Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Alla conferenza Microsoft in quel di Colonia, in occasione dell’edizione 2015 della Gamescom, è stato mostrato un nuovo video gameplay per Scalebound, titolo in sviluppo curato da Platinum Games sotto la direzione di Hideki Kamiya. Quest’ultimo ha curato la direzione di Devil May Cry e Bayonetta, proprio per questo scommettiamo che non faticherete a notare i molteplici punti in comune tra Scalebound e questi titoli. In questa occasione si aggiungono i draghi, alleati o nemici a seconda dell’occasione. Il titolo sembra già promettere molto bene nonostante il termine dello sviluppo e la conseguente data di uscita siano fissati per la stagione natalizia del 2016. QUi di seguito il video mostrato alla Gamescom:

Deals with Gold 4 Agosto e Spotlight sale online e validi fino al 10 Agosto 2015. Questi sconti sono dedicati, salvo eccezioni, agli abbonati Xbox Live Gold di Xbox One e Xbox 360. Vediamo cosa ci propone Microsoft questa settimana, grazie al solito majornelson:

XBOX ONE

FIFA 15 Deluxe Edition Xbox One Game 40%
FIFA 15 Xbox One Game 33%
EA SPORTS NBA LIVE 15 Xbox One Game 75%
Madden NFL 15 Xbox One Game 33%
EA SPORTS UFC Xbox One Game 67%
NHL 15 Xbox One Game 33%
Borderlands: The Handsome Collection Xbox One Game 33%

 

XBOX 360

Borderlands Games On Demand 75%
Borderlands 2 Games On Demand 75%
Borderlands: The Pre-Sequel Games On Demand 60%
FIFA 15 Games On Demand 33%
Madden NFL 15 Games On Demand 33%
NHL 15 Games On Demand 33%
GUILTY GEAR XX ΛCORE PLUS* Games On Demand 75%
BlazBlue* Games On Demand 85%

* sconto valido anche per gli abbonati Silver.

Settimana dedicata agli sportivi e a Borderlands, con la Handsome Collection su One e i 3 titoli separati su 360 mentre non c’è da segnalare niente di eclatante per quanto riguarda i tagli di prezzo di Fifa 15, Madden e NHL 15. Vi diamo appuntamento con i Deals with Gold di Microsoft a settimana prossima.

Alla conferenza Microsoft di questa Gamescom 2015 ha preso parte Dave Jone del team ReAgent, responsabile dello sviluppo di Crackdown 3 per Xbox One. E’ stato mostrato un video focalizzato sulla totale distruzione dell’ambiente di gioco, in cui sarà possibile abattere interi edifici con l’ausilio della propria potenza di fuoco. La città sarà invasa dalla criminalità e, come suggerisce il video che vi riproponiamo qui sotto, sarà a vostra discrezione il grado di distruzione che vorrete porre in essere per riportare la sicurezza nelle strade.

Manca poco più di un’ora all’inizio del secondo giorno del Main Event del The International 5 di Dota 2, il cui montepremi ha superato i 18 milioni di dollari.

the-international-5

Nella giornata di ieri ci hanno abbandonato 4 Team: Na’Vi, Fnatic, Newbee e MVP.Hot6 sono stati eliminati in 12-16esima posizione, portando a casa 50 mila dollari ciascuno.

Questa sera ci aspettano gli altri due quarti di finale: Evil Geniuses vs CompLexity Gaming e Team Secret vs EHOME. I match di ieri hanno dimostrato come la scena cinese sia tutt’altro che in difficoltà, con l’inaspettato successo di CDEC e la vittoria degli LGD su Team Empire. Riuscirà Secret a tenere alta la bandiera dell’occidente contro il colosso cinese?

