Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Vergiate (Milano), 6 lug. – Il percorso di privatizzazione delle Ferrovie dello Stato e’ “certamente confermato”, il governo “sta cercando la soluzione migliore”. Lo ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, oggi a margine della consegna alla Guardia Costiera di tre elicotteri Agusta Westland. “Confermiamo la privatizzazione – ha detto Delrio, commentando l’ipotesi del collocamento del 40% del capitale entro il 2016 – ne abbiamo discusso piu’ volte con il ministro Padoan e il Presidente del Consiglio. Stiamo cercando al soluzione migliore, perche’ il mio obiettivo e’ creare in prospettiva tanti campioni nazionali da questo percorso di quotazioni, non uno solo. Stiamo ragionando su quale sara’ la soluzione che determinera’ il maggior valore per tutte le aziende italiane”. .

(AGI) – Palermo, 6 lug. – La polizia di Stato ha arrestato a Palermo un ghanese di 34 anni per violenza sessuale su una minore. Il parcheggiatore abusivo ha aggredito la ragazza che aveva parcheggiato la sua minicar in piazza Ignazio Florio, per incontrare a poche centinaia di metri la madre e la sorella. La giovane stava consegnandogli 60 centesimi, quando l’uomo l’ha avvinghiata e palpeggiata. La vittima, sconvolta, e’ riuscita a liberarsi dalla presa dell’uomo, e’ fuggita e ha raggiunto i familiari. Il ghanese, fuori di se’, ha minacciato di aggredire anche la madre della vittima che si e’ recata sul luogo della violenza per affrontare lo straniero. Ma fortunatamente e’ giunta una volante della polizia dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico: gli agenti hanno localizzato e tratto in arresto Boateng Kusi Agyei. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – “Oggi abbiamo una strada obbligata, cercare un accordo su basi diverse rispetto a quelle prospettate, non per fare un favore alla Grecia, ma per fare un favore a noi stessi: il default della Grecia e’ un’alternativa che ci costerebbe molto di piu’ che un suo salvataggio”. Lo ha detto a Sky Tg24 l’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema, all’indomani del referendum greco. “Dobbiamo evitare – ha spiegato – uno scenario che sarebbe assolutamente imprevedibile. Il popolo greco ha dimostrato coraggio, malgrado la pesantezza della posizione che e’ venuta da parte europea. L’Europa si e’ cercata questo colpo, in particolare con la posizione di Angela Merkel, che ha rifiutato di trattare fino a dopo il referendum”. .

(AGI) – Roma, 6 lug. – “Apprezzando passo indietro Varoufakis, se ci fosse razionalita’ adesso passo indietro anche di Schauble. E accordo si farebbe in 24 ore”. Lo twitta Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio. “Dopo il referendum in Grecia la notizia di oggi e’ che Merkel e Hollande decideranno il da farsi, poi domani al vertice comunicheranno a Renzi quello che avranno deciso. Prendere ordini e’ il ruolo dell’Italia. Io mi auguro che il popolo italiano presto possa decidere considerato che il governo Renzi e’ come lo scolaretto che fa i compiti”. Cosi’ in una nota la deputata di Forza Italia, Daniela Santanche’. .

