Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 10 lug. – L’attore Omar Sharif e’ morto all’eta’ di 83 anni. Fu interprete dei famosi film ‘Lawrence d’Arabia’ e ‘Dottor Zivago’. Soffriva di Alzheimer. Nel 2009, alla Mostra del Cinema di  Venezia, racconto: “Fellini voleva girare con me ‘La citta’ delle donne’ ma mi scarto’ quando scopri’ che non sono pazzo”. Omar Sharif, in concorso con il film egiziano ‘El Mosafer’ (‘The Traveller’) di Ahmed Maher, racconto’: “A Fellini non piacevano gli attori intellettuali. Girava soprattutto con Marcello Mastroianni, ma mi chiese di fare un film con lui. Ma pose una condizione: vivere insieme per 15 giorni. Accettai e andai a Fregene. Alla fine mi disse: ‘non mi interessa fare un film con te perché non sei pazzo’. Dissi che ero disposto a fare il pazzo, ma non gli basto’ e per ‘La città delle donne’ riprese Mastroianni”.

Morte Omar Sharif: tutte le notizie nell’archivio – Agi

L’attore egiziano da anni si era ritirato dal cinema, seppure nel 2009 aeva presentato a Venezia ‘El Mosafer’ (‘The Traveller’) di Ahmed Maher. Il cinema di oggi non gli piaceva. “Non ho mai visto un film di Tarantino o degli altri registi di oggi che fanno della violenza il soggetto dei loro film – ha detto -. Non vado più al cinema e talvolta mi faccio venire delle pellicole a casa. Ma amo guardare soprattutto i vecchi film, le opere di registi come Fellini con attori e colleghi come Marcello Mastroianni”.

(AGI) – Milano 10 lug. – La show girl Belen Rodriguez ‘assente giustificata’ nel processo in cui avrebbe dovuto testimoniare e che vede imputati per diffamazione il direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi, l’autore e regista delle ‘Iene’ Davide Parenti, il giornalista Filippo Roma, Vanessa Incontrada, Eleonoire Casalegno e i cantanti Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo. Belen, citata dalle difese, ha fatto sapere ai giudici della quarta sezione penale di Milano di trovarsi all’estero dove sta trascorrendo un periodo di vacanza. Nell’udienza di oggi sono stati ascoltati due testi, l’accompagnatore dei cantanti Tatangelo e D’Alessio e l’addetta di un’agenzia di comunicazione. L’accusa riguarda alcune puntate del programma ‘Le Iene’ durante le quali era stata messa in dubbio la veridicita’ di articoli pubblicati sui settimanali ‘Nuovo’ e ‘Diva e Donna’ della casa editrice di Urbano Cairo che per questo aveva querelato Tiraboschi e gli altri imputati. Belen Rodriguez, stando al calendario comunicato dai giudici, dovrebbe essere riconvocata per il 23 ottobre. Il 27 novembre dovrebbero invece essere interrogati Tatangelo e D’Alessio. .

(AGI) – Roma, 10 lug. – Uno spazio dedicato a tutti i segmenti dell’audiovisivo, dal cinema alle serie TV, dai documentari ai factual, dai videogiochi all’animazione, coinvolgendo sia da un punto di vista strategico che operativo, tutte le realta’ consolidate e attive nel panorama produttivo e distributivo italiano. E’ il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo (Mia), che prendera’ il via a Roma, in ottobre, in occasione della Festa del Cinema. Dal 16 al 20 ottobre nella cornice del complesso delle Terme di Diocleziano, all’albergo Boscolo Esedra e al cinema Quattro Fontane, il mondo dell’audiovisivo si incontrera’ per la rassegna internazionale. A presentare il Mia, oggi a Roma, Carlo Calenda, viceministro Mise, il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore capitolino alla Cultura Giovanna Marinelli, e Piera Detassis presidente Fondazione Cinema per Roma. Saranno presenti per il cinema, l’Associazione Audiovisive (Anica) e Fondazione Cinema per Roma; per le attivita’ televisive, Nazionale Industrie Cinematografiche l’Associazione Produttori Televisivi (Apt). Per i documentari – a quanto si apprende – Agora Mia si svolgera’ grazie al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e di ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, sara’ promosso dal Ministero dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo e dall’Istituto Luce-Cinecitta’, e contera’ sulla collaborazione della Roma Lazio Film Commission, in sinergia con le film commission nazionali. .

