Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 12 ago. – Marco Pannella ha bevuto un bicchiere d’acqua davanti alle telecamere di SkyTg24 e sospeso cosi’ lo sciopero della sete iniziato domenica scorsa per sostenere la battaglia “per il rispetto e il diritto della legalita’, per la giustizia, i processi e i problemi legati al mondo carcerario”.

Rispondendo all’appello del Presidente della Repubblica, che proprio ieri lo aveva invitato a interrompere la protesta, il leader radicale ha bevuto. .

(AGI) – Roma, 12 ago. – Il mercantile “Phoenix”, battente bandiera del Belize, ha portato 232 migranti a Pozzallo (Ragusa): i profughi erano divisi in due gruppi, uno di 144 e l’altro di 88, che viaggiavano su due diverse imbarcazioni soccorse nel Canale di Sicilia. A Reggio Calabria e’ approdata la nave svedese “Poseidon” con a bordo 417 migranti. Si riaccende intanto la polemica: “Piazzisti di fanfaronate da osteria, chiacchiere da bar che rilanciate dai media rischiano di provocare conflitti”, in un’intervista a Famiglia Cristiana online, monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della conferenza episcopale italiana, replica al segretario della Lega Matteo Salvini e al presidente del Veneto Luca Zaia, ma anche a Beppe Grillo sul tema immigrati e poi sottolinea: “Hanno criticato pesantemente il Papa, ma hanno visto che puo’ essere controproducente per il loro consenso perche’ Papa Francesco e’ molto popolare”. Ma il prelato riserva critiche anche all’esecutivo: “il governo che e’ del tutto assente sul tema dell’immigrazione… Abbiamo scritto leggi che respingono gli immigrati e non prevedono un’integrazione positiva”, la legge “impone la non integrazione” e “nessuna forza politica si applica alla questione” dal momento che si rischiano i voti. Quanto all’accusa alla Cei di “guadagnarci con gli immigrati” Galantino dice: “Una banalita’ spaventosa. Vengano a dare un’occhiata… Noi ci arrangiamo tiriamo fuori soldi di tasca nostra e nessuno ci guadagna.Facciamo cio’ che il Vangelo ci impone di fare e non dobbiamo giustificarci. In Vaticano papa Wojtyla ha aperto una delle prime mense ai poveri e vi sono vescovi che ospitano immigrati a casa propria e non si sono mai riempiti le tasche”. Ancora senza esito le ricerche dei dispersi – una cinquantina, secondo le testimonianze dei sopravvissuti – del nuovo naufragio avvenuto ieri al largo della Libia. Cinquantadue dei migranti stipati a bordo di un gommone poi affondato erano stati salvati dalla corvetta “Fenice” della Marina militare: successivamente l’elicottero del pattugliatore “Orione”, in pattugliamento nella zona, ne ha avvistati e soccorsi altri due, aggrappati ad un barile. La Dda di Lecce ha intanto disarticolato un’organizzazione transnazionale dedita al traffico di esseri umani: ordinanze di custodia cautelare per tre (quattro erano gia’ stati arrestati) dei responsabili dello sbarco di 796 persone avvenuto a Gallipoli il 30 dicembre dal mercantile “Blue Sky M”. Un siriano di 32 anni e’ finito in manette in Germania, mentre altri due sono ricercati. Secondo il procuratore di Lecce, Cataldo Motta, dietro i viaggi di migliaia i migranti siriani verso le nostre coste ci sarebbe “un’unica regia”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 12 ago. – “La storia di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre tocca tutti noi, indistintamente dal colore politico. Sono sempre piu’ convinto che e’ giunto il tempo di far terminare le inutili e sterili critiche, le beghe politiche lasciamole a vicende meno serie”. Lo afferma il Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare, in merito alla vicenda dei due fucilieri italiani. “A questo punto dei fatti – aggiunge Paglia – a nessuno piu’ interessa capire o trovare il colpevole e quantomeno interessa puntare il dito su chi ha avuto in questo periodo maggiore responsabilita’, e’ fondamentale, invece, che la classe politica tutta, sia unita affinche’ Massimiliano e Salvatore siano definitivamente in Italia da uomini liberi. Mi piacerebbe inoltre, che il comportamento dei nostri due Maro’ e la compostezza che hanno avuto in questi tre lunghi anni con il silenzio, con la dignita’ difendendo sempre l’Amor di Patria, possa essere da esempio e recepito da tutta la politica, che – conclude Paglia – insieme e uniti devono fare in modo che ritornino in Italia per sempre”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 12 ago. – Il mercantile “Phoenix”, battente bandiera del Belize, ha portato 232 migranti a Pozzallo (Ragusa): i profughi erano divisi in due gruppi, uno di 144 e