Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Roma - L'Italia riscrive la storia dello sci velocita' nello Speed Master di Vars (Fra) che rimarra' impressa per sempre nella mente di protagonisti. Record del mondo per l'azzurro Ivan Origone che si supera e che con 254,958 km/h batte il fratello Simone. Nella giornata ideale, fatta di uno splendido sole che ha riscaldato minuto dopo minuto la neve sulla pista francese, si e' capito sin dal primo giro che sarebbe successo qualcosa di importante, con misure ben al di sopra di quelle ottenute nella giornata di giovedi'. Ma lo spettacolo e' esploso nella finalissima, con una serie di record nazionali caduti uno dopo l'altro (Russia, Austria, Polonia solo per citarne alcuni), fino a quando sono entrati in scena i rappresentanti azzurri, veri dominatori del circuito.

Ha cominciato Simone Origone, che ha spiccato un 252,987 km/h, di per se' eccezionale che batteva il 252,632 km/h realizzato nel 2014, ma ancora piu' incredibili sono stati i 254,958 km/h di Ivan Origone, che ha strappato la misura al proprio fratello con quasi 2 km di differenza. Poi ci ha pensato pure Valentina Greggio a mettere la sua firma con un 247,083 km/h, grazie al quale ha battuto di oltre 5 km/h il precedente primato che apparteneva alla svedese Sanna Tidstrand con 242,590 km/h. Ora l'attenzione degli appassionati si sposta sul doppio appuntamento di Idre del 9 e 10 aprile che chiudera' la stagione di Coppa del mondo, con Greggio gia' sicura del successo grazie alle cinque vittorie ottenute in altrettante tappe e i fratelli Origone che partiranno a pari punti (360) in cima alla classifica per gli stessi risultati ottenuiti sinora. (AGI)

Barcellona - Barcellona si prepara per l'ultimo saluto al grande Johan Cruyff. Il presidente del club 'blaugrana' Josep Maria Bartomeu, ha inaugurato questa mattina dopo un minuto di silenzio, una sorta di memoriale con una grande foto-ritratto del campione olandese. "Sono giorni tristissimi per i tifosi del Barcellona, sono giorni tristi per chiunque ama il calcio", ha detto.

"D'accordo con la famiglia Cruyff abbiamo aperto questo memoriale in modo che tutti possano dare il loro saluto a questo straordinario campione". In fila per rendere omaggio al campione moltissimi spagnoli, ma anche cinesi, giapponesi, marocchini, inglesi e molte altre persone di tante nazionalita' che hanno portato mazzi di fiori e lasciato biglietti. (AGI) 

Roma – Si e' chiusa con la sconfitta dell'Olanda, battuta 3-2 dalla Francia, l'amichevole dell'Amsterdam Arena in cui e' stato ricordato il grande giocatore oranje Johan Cruyff, scomparso giovedi' per un cancro ai polmoni all'eta' di 68 anni. Prima del fischio d'inizio, un minuto di raccoglimento per le vittime del duplice attentato terroristico a Bruxelles. A Dublino, invece, l'Irlanda di Martin O'Neill, prossima avversaria dell'Italia nel gironi degli Europei di Francia 2016, si aggiudica di misura l'amichevole contro la Svizzera. A decidere il match dell'Aviva Stadium, la rete dopo soli due minuti di Clark
.

Roma - Al 14esimo di gioco si fermano gli uomini in campo per l'amichevole tra Olanda e Francia (finita 2-3), per onorare la memoria di Johan Cruyff, il grande giocatore di Ajax, Barcellona e Nazionale oranje morto ieri per un cancro ai polmoni. Lui, il 'profeta' del calcio globale che in campo portava proprio il numero 14. 

Cruyff, il profeta del calcio totale

Un grande applauso in onore del campione olandese. Prima del via del match, invece, era stato effettuato un minuto di silenzio in onore delle vittime degli attentati alla metropolitana e all'aeroporto di Bruxelles. (AGI)

Istanbul (Turchia) - La paura di attentati e azioni terroristiche comincia a prendere piede anche nel circuito del tennis professionistico. Secondo quanto afferma infatti il giornale turco 'Hurriyet' tre giocatrici hanno deciso di rinunciare al torneo Wta di Istanbul, in calendario dal prossimo 18 aprile, per motivi di sicurezza: sarebbero l'azzurra Camila Giorgi, la ceca Lucie Hradecka e l'americana Irina Falconi, i cui nomi figurano al momento ancora nell'entry list, ma che avrebbero fornito come motivo del forfait una "situazione pericolosa nel Paese" che ospita il torneo.

Quest'anno Istanbul ha visto due attentati suicidi da parte di jihadisti dell'IS. Nel primo attentato sono morti 12 turisti tedeschi e nel secondo, avvenuto sabato scorso, hanno perso la vita tre israeliani e un iraniano. Anche la capitale Ankara e' stata scena di attentati suicidi tra febbraio e marzo, da parte di un gruppo estremista. Tuttavia le stelle del tennis femminile mondiale non mancheranno nel torneo Wta di Istanbul: ci saranno infatti la bielorussa Victoria Azarenka, la danese Caroline Wozniacki e la slovacca Anna Karolina Schmiedlova. (AGI)

Roma – Si sono affrontati in battaglia molte volte, ma la rivalità tra la Royal Navy britannica e la Marine Nationale francese mercoledi' sera si è scatenata non in mare ma sul campo da rugby. Una maxi scazzottata ha 'movimentato' il torneo internazionale Babcock nello stadio francese di Mayol, a Tolone. In un video che sta facendo il giro del web, la tradizionale sportività del rugby si e' trasformata per alcuni istanti in una furibonda scazzottata.

