Games | You Buyz
Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Nintendo ha annunciato che il prossimo The Legend of Zelda annunciato all’E3 2014 per Wii U sarà finalmente presente alla prossima edizione della kermesse di Los Angeles in versione giocabile.

Dopo l’annuncio del periodo di uscita di Nintendo NX, è stato ufficializzato che The Legend of Zelda subirà un ritardo per via del fatto che sarà lanciato contemporaneamente su Wii U e NX. Gli sviluppatori hanno bisogno infatti di più tempo per ritoccare il gioco, che dovremmo vedere comunque nel 2017.

È stato anche annunciato che la versione Wii U di The Legend of Zelda sarà il suo unico titolo giocabile all’E3. Nintendo infatti ha intenzione di concentrare moltissima attenzione sul titolo.
Ulteriori programmi di Nintendo per l’E3 saranno annunciati in futuro.

Zelda Wii U E3

Nintendo ha appena annunciato ufficialmente la data di uscita della sua nuova console NX, su scala mondiale.

nx

Il periodo scelto è quello di marzo 2017. Null’altro è stato rivelato riguardo alle specifiche della nuova console.

Si parla di una console basata su sistema Android che avrà funzioni sia da home console che da hand console, con dei display speciali, progettati appositamente da Sharp.

Molto probabilmente si potranno scoprire ulteriori dettagli su Nintendo NX durante l’E3 del prossimo giugno.

L’uscita dell’attesissimo Gears of War 4 per Xbox One si sta avvicinando e nel frattempo sono stati rivelati nel dettaglio i contenuti del Season Pass.

gear

Il Season Pass costerà 49.99 euro e conterrà il Vintage VIP Pack, con una skin Vintage per JD e due skin vintage per il vostro arsenale, l’accesso alla Developer Playlist con un accesso privilegiato alle nuove mappe e alle nuove modalità ben prima della loto uscita ufficiale, sei Gear Packs e infine l’accesso permanente a 24 mappe DLC, due al mese per un anno, per giocarci su server dedicati in sessioni private.

I pre orders sono già disponibili, anche per la Ultimate Edition a 99.99 euro, caratterizzata da una Steel Box e un early access al gioco.

Ricordiamo che il gioco uscirà il giorno 11 ottobre 2016.

Da oggi è disponibile HITMAN Episodio 2: Sapienza ambientato in Italia, in una cittadina della costiera amalfitana. Per l’occasione Io Interactive ha rilasciato un trailer di lancio a 360° e in 4k.

 

L’agente 47 dovrà trovare ed eliminare Silvio Caruso, un ingegnere brillante ma tormentato che sta sviluppando un virus letale per la popolazione mondiale. Insieme a Caruso il nostro assassino silenzioso dovrà eliminare anche il capo del laboratorio, presso la Ether Biotech Corporation, Francesca De Santis e distruggere il prototipo del virus. Hannes Seifert, Head Studio presso Io-Interactive ci spiega alcuni particolari su questo epiosodio 2:

«Sapienza è in forte contrasto con la sfilata di moda di Parigi, si tratta di una location molto vicina ad una piccola città rilasciata per la prima volta in un gioco come Hitman. È bello vedere i giocatori divertirsi con i contenuti aggiuntivi che abbiamo cominciato a pubblicare ogni settimana, e ora, con una nuova location, non vedo l’ora di assistere a ciò che accadrà sotto il sole di Sapienza.»

Sapienza è ben lontana da Parigi sia come location che come vastità. Ci troveremo infatti in una cittadina soleggiata fatta di labirintici vicoli pieni di negozi e appartamenti da esplorare così come sarà interessante addentrarsi nei tunnel che collegano le varie parti della città.

HITMAN Episodio 2 Sapienza - Vicoli

Dopo il lancio di Marzo con prologo e missione di Parigi, l’episodio 2 Sapienza sarà seguito a Maggio da Marrakesh.

Sapienza sarà gratuito per i possessori del full experience pack che include tutti i contenuti passati e futuri, mentre i possessori dell’intro pack potranno acquistare l’upgrade al prezzo di 49,99€ o le singole location a 9.99€ ciascuna.

