Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

L’uscita di Titanfall 2 potrebbe essere più vicina del previsto nonostante gli annunci di Electronic Arts su una release per Marzo 2017.

Recentemente avevamo segnalato le novità sulla campagna in single player che sarà inclusa in Titanfall 2 mentre la notizia di oggi è arrivata dopo l’annuncio, del noto produttore di action figures MacFarlane, relativamente a un accordo per sfruttare la licenza di Titanfall al fine di rilasciare una nuova linea di prodotti per questo inverno.

uscita di titanfall 2

Nella pagina ufficiale di MacFarlane dedicata al prodotto apprendiamo, inoltre, che i nuovi modellini saranno alti 7 pollici (circa 18 cm) e saranno venduti in un box da collezione anche se non sappiamo quante statuette saranno incluse. In una nota Electronic Arts ha confermato che MacFarlane rilascerà una linea dedicata a Titanfall nel quarto trimestre del 2016 ma che non è stata ancora fornita una data ufficiale da Respawn Entertainment sull’uscita di Titanfall 2.

L’uscita di questa collector’s edition con i modelli di Titanfall potrebbe quindi coincidere con l’uscita di Titanfall 2 in tempi brevi, e dunque presumibilmente entro fine anno. Non resta che aspettare ulteriori sviluppi per avere conferme in merito a queste ipotesi.

Hajime Satomi, Presidente and CEO di Sega Sammy Holdings Inc., durante un’intervista rilasciata a “The Worldfolio”, ha annunciato che il film dedicato a Sonic The Hedgehog uscirà nel 2018. “Stiamo progettando con la Sony Pictures di creare un film, a metà tra live-action e animazione, di Sonic The Hedgehog che verrà distribuito nelle sale nel 2018. Grazie a questa produzione vorremmo espandere il nostro business anche in altre aree del settore dell’intrattenimento, oltre a quelle in cui siamo attualmente coinvolti“. Il film sarà prodotto da Sony Pictures e sarà, come già avete letto nelle dichiarazioni di Satomi, un ibrido tra un live action e un film di animazione.

 

Sei un patito di Dark Souls e sogni di guadagnare con il tuo gioco preferito? Da oggi puoi!

La Namco ha infatti messo in palio 10000$ per chi realizzi il miglior video nel quale venga spiegata la contorta trama del popolare gioco.

lo scopo di tale concorso è quello di aiutare i neofiti della serie a capire la storia legata al titolo di prossima uscita (aprile 2016).

Guadagnare Dark Souls

E’ indubbio che la casa giapponese stia creando attorno a Dark Souls III un’aspettativa enorme basti vedere quante centinaia di migliaia di visualizzazioni ha già avuto il cinematic trailer rilasciato ieri

Telltale Games ha svelato la data di uscita per The Walking Dead: Michonne, la miniserie di 3 episodi ambientata nel mondo post-apocalisse zombie del fumetto creato da Robert Kirkman.

The Walking Dead: Michonne – A Telltale Miniseries debutterà il 23 Febbraio con Episodio I – In Too Deep su PC e Mac dallo store online Telltale, Steam e le varie piattaforme digitali; PlayStation 3 e PlayStation 4 tramite PlayStation Network, Xbox 360 e Xbox One tramite Xbox Games Store. Seguirà poi il rilascio anche su dispositivi compatibili iOS tramite App Store e Android tramite Google Play.

Il secondo episodio Give No Shelter sarà rilasciato a Marzo mentre il terzo, e conclusivo, episodio What We Deserve arriverà ad Aprile. Il prezzo dei tre episodi sarà di 14,99$ (quindi quasi sicuramente 14,99€).

the walking dead michonne in too deep

In questo primo epsidoio di The Walking Dead: Michonne – A Telltale Miniseries, intolato In Too Deep, Michonne si unirà a Pete e al suo gruppo sulla nave The Companion per pattugliare le coste alla ricerca di sopravvissuti e provviste. Un disperato segnale d’aiuto li guiderà verso la scena di un massacro e, in seguito, porterà Michonne e il resto del gruppo alla colonia di sopravvissuti di Monroe in cui potrebbe nascondersi il responsabile della carneficina.