(AGI) – Roma, 6 lug. – “Perche’ l’Italia deve continuare a essere massacrata per dare i soldi alle banche tedesche che hanno dato i soldi alla Grecia. Non ci sono piu’ soldi per fare figli, sposarsi e uscire di casa. Se questa e’ la vostra bella Europa dei conti a posto tenetevela voi”. Cosi’ il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, oggi ad Agora’ Estate, su Rai Tre. “Ma cos’e’ – ha aggiunto – il gratta e vinci in cui si perde sempre? Tsipras vorrebbe la botte piena e la moglie ubriaca. L’Italia e’ in una condizione diversa: non prende i soldi dall’Europa, li da’”. .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Domani, alle 13.30, la Commissione IX Trasporti svolgera’ l’audizione informale di rappresentanti di Google Italy, nell’ambito dell’esame della proposta di legge recante disposizioni in materia di fornitura dei servizi della rete internet per la tutela della concorrenza e della liberta’ di accesso degli utenti. L’appuntamento sara’ trasmesso in diretta webtv. .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, e’ a palazzo Chigi dove si trova il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Il titolare del Mef e’ arrivato nella sede del governo poco dopo le 9,30. Sul tavolo i dati del referendum in Grecia. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – “La decisione di fare il referendum e’ stata una mossa azzardata e imprevista da parte di Tsipras. Non bisogna credere che la vittoria abbia risolto il problema”. Cosi’ il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni commenta ad Agora’ il risultato del referendum in Grecia. Il titolare della Farnesina riconosce che l’esito del voto “da’ piu’ forza a Tsipras nella sua trattativa con il resto d’Europa”. La crisi greca “non si risolve con una decisione tecnica” ma “serve una decisione politica”, afferma ancora il ministro degli Esteri ad Agora’. Secondo il titolare della Farnesina “non si puo’ scaricare sulle spalle seppure robuste di Mario Draghi il costo di questa crisi”. “Se prevale una logica di solo rispetto dei regolamenti il destino e’ segnato”, ha avvertito Gentiloni. “Il nostro sistema e’ in sicurezza”: il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni esclude cosi’ un rischio di contagio in caso di default della Grecia. “Questo non significa pero’ – ha aggiunto – che l’uscita della Grecia dall’Europa sia un male minore. Sarebbe un duro contraccolpo sul destino dell’Europa che faremo di tutto per evitare. Ma Tsipras ci deve dare una mano”. .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Le opposizioni chiedono una riflessione profonda sulla vittoria del ‘No’ in Gecia. Con toni diversi, a partire da Grillo e Salvini che chiedono un voto simile anche in Italia. Il popolo greco fa “una cosa meravigliosa” ha scritto Beppe Grillo sul suo blog. “E’ un sistema che sta collassando – scrive Grillo – il sistema del credito: ‘Io ti do i soldi, ma non li voglio indietro, voglio gli interessi degli interessi e ti prendo tutto quello che hai’. Questo e’ il sistema. Noi abbiamo fatto la proposta per un referendum se restare nell’euro, il popolo italiano ci dara’ una risposta. Vediamo cosa succedera’”.

Salvini, ora nuova Ue fondata sul lavoro e rispetto dei popoli

“No. No. No. No all’Unione Sovietica Europea della disoccupazione e dell’immigrazione. Si’ a una Nuova Europa, fondata sul lavoro e sul rispetto dei popoli. E se Renzi non se ne rende conto, ruspa anche per lui! La Lega c’e'” ha scritto da parte sua su Facebook il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini.

Brunetta, ha vinto democrazia, in Ue nulla piu’ come prima

“In Grecia ha vinto la democrazia e adesso in Europa nulla sara’ piu’ come prima” ha scritto su Twitter Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, cui ha fatto eco Mara Carfagna: “e’ fondamentale in questo momento avere visione e lungimiranza, non intestardirsi con prove di forza da una parte e dall’altra che porterebbero solo alla disgregazione. Bisogna abbandonare il braccio di ferro e fare appello al buon senso e alla responsabilita’. In gioco, ora, non c’e’ la leadership di un Paese o dell’Europa intera, ma il futuro di tutto il popolo comunitario. Sfruttiamo questa occasione per riflettere, dialogare senza pregiudizi, porre nuove basi per dare vita ad un nuovo corso. Questa puo’ essere l’occasione per fare l’Europa”.

Vendola “escono sconfitti la Troika, Merkel e Renzi”

Niki Vendola saluta con entusiasmo la vittoria del ‘No’: “e’ la vittoria dei nemici dell’austerita’. Si e’ aperta una crepa nel nuovo muro di Berlino. La Merkel e la Troika escono sconfitti. Matteo Renzi che ha giocato la parte peggiore, esce sconfitto. Esce vincitrice la democrazia ed esce la necessita’ di cambiare l’agenda di Bruxelles e mettere al centro i diritti delle persone”.

Meloni, un voto eroico, uno schiaffo alla Merkel

Sul fronte opposto Giorgia Meloni twitta che “Quello dei greci e’ un voto eroico, uno schiaffo alla Merkel e alla gestione Ue. Diranno che e’ populismo, ma e’ solo ribellione alla schiavitu'”.