Ricordiamo, infine, che la versione fisica di HITMAN verrà rilasciata a Gennaio 2017 per PlayStation 4, Xbox One e Windows PC.

Per maggiori informazioni su questo reboot della serie che vede protagonista l’Agente 47 vi rimandiamo alla nostra recensione dell’Episodio 1.

Svelati i Games with Gold Maggio 2016 dopo i numerosi rumors girati in rete nelle ultime ore, tra cui quello da noi riportato.

Sarebbe stato bello per tutti ricevere anche questo mese qualche gioco degno di nota, addirittura un tripla A, ma dalle pagine di majornelson ecco svelati i Games with Gold 2016, di tutt’altra risma:

 

Su Xbox One gli abbonati Gold riceveranno Defense Grid 2 per tutto il mese mentre Costume Quest 2 sarà disponibile dal 16 Maggio al 15 Giugno, il valore di ciascun gioco è di 14,99€.

  

Su Xbox 360 invece sarà possibile riscattare GRID 2 (del valore di 24.99 €) dall’1 al 15 Maggio mentre dal 16 fino al 31 sarà possibile scaricare l’evergreen Peggle (valore 9.49 €).

  

Reddit si conferma ancora una volte una fonte ricca di news interessanti.
Diversi utenti hanno,infatti, postato diversi screenshot dell PlayStation Store, nel quale è chiaramente possibile vedere una scritta che non lascia grandi margini all’immaginazione:Call of Duty: Infinite Warfare.
r-call-of-duty-2016_notizia-2
Infinity Ward  non ha ancora  annunciato il suo nuovo titoto ma, sappiamo,  che è al lavoro sul prossimo capitolo della saga.
Fonte: Reddit

Era settembre 2012 quando un curioso progetto chiamato Oculus Rift chiudeva una delle campagne Kickstarter di maggior successo dell’epoca. Dall’iniziale scetticismo, passando per l’acquisto da parte di Facebook per 2 miliardi di dollari, Oculus Rift e il suo diretto concorrente HTC Vive sono finalmente usciti – insieme ad essi, naturalmente, la prima ondata di videogiochi pensati appositamente per tali periferiche.

Titoli come EVE Valkyrie (originariamente chiamato EVR) ed Elite Dangerous hanno fatto capire subito che lo spazio sarebbe stato una delle ambientazioni più gettonate per i visori VR, e ADR1FT non è da meno. Nei panni di un’astronauta risvegliatasi all’interno di una tuta spaziale danneggiata, circondata da una stazione orbitale distrutta, senza superstiti e senza apparente modo di tornare sulla Terra, il paragone con Gravity, il film drammatico spaziale che vede protagonista Sandra Bullock, è inevitabile, sebbene con un incedere più lento.

In ADR1FT l’ossigeno è l’unica preoccupazione: è necessario sia per sopravvivere sia per muoversi utilizzandolo come propellente, per cui il giocatore deve costantemente mediare tra accelerazione e immobilità per non consumare aria respirabile, ricaricabile attraverso apposite postazioni o “ricariche manuali” che fluttuano in giro. Lo scopo è chiaramente tornare sulla Terra, e per farlo il giocatore dovrà esplorare buona parte delle rovine della stazione, con blocchi e percorsi aggrabili solo dopo aver potenziato e riparato la tuta.

Adr1ft-394-Wallpaper-1-700x394

ADR1FT è giocabile sia con visore VR che non, tuttavia qualità grafica e disorientamento da assenza di gravità restano comuni denominatori: gli scenari sono visivamente impressionanti e i controlli con possibilità di movimento a 360 gradi sono una costante distrazione per la missione. Non si tratta però solo di sopravvivenza: il giocatore è spinto ad esplorare tutto l’esplorabile alla ricerca di audiolog, terminali mail e, più in generale, fonti di informazione per scoprire come si sia verificato il disastro e saziare così la naturale curiosità umana.