Michonne è senza ombra di dubbio uno dei personaggi più apprezzati sia nel fumetto che nella serie televisiva di The Walking Dead dove è interpretata da Danai Gurira, nel titolo dei Telltale Games sarà invece Samira Wiley (Orange is the New Black) a darle il volto e i movimenti.

Per chi se lo fosse perso e in attesa del rilascio di The Walking Dead: Michonne – A Telltale Miniseries vi riportiamo nuovamente il debut trailer:

Segnaliamo, infine, che Telltale Games darà un assaggio del primo episodio questo sabato, 14 Febbraio, alle ore 8:30pm EST / 5:30pm PST (le 14.30 in Italia) sul loro canale youtube con i primi cinque minuti di gioco.

Negli scorsi giorni si è discusso tra gli alti vertici di Capcom sulla possibilità di dare nuova vita a Onimusha, il noto franchise action-adventure per PlayStation 2.

Parole arrivate direttamente da Yoshinori Ono, produttore esecutivo di Capcom e di Onimusha stesso, durante un’intervista rilasciata al noto tabloid britannico Daily Star.

Questi i passaggi salienti dell’intervista a Yoshinori Ono:

« Ho parlato internamente con le persone che lavorarono con me originariamente a Onimusha e abbiamo discusso sul fatto che sarebbe interessante una rivisitazione della serie

Ono ha proseguito:

« Certo i fan dovrebbero sapere che a questo punto siamo solamente in una fase di discussione. Attualmente sono completamente concentrato su Street Fighter V e non mi trovo sicuramente nella posizione di poter iniziare una battaglia come feci per Street Fighter IV.»

Sono arrivate comunque importanti rassicurazioni per i fan:

« Tutto quello che posso fare, per ora, è rassicurare i fan che se ne sta discutendo nei vertici degli alti livelli  (di Capcom ndr). Ci rendiamo conto della necessità che diverse serie potrebbero ritornare in prima linea e, anche se al momento non abbiamo niente di concreto, sono certo che in futuro ci saranno novità su diverse serie che faranno felici i fan.»

Yoshinoro Ono ha così concluso:

« I favoriti [dai fan] stanno tornado. »

onimusha warlords

Ricordiamo che la serie Onimusha, il cui primo titolo risale al 2001, può contare su ben sette capitoli (tra spin-off e principali) ambientati nel Giappone feudale costellato da Samurai e demoni.

Per capire il tasso di crescita del mercato videoludico mobile, basti pensare che il numero di nuovi giochi sull’App Store è aumentato del 270% negli ultimi due anni, con circa 500 nuove app aggiunte ogni giorno. Il numero sempre crescente di prodotti disponibili riflette, naturalmente, il cambiamento nel pubblico di giocatori, oltre che un aumento esponenziale nel numero dei « mobile gamers ». Stiamo parlando di cifre a sei zeri, con uno spostamento verso demografiche fino a pochi anni fa raramente presenti nell’universo videoludico : sempre più donne e sempre più giocatori over 40.

In vista dell’aumento vertiginoso di potenziali clienti – d’altronde chi non possiede uno smartphone al giorno d’oggi ? – è perfettamente logico che un numero sempre maggiore di società stiano spostando i propri sforzi creativi e finanziari verso il mercato mobile. Tra queste, quella che per anni è stata considerata la padrona indiscussa del mercato videloudico : Nintendo.

150914120232-nintendo-new-ceo-780x439

In occasione di un Q&A tenutosi a Dicembre, Tatsumi Kimishima, di recente succeduto a Satoru Iwata alla presidenza della società, ha chiarito alcune delle domande che un po’ tutti ci siamo posti su Miitomo, la prima app per piattaforme mobili firmata dalla società giapponese. E ne sono emerse delle risposte interessanti che evidenziano la volontà da parte della società di adattare i propri titoli per il nuovo mercato mobile, che sta prendendo sempre più piede nell’universo videoludico.