l’altro di 88, che viaggiavano su due diverse imbarcazioni soccorse nel Canale di Sicilia. A Reggio Calabria e’ approdata la nave svedese “Poseidon” con a bordo 417 migranti. Si riaccende intanto la polemica: “Piazzisti di fanfaronate da osteria, chiacchiere da bar che rilanciate dai media rischiano di provocare conflitti”, in un’intervista a Famiglia Cristiana online, monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della conferenza episcopale italiana, replica al segretario della Lega Matteo Salvini e al presidente del Veneto Luca Zaia, ma anche a Beppe Grillo sul tema immigrati e poi sottolinea: “Hanno criticato pesantemente il Papa, ma hanno visto che puo’ essere controproducente per il loro consenso perche’ Papa Francesco e’ molto popolare”. Ma il prelato riserva critiche anche all’esecutivo: “il governo che e’ del tutto assente sul tema dell’immigrazione… Abbiamo scritto leggi che respingono gli immigrati e non prevedono un’integrazione positiva”, la legge “impone la non integrazione” e “nessuna forza politica si applica alla questione” dal momento che si rischiano i voti. Quanto all’accusa alla Cei di “guadagnarci con gli immigrati” Galantino dice: “Una banalita’ spaventosa. Vengano a dare un’occhiata… Noi ci arrangiamo tiriamo fuori soldi di tasca nostra e nessuno ci guadagna.Facciamo cio’ che il Vangelo ci impone di fare e non dobbiamo giustificarci. In Vaticano papa Wojtyla ha aperto una delle prime mense ai poveri e vi sono vescovi che ospitano immigrati a casa propria e non si sono mai riempiti le tasche”. Ancora senza esito le ricerche dei dispersi – una cinquantina, secondo le testimonianze dei sopravvissuti – del nuovo naufragio avvenuto ieri al largo della Libia. Cinquantadue dei migranti stipati a bordo di un gommone poi affondato erano stati salvati dalla corvetta “Fenice” della Marina militare: successivamente l’elicottero del pattugliatore “Orione”, in pattugliamento nella zona, ne ha avvistati e soccorsi altri due, aggrappati ad un barile. La Dda di Lecce ha intanto disarticolato un’organizzazione transnazionale dedita al traffico di esseri umani: ordinanze di custodia cautelare per tre (quattro erano gia’ stati arrestati) dei responsabili dello sbarco di 796 persone avvenuto a Gallipoli il 30 dicembre dal mercantile “Blue Sky M”. Un siriano di 32 anni e’ finito in manette in Germania, mentre altri due sono ricercati. Secondo il procuratore di Lecce, Cataldo Motta, dietro i viaggi di migliaia i migranti siriani verso le nostre coste ci sarebbe “un’unica regia”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 12 ago. – Unire la memoria allo spirito di pace raggiunto dall’Italia e dalla Germania. Lo ha affermato Sergio Mattarella ricordando la strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema. Il Presidente della Repubblica, nella ricorrenza del 71esimo anniversario dell’eccidio, ha inviato un messaggio al sindaco del paese in provincia di Lucca . “Sono trascorsi settantuno anni dalla disumana strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema in cui furono trucidate tante persone inermi, in gran parte anziani, donne e bambini – ha scritto il Capo dello Stato -. Le rappresaglie contro i civili in Italia non furono una barbara eccezione, ma il frutto di una ideologia di dominio e di morte, lucida nei suoi propositi, esecrabile nei suoi obiettivi. E’ lodevole l’impegno con cui la vostra comunita’ mantiene vivo il ricordo dei martiri di Sant’Anna. E’ un’eredita’ preziosa per i giovani, che imparano ad apprezzare le conquiste di pace, democrazia e liberta’, ottenute con tanto sangue e tante sofferenze. Quest’anno il ricordo della strage e’ reso particolarmente significativo dall’inaugurazione della nuova sistemazione dei luoghi simbolo dell’eccidio; sistemazione avvenuta con il contributo del land tedesco del Baden-Wurttemberg. E’ un evento di grande significato perche’ collega la memoria degli orrori della guerra con lo spirito di pace, di concordia e di amicizia raggiunto tra Italia e Germania, protagoniste dalla meta’ del secolo scorso della propria rinascita democratica e della costruzione europea. Alla popolazione di Sant’Anna, ai familiari delle vittime, a tutti i partecipanti alla commemorazione invio il mio sentito e commosso saluto”.(AGI) .

(AGI) – Roma, 12 ago. – Marco Pannella ha bevuto un bicchiere d’acqua davanti alle telecamere di SkyTg24 e sospeso cosi’ lo sciopero della sete iniziato domenica scorsa per sostenere la battaglia “per il rispetto e il diritto della legalita’, per la giustizia, i processi e i problemi legati al mondo carcerario”.