(AGI) – Gerusalemme, 9 lug. – Il tribunale di Tel Aviv ha condannato a 14 mesi di carcere un hacker che riusci’ a introdursi nei computer di Madonna, rubando inediti della pop star. Adi Lederman ha patteggiato la pena, confessando di aver hackerato alcuni computer della cantante e di aver venduto le tracce inedite dell’album ‘Rebel Heart’ a due acquirenti per appena 273 euro per ognuno. Lederman, 39 anni, residente a a Tel Aviv, non ha precedenti penali, ne’ risulta aver partecipato a corsi di informatica e di ‘hacking’. L’uomo era stato fermato a gennaio nell’ambito di un’operazione, in collaborazione con l’Fbi, con l’accusa di aver rubato anche brani musicali di altri artisti. Madonna, nel dicembre scorso, fu costretta ad anticipare la pubblicazione di sei canzoni di “Rebel Heart”, mesi prima del previsto, dopo la pubblicazione on-line dei brani inediti, una violazione che la pop star defini’ come una “violenza per l’arte”. .

(AGI) – Tauranga (Nuova Zelanda), 9 lug. – A Imola e’ l’Ac/Dc Day, ma all’appello manchera’ il batterista. Phil Rudd. Se ha scampato la prigione, rischia ancora di finire dietro le sbarre pende ancora sulla sua testa se continuera’ con il suo “stile di vita da rock star”. Questo e’ l’avvertimento del giudice neozelandese che l’ha condannato a 8 mesi di arresti domiciliari per possesso di droga e per aver minacciato di morte il suo ex capo della sicurezza. L’artista 61enne rischiava fino a 7 anni di carcere, con la procura che aveva chiesto una condanna a 18 mesi. A suo favore ha giocato la fedina penale relativamente pulita, ha spiegato il giudice Thomas Ingram.

Arrivato in tribunale a bordo di una Bentley guidata dall’autista e circondato da un gruppo di familiari e amici, Rudd ha ringraziato i fan per il loro “fantastico” sostegno. Diverso l’atteggiamento all’uscita dell’aula, dopo la lettura del verdetto, quando a un reporter, il rocker ha risposto in malo modo, esortandolo a trovarsi un “fottuto lavoro”. Il suo ingaggio con gli Ac/Dc e’ ora in bilico: nonostante le sbandierate intenzioni di riunirsi alla band, il gruppo, impegnato nel tour mondiale “Rock or Bust”, l’ha gia’ rimpiazzato con Chris Slade. Proprio su questo tasto aveva insistito l’avvocato di Rudd di fronte al giudice, sostenendo che una condanna sarebbe costata al batterista decine di milioni di dollari.

Ma Ingram ha ricordato, lapidario, che “i Queen hanno rimpiazzato Freddie Mercury, e’ chiaro che la band (Ac/Dc) e’ in tour senza di lui”. Rudd era stato arrestato a novembre, nella sua abitazione sulla costa nella citta’ di Tauranga. Arrabbiato per la scarsa organizzazione durante una performance da solista, il batterista aveva chiesto che un ex impiegato da lui ritenuto responsabile venisse “tolto di mezzo”. Poi, lo aveva chiamato direttamente al telefono e lo aveva minacciato di morte. Durante la perquisizione della casa del batterista, gli agenti avevano trovato quasi 500 grammi di metamfetamine e 91 grammi di cannabis. In aprile, lui stesso si era dichiarato colpevole di possesso di droga e minacce di morte. (AGI)

(AGI) – Tauranga (Nuova Zelanda), 9 lug. – A Imola e’ l’Ac/Dc Day, ma all’appello manchera’ il batterista. Phil Rudd. Se ha scampato la prigione, rischia ancora di finire dietro le sbarre pende ancora sulla sua testa se continuera’ con il suo “stile di vita da rock star”. Questo e’ l’avvertimento del giudice neozelandese che l’ha condannato a 8 mesi di arresti domiciliari per possesso di droga e per aver minacciato di morte il suo ex capo della sicurezza. L’artista 61enne rischiava fino a 7 anni di carcere, con la procura che aveva chiesto una condanna a 18 mesi. A suo favore ha giocato la fedina penale relativamente pulita, ha spiegato il giudice Thomas Ingram. Arrivato in tribunale a bordo di una Bentley guidata dall’autista e circondato da un gruppo di familiari e amici, Rudd ha ringraziato i fan per il loro “fantastico” sostegno.