Segui in diretta il The International 5:

Sito ufficiale

Twitch

YouTube

 

La conferenza Microsoft alla Gamescom 2015 è iniziata con il botto: dopo una rapida carrellata dedicata ai titoli in via di sviluppo, sono saliti sul palco i responsabili di Remedy Entertainment a parlare di Quantum Break. E’ stato mostrato come il titolo presenterà sessioni giocate e sequenze live action nel tentativo di equilibrare un gameplay avvincente con una trama in grado di incollare il giocatore allo schermo.
Il gioco ha già una data di uscita, prevista per il 5 aprile 2016. Non ci resta che lasciarvi al video:

Taking your console games into China: Tips, tricks and lessons learned

Durante la GDC (Game Developers Conference) di Colonia abbiamo avuto occasione di assistere a una conferenza in cui Matthew Golz (Lionbridge) ha spiegato le difficoltà degli sviluppatori nel portare un videogioco in Cina.

È da precisare che il gaming in Cina è senz’altro vitale, grazie all’alta densità di popolazione. Ad oggi vengono calcolati ben 446,3 milioni di videogiocatori.
In primis c’è da considerare che la Cina è innanzitutto il primo paese al mondo per quanto riguarda la diffusione del mobile gaming, anche se a causa di store frammentati vediamo spesso una diffusione di titoli di bassa qualità. È proprio la diffusione di titoli tripla A di cui c’è grave mancanza nel paese.

DSC00031

Nonostante a supremazia mobile, la diffusione di titoli su console è un crescita, anche se ad oggi la diffusione di titoli per PS4 e Xbox One è ancora timida, soprattutto a causa del basso numero di titoli arrivati nel paese.
Il vero problema è l’approvazione dei giochi da parte del governo cinese da parte del Ministero del Commercio (MOC) e del GAPP (General Administration of Press and Publication), l’ente governativo che controlla i media e che applica la censura. L’ostacolo generale non è tanto di genere commerciale, ma culturale, ed è costituito dai principi della Costituzione cinese. L’occhio critico dei “censori” cinesi è attentissimo a qualsiasi contenuto che possa ledere la Cina dal punto di vista dell’unità e integrità territoriale, il senso di gloria nazionale, la tranquillità dell’ordine nazionale ecc. Oltre a non vedere di buon occhio tutti i titoli che contengono contenuti sessualmente espliciti e violenza.

Qualche esempio di giochi bannati?
Battlefield 4, a causa del DLC China Rising.
Command & Conquer: Generals, in cui viene sconfitto l’esercito in una regione della Cina.
Football Manager 2005, solo per il fatto che Taiwan e Hong Kong sono rappresentate come indipendenti.

Il processo di approvazione non è mai semplice quindi. I producer devono sottoporre al GAPP una serie di asset: build giocabili, walkthrought, script dei testi e persino lyrics delle canzoni, video di cutscene ecc. A seconda del feedback del GAPP il gioco deve “aggiustare” la localizzazione e riproporsi finché non viene approvato.

DSC00033

Insomma il percorso di un titolo, soprattutto per console, dal mondo esterno fino al mercato cinese non è affatto semplice. E anche se il mercato si sta espandendo sembra che le barriere culturali non si abbattano tanto facilmente.

L’azienda di Tokyo, responsabile di quella che è ormai conosciuta come la saga dei Souls, ha di recente annunciato con un Tweet di avere in cantiere «qualcosa di meraviglioso» da rivelare su Dark Souls 3 nel corso della Gamescom di Colonia.

Non si sa ancora se l’annuncio, previsto probabilmente nelle prossime ore, riguarderà un nuovo video di gameplay o la descrizione di nuove caratteristiche del titolo, ma già da ora è possibile partecipare alla discussione tramite l’hashtag #OnlyEmbersRemain.

Ricordiamo che il titolo, per il quale si prevede un sistema di controllo più fluido e immediato nello stile di Bloodborne, è atteso per i primi mesi del 2016.

 maxresdefault

Warner Bros ha pubblicato oggi il Mad Max Stronghold Trailer che ci consente di dare uno sguardo ai vari avamposti fortificati e alle roccaforti situati nell’open world della post-apocalittica Wasteland.