A un certo punto della gara – non si è capito chi abbia tirato il primo colpo ne' perche' – quasi tutti i giocatori in campo (gli inglesi in grigio, i francesi in blu) si sono ritrovati coinvolti nella rissa: schiaffi, pugni e spintoni senza esclusioni di colpi. Per far tornare la calma è stato necessario l'intervento dei rispettivi staff tecnici e di alcuni spettatori. La partita è poi ripresa e si è conclusa con la sonora sconfitta degli ospiti, battuti dai padroni di casa francesi per 28 a 6. Due i cartellini rossi tirati fuori dall'arbitro, uno per squadra. Secondo il Daily Telegraph al termine della partita si e' svolto il classico 'terzo tempo' al pub, fra strette di mano e pacche sulla spalle. (AGI) 

Roma- Finisce 1-1 l'amichevole di Udine fra Italia e Spagna ma e' ottima la prestazione degli azzurri che avrebbero sicuramente meritato di piu'. Insigne illude al 23' della ripresa e Aduriz gela il Friuli due minuti dopo. Conte sperimenta come anticipato un 3-4-3 con Eder e Candreva ai lati di Pelle', in mezzo Parolo e Thiago Motta e sulle fasce Florenzi e Giaccherini, con Darmian, Bonucci e Astori a protezione di Buffon. Nella Spagna inedito tandem offensivo formato da Morata e Aduriz con Mata a supporto. (AGI) 

Roma - A Waterford, nella gara valida per il girone 2 di qualificazione agli Europei under 21 di Polonia 2017, l'Italia ha battuto 4-1 l'Irlanda. Dopo l'autogol di Rosseti che al 16' ha regalato il vantaggio ai padroni di casa, la squadra di Luigi Di Biagio ha ribaltato il risultato con le reti di Benassi (28'), Rosseti (36'), Romagnoli (59') e l'autogol di Darragh Lehinan (81'). (

A Waterford la nazionale di Luigi Di Biagio ha superato per 4-1 l'Irlanda, bissando il successo per 1-0 ottenuto nella gara d'andata lo sorso 13 ottobre. Con questi tre punti gli azzurrini, che finora hanno ottenuto cinque vittorie e un solo pareggio nel girone 2, salgono a quota 16, con quattro punti di vantaggio sulla Slovacchia e ben sei sulla Serbia, che pero' domani giochera' la sua sesta partita sul campo dell'Andorra e potrebbe tornare a tre lunghezze dall'Italia. L'under 21 azzurra ha mostrato pero' di non dover temere nessuno. Di Biagio lancia dal primo minuto Gianluigi Donnarumma, che a 17 anni e 28 giorni diventa il piu' giovane esordiente con la maglia azzurra. Dopo un'occasione sprecata da Monachello in apertura, proprio il portiere del Milan e' messo alla prova da Charsley, ma risponde presente con reattivita'. Nulla puo' invece al 16', quando e' il suo compagno Rosseti a batterlo cercando di rinviare in modo maldestro la punizione calciata in area dall'Irlanda. L'Italia traballa, due minuti dopo rischia addirittura di subire il raddoppio quando O'Dowda parte solo in contropiede ma poi allarga troppo il sinistro. Alla squadra di Gigi Di Biagio, pero', non manca il carattere: la reazione e' immediata e da quel momento la partita di Waterford diventa un monologo azzurro. Il laziale Cataldi ci prova su punizione e poi con un sinistro dalla distanza, costringendo il portiere avversario Rogers a un grande intervento. Al 28', pero', l'estremo difensore irlandese nulla puo' sulla fantastica girata al volo di Benassi, che sfrutta al meglio il preciso lancio in profondita' di Monachello. Con un ordinato 4-4-2 e qualita' tecniche sconosciute ai padroni di casa, costretti ad affidarsi ai lanci lunghi per Wilkinson, l'Italia domina e otto minuti dopo trova il gol del vantaggio: Monachello scappa sul filo del fuorigioco e serve un altro assist perfetto, stavolta per Rosseti che di testa batte ancora Rogers. Per il tris azzurro basta attendere il 14' della ripresa, quando Romagnoli e' bravo a inserirsi in area con i tempi giusti per sfruttare al meglio gli sviluppi di una punizione e il preciso cross di Barreca. A quel punto l'Irlanda prova a reagire e colleziona alcuni calci d'angolo, Donnarumma deve compiere un grande intervento sul colpo di testa di Darragh Lehinan, ma all'81' e' proprio l'autogol del centrocampista dell'Irlanda a fissare il risultato sul 4-1. L'Italia vince e rafforza il primato del girone 2. Per qualificarsi a Euro 2017 senza passare dai playoff (ai quali parteciperanno solo le quattro migliori seconde classificate dei rispettivi gironi) bisogna vincere il proprio raggruppamento: martedi' prossimo, nella sfida sul campo dell'Andorra, serve un altro successo per avvicinare l'Europeo.(AGI) 

Roma - "Ha cambiato il gioco per sempre, da giocatore e da mister. #14VoorAltijd, buon viaggio Johann Cruijff". Questo il tweet che Massimiliano Allegri ha dedicato a Johan Cruyff, l'ex fuoriclasse olandese deceduto oggi. (AGI) 

Roma - Johan Cruyff, uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, è scomparso oggi all'età di 68 anni. L'annuncio della sua scomparsa, al termine di una lotta contro il cancro è stato dato dal sito internet ufficiale dell'ex calciatore e allenatore olandese.

Allegri: ha cambianto il calcio da giocatore e da tecnico

"Il 24 marzo 2016, Johan Cruyff è deceduto a Barcellona, circondato dai suoi cari, dopo una dura lotta contro il cancro. Chiediamo con grande tristezza che si rispetti la privacy della famiglia". (AGI)