Diverso l’atteggiamento all’uscita dell’aula, dopo la lettura del verdetto, quando a un reporter, il rocker ha risposto in malo modo, esortandolo a trovarsi un “fottuto lavoro”. Il suo ingaggio con gli Ac/Dc e’ ora in bilico: nonostante le sbandierate intenzioni di riunirsi alla band, il gruppo, impegnato nel tour mondiale “Rock or Bust”, l’ha gia’ rimpiazzato con Chris Slade. Proprio su questo tasto aveva insistito l’avvocato di Rudd di fronte al giudice, sostenendo che una condanna sarebbe costata al batterista decine di milioni di dollari. Ma Ingram ha ricordato, lapidario, che “i Queen hanno rimpiazzato Freddie Mercury, e’ chiaro che la band (Ac/Dc) e’ in tour senza di lui”. Rudd era stato arrestato a novembre, nella sua abitazione sulla costa nella citta’ di Tauranga. Arrabbiato per la scarsa organizzazione durante una performance da solista, il batterista aveva chiesto che un ex impiegato da lui ritenuto responsabile venisse “tolto di mezzo”. Poi, lo aveva chiamato direttamente al telefono e lo aveva minacciato di morte. Durante la perquisizione della casa del batterista, gli agenti avevano trovato quasi 500 grammi di metamfetamine e 91 grammi di cannabis. In aprile, lui stesso si era dichiarato colpevole di possesso di droga e minacce di morte. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 lug. – Dopo lo straordinario successo de “Lo Stadio Tour” riparte a novembre il viaggio live di Tiziano Ferro. “L’european tour 2015” con 17 date in 15 citta’, tra cui Roma, Milano, Zurigo, Monaco, Bruxelles, animera’ i palasport italiani ed europei. Sul palco rimane la stessa formazione che ha accompagnato Tiziano negli stadi: alla chitarra Tim Stewart e Davide Tagliapietra, al pianoforte Luca Scarpa, Nicola Peruch alle tastiere, Aaron Spears alla batteria e Reggie Hamilton al basso. Oltre 300mila spettatori hanno seguito il cantautore durante gli 8 concerti estivi negli stadi. I biglietti per il tou autunnale saranno in vendita da martedi’ 14 luglio su www.livenation.it e tramite il circuito Ticketone www.ticketone.it. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 lug. – Sono due dei principali compositori/artisti del XX secolo: Caetano Veloso e Gilberto Gil festeggiano quest’anno il 50mo anniversario sia di carriera artistica che di amicizia. Si sono incontrati per la prima volta per caso a Salvador (Bahia), e da quel giorno dei primi anni ’60 sono stati molto amici, nonostante la vita li abbia a volte allontanati. Insieme, hanno scritto solo poche composizioni, ma hanno condiviso gioie, momenti felici, avventure e momenti tristi? e la loro amicizia e’ sempre stata li’. Dopo i sold out a Parigi, Londra, Copenaghen, Amsterdam, il loro toutr fa tappa in Italia: domani, venerdi’ 10 luglio, a Chieri (TO), nell’ambito di Area. Festival Internazionale dei beni Comuni, e la tournee proseguira’ poi sabato 11 luglio al Festival di Villa Arconati a Bollate (Mi), venerdi’ 17 luglio a Umbria Jazz 15 a Perugia, domenica 19 luglio a Udin&Jazz a Udine. Il concerto che Caetano Veloso e Gilberto Gil propongono e’ completamente inedito, con una scaletta pensata ad hoc, che vede i due artisti insieme sul palco per l’intera durata del live. Da quando si sono esibiti nel 1994 nel tour mondiale “Tropicalia Due”, che in Italia fece tappa ad Umbria Jazz, molti produttori da tutto il mondo hanno provato a ripresentare questo concerto, ma solo ora, dopo che ognuno ha sviluppato per anni i propri progetti e prodotto molti album, Veloso e Gil hanno trovato il tempo per fermarsi e discutere di questo nuovo duo in cui sono solo loro due sul palco con le loro chitarre. Queste le prossime date del tour europeo, prodotto e organizzato dalla Intersuoni BMU. Dal tour mondiale Tropicalia Due nel lontano 1994, molti produttori da varie parti del mondo hanno richiesto che venisse ripetuto questo tipo di show, ma solo ora, dopo che ognuno di loro ha sviluppato diversi progetti e prodotto molti album, hanno trovato il tempo per fermarsi e discutere di questo nuovo duo Caetano&Gil – two friends, one century of music, in cui saranno solo loro due sul palco con le loro chitarre. “Gil e’ un grande inventore che non deposita i brevetti” duice Veloso, “Esercita il suo grande talento con fin troppa modestia, e il suo disprezzo innocente verso la sua stessa grandezza sono due facce di una luna mezza nera e mezza nascosta, che e’ la sua stessa musica. Cio’ che capisco di Gil ad oggi: per lui, essere un musicista e’ sempre stato qualcosa di ordinario, un’indole innata che non gli ha mai richiesto troppo lavoro. Vuole discutere di cio’ che circonda la musica; insieme ai suoi colleghi, vuole studiare una strategia politica di interferenza all’interno del mercato, col risultato di “deprovincializzare” e modernizzare il Brasile. Inoltre, Gil una volta ha dichiarato che, invece di affinare la sua percezione armonica, avrebbe preferito suonare le percussioni”. “Con Caetano e’ sempre un alternarsi di momenti emozionanti (come con il maestro Joao Gilberto) e momenti piu’ da ‘guerriero’ (come nel rock ‘n’ roll). Sempre teso al raggiungimento collettivo dello stato Zen e della completa felicita’ del pianeta” aggiunge Gil, “Con Caetano e’ sempre stato un affrontare la vita cosi’ com’e’, indipendentemente dal fatto che ci si trovi in un viaggio aereo o in un rituale Candomble’, che sia essa espressione di civilta’ o della mentalita’ selvaggia. Con Caetano e’ sempre stato amore e amicizia”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 lug. – Dopo la data sold out a Milano del tour indoor, e i live in Asia, Canada e Stati Uniti, Noel gallagher’s high flying birds torna in concerto per la data romana del tour che segue la pubblicazione del nuovo album, ‘Chasing Yesterday’, uscito a marzo su etichetta Sour Mash Records. L’ex Oasis incarna celebrita’ e musica; genio e sregolatezza e sara’ questa sera al Postepay Rock in Roma. L’album segue l’enorme successo dell’album di debutto della band, doppio platino certificato, che ha venduto 770.000 copie solo nel Regno Unito, e un lungo tour che ha visto la band esibirsi in 32 paesi e 143 concerti in 15 mesi. Il concerto di stasera sara’ seguito martedi’ 14 luglio da quello dei Verdena e sabato 18 luglio da uno degli appuntamenti piu’ attesi: i Muse. (AGI)