In questo nuovo video Max visita diverse roccaforti del gioco e incontra un certo numero di personaggi intriganti tra cui Jeet, Gutgash, Pink Eye e Deep Friah. In un mondo dove Max deve affrontare sia i suoi nemici interiori che quelli esterni, queste roccaforti rappresentano un tassello fondamentale del puzzle che egli sta cercando di risolvere. Max dovrà stringere qualche insolita alleanza per prepararsi ad affrontare lo spietato tiranno della Wasteland, Scrotus.

Mad Max sarà pubblicato il 4 settembre 2015 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

 

Mad Max
Mad Max
Mad Max
Mad Max

La via del Ninja non è certo facile: di certo saltare in giro per il mondo raccogliendo monete d’oro in ogni dove è un passatempo degno di nota, ma se per farlo bisogna attraversare stanze irte di trappole mortali la cosa inizia a diventare già meno allettante. Quando le suddette stanze sono ideate dal team di Metanet Software, poi, portare a casa la pelle sana e salva diventa una vera impresa: N++ è il nuovo platform-puzzle che, dal 28 luglio 2015, metterà a dura prova la pazienza degli utenti Playstation 4.N++ Recensione

Le infinite vie del Ninja

In principio ci fu N, sbarcato su PC nel 2004. Poi, a seguito di svariati e tumultuosi anni di sviluppo, il titolo si è trasformato in N+ su Xbox per giungere nel 2015 alla sua ultima incarnazione, denominata per l’occasione N++. Il doppio +, oltre a sottolineare come nel gioco in questione le abilità del ninja saranno esagerate oltre misura – di questo parleremo tra poco – evidenzia anche il numero di livelli da affrontare: state pronti a sgranare gli occhi, perché stiamo parlando di più di 2000 (sì, duemila) stanze da affrontare, ognuna con le sue particolarità e i suoi puzzle.

La meccanica di gioco di N++ è semplicissima nella sua complessità: in ogni stanza bisognerà raggiungere un interruttore per aprire la porta e uscire. Per portare a termine il compito si avrà un minuto e trenta secondi di tempo, rappresentati da una barra dorata che inesorabilmente si esaurirà con il passare dei secondi. Raccogliere l’oro presente nei livelli permetterà di raggranellare qualche istante prezioso, ma il tempismo e la rapidità d’azione resteranno sempre costanti imprescindibili per raggiungere l’uscita entro l’esiguo tempo limite. A dire il vero il primo centinaio di stanze – raccolte nel pacchetto introduzione – servono più che altro per familiarizzare con i comandi e con il mondo di gioco, per capire cosa il protagonista è in grado di fare e come approcciarsi alle varie situazioni: è così che imparerete che un ninja può saltare incredibilmente in alto e lontano, così come può eseguire wall jump e sopravvivere a cadute da grandi altezze semplicemente dando continuità al suo movimento e sfrecciando agilmente tra i pericoli. Imparerete a conoscere anche questi ultimi: in N++ tra bombe, interruttori, raggi laser, missili a ricerca, cloni che imitano i movimenti del protagonista, piattaforme mobili e altri macchinari non avrete un attimo di tregua. È così che, iniziati i veri livelli di N++, inizierete a ricordare con nostalgia la semplicità dei primi schemi, nei quali magari ci avrete lasciato le penne solamente una o due volte prima di capire come raggiungere l’uscita. Si tratterà sempre di muoversi con il D-Pad – lo potete fare anche con l’analogico sinistro, ma visto il gameplay retrò ve ne sconsigliamo vivamente l’utilizzo – e di saltare con il tasto X; anche le stanze, tutto sommato, saranno sempre ricomprese in una sola videata e apparentemente non differenti da quelle affrontate in precedenza; vi garantiamo però che con il passare delle ore N++ sarà seriamente in grado di mettere alla prova pazienza e nervi, costringendovi a rimanere costantemente incollati allo schermo e attentissimi, pena la morte prematura dello stilizzato ninja protagonista.