Il mese scorso, infatti, la compagnia nipponica ha annunciato l’uscita del loro primo gioco per piattaforme mobili – una vera e propria pietra miliare nella loro pluriventennale storia – il prossimo Marzo. Secondo la società, si tratterà di un’esperienza videloudica inedita, volta a promuovere lo scambio tra giocatori. Si tratta quindi di uno dei numerosissimi « social games », dominatori indiscussi del mercato mobile.

Particolarmente degna di nota è stata la risposta di Kimishima al quesito che ha aperto il dibattito. Interrogato sul modello di monetizzazione scelto per Miitomo, Kimishima ha affermato di aver optato per un modello “freemium”. L’apparentemente banale scelta di un sistema di monetizzazione per un’app rivela in realtà una decisiva sterzata da parte della compagnia verso un modello che non solo non era mai stato utilizzato dalla società, ma che è anche fortemente associato con tutt’altra categoria di giochi. Il modello « freemium » è quello di giochi  come Candy Crush : mentre gli utenti possono scaricare l’applicazione e giocare gratuitamente, King propone di acquistare extra vite, boost e nuovi livelli attraverso acquisti in-app.

il futuro di nintendo

Per una società come Nintendo, scegliere questo tipo di modello significa fare il proprio debutto su un mercato composto di “casual players”, una categoria alla quale la compagnia non si era mai precedentemente indirizzata. La necessità di espandere il proprio mercato in questa direzione denota un ripensamento da parte del colosso nipponico sul proprio pubblico, oltre che, significativamente, un riconoscimento che questo tipo di audience costituisce ad oggi una fetta del mercato che la compagnia non può più ignorare.

Nintendo sta adattando i propri contenuti per rivolgersi ad una nuova demografica di gamers. La domanda che sorge spontanea di fronte a questo cambiamento di rotta è questa: riuscirà Nintendo a mantenere la propria integrità al livello dei prodotti, promuovendo l’innovazione di cui si è sempre fatta portabandiera? O, al contrario, l’ingresso in un mercato già saturo comporterà un ripensamento da parte della compagnia sul proprio modo di concepire i videogiochi, preferendo l’incasso alla qualità?

Se Shigeru Miyamoto (Amministratore delegato, ndr) riconosce la necessità da parte della compagnia di creare profitti da questo “nuovo” canale commerciale, allo stesso tempo afferma che la società è intenzionata a sfruttare le specifiche caratteristiche delle piattaforme mobili al fine di creare giochi di alta qualità. Kimishima, da parte sua, assicura che Miitomo, insieme agli altri quattro titoli in cantiere, saranno dei prodotti tipicamente « Nintendo ».

mij50tzpzdymsbcz9d5v

Insomma, il consiglio di amministrazione rassicura i fan che i progetti nel campo del mercato mobile rappresentano un’occasione per ampliare i prodotti videludici firmati Nintendo su delle nuove piattaforme. D’altro canto, la società sta contemporaneamente lavorando sulla nuova consolle « NX », più specificatamente dedicata ai « core gamers » e che debutterà sui mercati internazionali nel 2017.

Nonostante i buoni propositi della compagnia e dei suoi delegati, è più che normale chiedersi cosa questo cambiamento di direzione significhi nell’ambito del panorama videoludico mondiale. Oggi, celebrità quali Taylor Swift stanno collaborando con aziende sviluppatrici di videogiochi per creare « mobile apps » personalizzate. È innegabile che la definizione di « videogioco », soprattutto quando si parla di applicazioni mobili, sta cambiando. L’esponenziale crescita di una nuova demografica di gamers ha ridefinito il modo in cui gli sviluppatori concepiscono i loro prodotti. Agli appassionati cresciuti con titoli storici quali Donkey Kong e Pokémon non resta che sperare che questa sia una fase passeggera.

Link al Q&A da cui gli estratti.

Annunciata da Ubisoft la open beta di The Division che sarà accessibile da Xbox One, PlayStation 4 e PC nei prossimi giorni.