(AGI) – Los Angeles (California), 9 lug. – Negli anni ’80 faceva sognare nelle vestiti del bravo investigatore privato Magnum P.I. nelle verdi Hawaii a bordo di una fiammanta ferrari 308 Gts rossa. Ora Tom Selleck finisce nel fango, o meglio vista la mancanza di acqua, nella polvere, per essere stato beccato a rubare acqua da un idrante (quelli rossi cui si attaccano i pompieri) nel corso degli ultimi due anni. Non perche’ non avesse nulla da bere ma per innaffiare il suo ranch, rara perla verde smeraldo in un California saharizzata dalla devastante siccita’ che ormai da 4 anni ha devastato lo Stato. Il Calleguas Municipal Water District ha denunciato alla Corte Superiore della contea di Ventura contro Selleck. I responsabili del bacino idrico dell’area di Calleguas hanno speso quasi 22.000 dollari per un investigatore privato che ha accertato come ripetutamente tra il 2013 ed il 2015 una cisterna d’acqua ha attinto ad un idrante pubblico nella citta’ di Thousand Oaks nella California meridianonale per innaffiare il vicino ranch dell’atttore. Il furto con scarsa destrezza d’acqua piu’ recente e’ avvento per ben 4 volte solo a marzo. Selleck e i suoi legali non hanno risposto alle telefonate in cui si chiedeva loro un commento. Peraltro all’attore gia’ nel novembre del 2013 il Calleguas Municipal Water District aveva intimato di smettere di trafugare l’acqua, avvertendolo che in caso contrario sarebbe stato denunciato. Avvertimento inutile. Selleck non e’ l’unica star o ex star ad essere accusato di ignorare i regolamenti sui razionamenti d’acqua nell’ex Stato giardino Usa dove molti coltivatori sono stati costretti a distruggere le loro coltivazioni, in primis quelle di mandorle, ad altissima intensita’ di irrigazione. (AGI) .

Flag Counter