infatti scese di 4,94 milioni di barili a 419,5 milioni.Gli analisti prevedevano una diminuzione di 3,89 milioni. Gli stock di benzina sono aumentati invece di 4,13 milioni, il consensus era per un incremento di 2,62 milioni.