Nello specifico gli utenti Xbox One potranno accedere in esclusiva già a partire dal 18 febbraio mentre gli utenti PlayStation 4 e PC dal 19. L’open beta di The Division avrà una durata di 2 giorni, come la closed, ma non è esclusa una proroga. Con questa open beta Ubisoft intende testare i sistemi di gioco e raccogliere feedback dagli utenti mettendo a disposizione, inoltre, una nuova missione in aggiunta a quelle già presenti nella closed beta.

open beta di the division

Tutti i partecipanti alla open beta riceveranno una ricompensa speciale per il gioco, riscattabile e disponibile all’uscita di Tom Clancy’s The Division che, ricordiamo, avverrà l’8 Marzo 2016.

In Tom Clancy’s The Division vestiremo i panni di un agente dell’unità segreta The Division chiamato a intervenire dopo un’epidemia scoppiata a New York durante il black friday. Per conoscere meglio questi agenti ricordiamo che Ubisoft ha rilasciato dei brevi cortometraggi live action, visionabili qui, chiamati Agents Origin.

Psyonix ha oggi rivelato la data di uscita del suo Rocket League su Xbox One.

Lo spettacolare seguito di Supersonic Acrobatic Rocket-Powered Battle-Cars, che fonde il racing con il calcio sarà disponibile sull’ultima arrivata di casa Microsoft in formato digitale il prossimo 17 febbraio, cioè tra una settimana!

Totalmente  ottimizzato per Xbox One, questa versione di Rocket League offre gli stessi contenuti, upgrade e feature delle controparti PlayStation 4 e Steam, con in più dei bonus esclusivi, nuove macchine, antenne, ruote ecc.

Se ve la siete persa, leggete la nostra recensione del gioco.

Rocket League su Xbox One

Arrivano, direttamente da Square Enix, le prime immagini di Dragon Quest Heroes II. Annunciando in oltre l’arrivo di un video trailer il 24 febbraio.

Dragon Quest immagini

Nelle immagini è possibile vedere il protagonista Razer in compagnia di alcuni personaggi secondari, tra cui Theresia.

Dragon Quest immagini (4)
Dragon Quest immagini (3)
Dragon Quest immagini (2)
Dragon Quest immagini
Dragon Quest immagini 5
Dragon Quest immagini (5)

Il titolo, sviluppato da Square Enix e Omega Force, sarà disponibile a partire dal 27 maggio in Giappone per PlayStation 4, PlayStation 3 e PlayStation Vita.

 

Come avevamo già anticipato, oggi, 9 Febbraio 2016, la closed beta di Overwatch ha riaperto i battenti dopo più di un mese. Sono state attivate fin dal primo secondo tutte le novità anticipate e il gioco sembra essere più stabile che mai.
Ma non è su questo che vogliamo soffermarci oggi, ma sopratutto sulla mala informazione che si sta diffondendo riguardo questo argomento.

Overwatch accedere alla beta

Il messaggio che vogliamo darvi oggi è semplice: anche se molti stanno sostenendo il contrario, il preorder NON vi darà accesso alla closed beta (almeno per il momento). Blizzard infatti, sin dalle prime fasi di test, non ha mai dato l’accesso in seguito al pre-acquisto del titolo e non sembra intenzionata a cambiare idea.

Oltre a questo, con il ritorno della beta sono anche tornati i falsi giveaway. Non sono nuovi infatti i siti che fingono di mettere a disposizione delle key per accedere alla beta del titolo. Ma fate attenzione, questi codici non esistono, visto che il test è accessibile solo tramite le apposite ondate messe in atto da Blizzard.

Overwatch accedere alla beta

Ci dispiace quindi comunicarvi che l’unico metodo per entrare a far parte della beta è sempre lo stesso: Accedere a questa pagina, cliccare su “beta” e poi sperare di venir scelti. Al momento non vi sono altri metodi per accedervi, diffidate da chi vi dice il contrario.

 

Flag Counter
Articoli recenti