Boldrini, auspicabile svolta per tutta Ue

“Il referendum greco e’ stato innanzitutto una prova di democrazia. Percio’ devono esserne soddisfatti – indipendentemente dal suo esito – tutti coloro che pensano che ‘la sovranita’ appartiene al popolo’, come dice la Costituzione italiana, anche in anni nei quali la finanza e’ sembrata spesso essere il giudice supremo delle vicende collettive” scrive in una nota la presidente della Camera, Laura Boldrini. “E’ chiaro che gia’ dalle prossime ore sara’ indispensabile ricominciare a trattare per trovare una soluzione che mantenga la Grecia dentro l’Unione e dentro la moneta unica, in uno spirito di condivisione e reale solidarieta’. Da questa vicenda puo’ nascere finalmente una svolta per tutta l’Ue, rispetto a politiche di austerita’ che hanno mostrato – in Grecia, ma non solo – la loro dura inefficacia. E’ tempo che l’Europa faccia rotta verso la crescita economica e la coesione sociale”. (AGI)

(AGI) – Roma, 5 lug. – Le opposizioni chiedono una riflessione profonda sulla vittoria del ‘No’ in Gecia. Con toni diversi, a partire da Grilo e Salvini che chiedono un voto simile anche in Italia. Il popolo greco fa “una cosa meravigliosa” ha scritto Beppe Grillo sul suo blog. “E’ un sistema che sta collassando – scrive Grillo – il sistema del credito: ‘Io ti do i soldi, ma non li voglio indietro, voglio gli interessi degli interessi e ti prendo tutto quello che hai’. Questo e’ il sistema. Noi abbiamo fatto la proposta per un referendum se restare nell’euro, il popolo italiano ci dara’ una risposta. Vediamo cosa succedera’”.

Salvini, ora nuova Ue fondata sul lavoro e rispetto dei popoli

“No. No. No. No all’Unione Sovietica Europea della disoccupazione e dell’immigrazione. Si’ a una Nuova Europa, fondata sul lavoro e sul rispetto dei popoli. E se Renzi non se ne rende conto, ruspa anche per lui! La Lega c’e'” ha scritto da parte sua su Facebook il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini.

Brunetta, ha vinto democrazia, in Ue nulla piu’ come prima

“In Grecia ha vinto la democrazia e adesso in Europa nulla sara’ piu’ come prima” ha scritto su Twitter Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, cui ha fatto eco Mara Carfagna: “e’ fondamentale in questo momento avere visione e lungimiranza, non intestardirsi con prove di forza da una parte e dall’altra che porterebbero solo alla disgregazione. Bisogna abbandonare il braccio di ferro e fare appello al buon senso e alla responsabilita’. In gioco, ora, non c’e’ la leadership di un Paese o dell’Europa intera, ma il futuro di tutto il popolo comunitario. Sfruttiamo questa occasione per riflettere, dialogare senza pregiudizi, porre nuove basi per dare vita ad un nuovo corso. Questa puo’ essere l’occasione per fare l’Europa”.

Vendola “escono sconfitti la Troika, Merkel e Renzi”

Niki Vendola saluta con entusiasmo la vittoria del ‘No’: “e’ la vittoria dei nemici dell’austerita’. Si e’ aperta una crepa nel nuovo muro di Berlino. La Merkel e la Troika escono sconfitti. Matteo Renzi che ha giocato la parte peggiore, esce sconfitto. Esce vincitrice la democrazia ed esce la necessita’ di cambiare l’agenda di Bruxelles e mettere al centro i diritti delle persone”.

Meloni, un voto eroico, uno schiaffo alla Merkel

Sul fronte opposto Giorgia Meloni twitta che “Quello dei greci e’ un voto eroico, uno schiaffo alla Merkel e alla gestione Ue. Diranno che e’ populismo, ma e’ solo ribellione alla schiavitu'”.

Boldrini, auspicabile svolta per tutta Ue

“Il referendum greco e’ stato innanzitutto una prova di democrazia. Percio’ devono esserne soddisfatti – indipendentemente dal suo esito – tutti coloro che pensano che ‘la sovranita’ appartiene al popolo’, come dice la Costituzione italiana, anche in anni nei quali la finanza e’ sembrata spesso essere il giudice supremo delle vicende collettive” scrive in una nota la presidente della Camera, Laura Boldrini. “E’ chiaro che gia’ dalle prossime ore sara’ indispensabile ricominciare a trattare per trovare una soluzione che mantenga la Grecia dentro l’Unione e dentro la moneta unica, in uno spirito di condivisione e reale solidarieta’. Da questa vicenda puo’ nascere finalmente una svolta per tutta l’Ue, rispetto a politiche di austerita’ che hanno mostrato – in Grecia, ma non solo – la loro dura inefficacia. E’ tempo che l’Europa faccia rotta verso la crescita economica e la coesione sociale”. (AGI)

Flag Counter