Rispondendo all’appello del Presidente della Repubblica, che proprio ieri lo aveva invitato a interrompere la protesta, il leader radicale ha bevuto. .

(AGI) – Roma, 12 ago. – Marco Pannella ha bevuto un bicchiere d’acqua davanti alle telecamere di SkyTg24 e sospeso cosi’ lo sciopero della sete iniziato domenica scorsa per sostenere la battaglia “per il rispetto e il diritto della legalita’, per la giustizia, i processi e i problemi legati al mondo carcerario”. Rispondendo all’appello del Presidente della Repubblica, che proprio ieri lo aveva invitato a interrompere la protesta, il leader radicale ha bevuto. .

(AGI) – Roma, 12 ago. – “Ancora una volta il presidente Berlusconi mostra di non aver affatto perso l’intuito politico e l’amore per il Paese, quando prospetta al premier Renzi la possibilita’ di varare tutte le riforme possibili attraverso la nascita di un vero governo di larghe intese, di una seria ‘grosse koalition’ tra il Pd renziano e Forza Italia, sulla scia del fulgido esempio della Germania”. Lo afferma Michaela Biancofiore, di Forza Italia, che aggiunge: “Non certo come fu quello della imbarazzante parentesi masochistica di Letta. Non si tratta di ‘do ut des’, sarebbe sbagliatissimo mercanteggiare sullo scambio tra premio di coalizione e Senato elettivo, serve uno scatto di nobilta’ e assunzione di responsabilita’ seguendo il comune senso di giustizia dei cittadini”, sottolinea Biancofiore. “Se infatti la politica, tutta, guardasse sinceramente all’interesse dell’Italia e degli italiani – osserva Biancofiore – dovrebbe lavorare ad un governo forte, rampante, bramoso di cambiamento che non indossi la maglietta di nessun club privato ma esclusivamente quella della nazionale, nella quale il ruolo di Ct e di capitano sono gia’ delineati dalla storia e dai meriti conseguiti sul campo”. “Le urne, l’ultima volta che siamo stati chiamati come italiani a frequentarle – ricorda la parlamentare azzurra – non hanno decretato la vittoria di nessuno, come il premier Renzi non manca di ricordare ai suoi predecessori alla guida del Pd e in queste condizioni, specie quando un Paese e’ in crisi economica, politica, sociale ma soprattutto valoriale come l’Italia, non puo’ permettersi nuove elezioni che da sondaggi riconsegnerebbero lo stesso risultato, ma un governo riformistico, rivoluzionario, nazional-popolare, che restituisca credibilita’, dignita’, sviluppo e democrazia prima alla politica nel suo insieme e di conseguenza all’Italia e agli italiani. Germania docet”, conclude Biancofiore. (AGI)

(AGI) – Roma, 12 ago. – Unire la memoria allo spirito di pace raggiunto dall’Italia e dalla Germania. Lo ha affermato Sergio Mattarella ricordando la strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema. Il Presidente della Repubblica, nella ricorrenza del 71esimo anniversario dell’eccidio, ha inviato un messaggio al sindaco del paese in provincia di Lucca . “Sono trascorsi settantuno anni dalla disumana strage nazifascista di Sant’Anna di Stazzema in cui furono trucidate tante persone inermi, in gran parte anziani, donne e bambini – ha scritto il Capo dello Stato -. Le rappresaglie contro i civili in Italia non furono una barbara eccezione, ma il frutto di una ideologia di dominio e di morte, lucida nei suoi propositi, esecrabile nei suoi obiettivi. E’ lodevole l’impegno con cui la vostra comunita’ mantiene vivo il ricordo dei martiri di Sant’Anna. E’ un’eredita’ preziosa per i giovani, che imparano ad apprezzare le conquiste di pace, democrazia e liberta’, ottenute con tanto sangue e tante sofferenze. Quest’anno il ricordo della strage e’ reso particolarmente significativo dall’inaugurazione della nuova sistemazione dei luoghi simbolo dell’eccidio; sistemazione avvenuta con il contributo del land tedesco del Baden-Wurttemberg. E’ un evento di grande significato perche’ collega la memoria degli orrori della guerra con lo spirito di pace, di concordia e di amicizia raggiunto tra Italia e Germania, protagoniste dalla meta’ del secolo scorso della propria rinascita democratica e della costruzione europea. Alla popolazione di Sant’Anna, ai familiari delle vittime, a tutti i partecipanti alla commemorazione invio il mio sentito e commosso saluto”.(AGI) .

(AGI) – Roma, 11 ago. – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una cordiale telefonata con Marco Pannella, si e’ informato sulle sue condizioni di salute e lo ha invitato a desistere dallo sciopero della fame e della sete. Il Capo dello Stato ha espresso al leader radicale attenzione e apprezzamento per le sue battaglie civili a sostegno del diritto e della legalita’. (AGI) .