A completare il già ricchissimo pacchetto ci pensa una modalità cooperativa che, anche se solo in co-op locale sulla stessa console, consentirà di prendere parte alla risoluzione della varie stanze a quattro giocatori in contemparanea. Non manca, infine, la modalità creativa: i più abili potranno creare i propri livelli, da caricare online e condividere con la comunità, giocando allo stesso tempo ai livelli creati dagli altri utenti. Anche in questo caso è necessaria una certa dose di pazienza in quanto l’utilizzo dell’editor non è proprio immediato ma, con la giusta determinazione, è possibile raggiungere risultati di tutto rispetto, come si può verificare dagli interessati livelli già presenti online.

N++ Recensione

Non solo oro

L’oro, scelto per rappresentare i pochi secondi che separano il protagonista da morte certa, è il colore preponderante in N++. Proseguendo nell’avventura è però possibile sbloccare svariate combinazioni cromatiche, da sostituire a piacimento alla palette grigia e dorata proposta di default. A dire il vero, data la grafica minimalista e lo stile di gioco frenetico del prodotto Metanet Software, abbiamo preferito giocare sempre con i colori standard, ma ciò non toglie che la possibilità di personalizzare il look del gioco a piacimento sia una caratteristica interessante in grado di rendere N++ unico nel suo genere.

Tornando al look minimalista citato in precedenza, ci teniamo a sottolineare come questo sia perfettamente al servizio del gameplay: 60 frame al secondo a 1080p garantiscono una fluidità d’azione che, unita alla tempestiva risposta dei comandi, garantisce al giocatore il pieno controllo del personaggio. Certo, la morte sopraggiungerà ugualmente innumerevoli volte, ma la consolazione sarà che il game over sarà da ricercarsi sempre in un errore del giocatore e mai in un lag o in un ritardo nell’esecuzione dei comandi impartiti.

Per completare l’analisi del comparto tecnico non possiamo non citare un audio davvero azzeccato per accompagnare un’azione di questo tipo: le scorribande del ninja saranno accompagnate da lunghi loop di soli suoni elettronici, alcuni dei quali ci hanno fatto subito venire in mente la colonna sonora di Wipeout per PsOne, e scusate se è poco. Detto questo crediamo non ci sia altro da aggiungere, se non di fidarvi di noi: anche il rocker più ostinato non potrà evitare di farsi coinvolgere dal perfetto accostamento tra grafica, gameplay e colonna sonora che N++ ha da offrire.

In eslcusiva su Playstation 4 dal 28 luiglio, N++ è un platform-puzzle appositamente pensato per mettere a dura prova la pazienza dei giocatori. Fortunatamente, la qualità del gioco è tale da meritare l’attenzione di ogni videogiocatore che si rispetti, offrendo tonnellate di livelli, un gameplay semplice e solido come la roccia, una grafica azzeccata e un comparto audio decisamente sopra le righe. A remare contro il prodotto sviluppato da Metanet Software ci sono il prezzo non proprio competitivo di 19 Euro e 99 centesimi e, fattore ancor più importante, una curva di difficoltà che si impenna rapidamente costringendo il giocatore ad affrontare una numerosa serie di game over prima di giungere alla soluzione dei livelli più avanzati. Gli amanti delle sfide e dei giochi indie ben fatti si armino di santa pazienza e si facciano avanti, N++ non deluderà le loro aspettative; gli altri tengano presente che stiamo parlando di un prodotto al di sopra della media del genere ma che difficilmente saprà stregarli fino in fondo.

Rocksteady, azienda sviluppatrice di Batman Arkham Knight, ha appena rilasciato la patch 1.05 del suo eccellente titolo dedicato al cavaliere oscuro. Disponibile al momento solo per PlayStation 4 e Xbox One, la patch, del peso di 1,6 gigabyte (che arrivano a 4,3 se scaricata in blocco insieme ai precedenti aggiornamenti) migliora la stabilità generale del titolo, oltre ad aggiungere:

.Una modalità fotografica
.Aggiornamenti per i contenuti scaricabili e per il WB Play
.La possibilità di impostare il doppiaggio originale inglese
.Il supporto ai contenuti scaricabili previsti nelle prossime settimane
.Correzioni varie al sistema di controllo e al comparto tecnico

Batman: Arkham Knight Recensione