La cura del dettaglio lo rende un’esperienza perfetta per la VR, anzi, ci sentiamo di affermare che ADR1FT acquisisce senso e valore solo ed esclusivamente con un visore che permetta di giocarlo in realtà virtuale. L’immersività è così totale che la percezione di muoversi con una tuta spaziale in un ambiente privo di gravità è sensibilmente tangibile. Una fusione perfetta tra il giocatore e l’avatar digitale che andiamo a personalizzare, dove la sofferenza e la paura della protagonista diventa anche del giocatore.

adr1ft-space

Il motion sickness, ovvero il senso di nausea e malore, che si prova il titolo è stato pressochè annullato rispetto alle nostre passate prove con la precedente versione di Oculus Rift (la Dev Kit 2), anche se è bene evidenziare che alcuni movimenti specifici, come quelli laterali o quelli derivate dalle (fortunatamente) poche cutscene causano un malessere momentaneo che costringerà diversi momenti di pausa. Per quanto riguarda la nostra esperienza, le sessioni richiedevano 5-10 minuti di pausa ogni 40/45 minuti di gioco continuato.

Il test di gioco con Oculus Rift lascia senza dubbio estasiati, ma non bastano una buona grafica e un po’ di storia a fare un buon gioco: senza visore ADR1FT perde pressoché tutto il suo appeal, rivelandosi per un titolo troppo lento per essere piacevole, rendendo quasi fastidiosa la necessità di ricaricare l’ossigeno mentre si cerca di compiere la missione e comprendere cosa è successo (e rimanere delusi dalla piattezza della narrazione).

adr1ft

Come accaduto pressoché ad ogni titolo di lancio di nuova piattaforma di intrattenimento (si parli di console o di periferiche come Move e Kinect), ADR1FT soffre del problema di nascere più come un esercizio di stile per dimostrare le potenzialità della piattaforma che come un gioco meritevole di essere giocato, rendendolo così un prodotto con due pesi e due misure: bellissimo e da provare con un Oculus Rift, povero ed evitabile senza.
Per chiunque, quindi, voglia trovare un modo e una scusa per approcciare l’esperienza della realtà virtuale, Adr1ft rappresenta senza ombra di dubbio il prodotto migliori per approcciarsi a questa nuova tecnologia, ricordandovi che il titolo arriverà anche per HTC Vive e Playstation VR, così come una versione Xbox One anche se questa al momento è sprovvista di visori per la realtà virtuale.

Con un accordo stipulato tra Valve e Lionsgate Entertainment si inaugura su Steam la piattaforma di movie digital rental, ovvero il noleggio di film in formato digitale.Valve e lionsgate entertainment accordoL’annuncio segna quindi un’importante evoluzione della piattaforma più famosa per l’acquisto di giochi in formato digitale facendo di Steam una futura piattaforma completa per l’intrattenimento. Mentre vi scriviamo una parte del catalogo Lionsgate Entertainment è già disponibile per il noleggio anche se, attualmente, i titoli con almeno i sottotitoli in italiano si contano sulle dita di una mano.

La formula utilizzata è quella classica del noleggio per 48h a partire dal momento in cui il contenuto viene sfruttato per la prima volta. Quindi se anche decideste di acquistare un film subito, per guardarlo in un secondo momento, non preoccupatevi non perderete i vostri soldi.

Vedremo quali altre major del cinema americano sigleranno accordi analoghi a quello tra Valve e Lionsgate così da avere un catalogo molto più completo e che potrebbe fare invidia a Netflix e affini.

Se confermati, i Rumors sui Giochi rilasciati all’interno del programma Games With Gold, faranno le gioie dei possessori di una Xbox One.

Sono sempre più insistenti, infatti, le voci che vedono in Assassin’s Creed Unity e Shadow of Mordor i due titoli scelti per essere scaricati e giocati gratuitamente da tutti i possessori di un abbonamento Xbox Live.

Solo cinque giorni ci separano da maggio e agli utenti della console di casa Microsoft non resta che attendere a dita incrociate un annuncio ufficiale.

Quanti di voi hanno mai sfogliato le pagine di un libro game? I più giovani non sapranno nemmeno di cosa stiamo blaterando, i più anziani o i più informati avranno sicuramente urlato tutti in coro lo stesso nome: Lupo Solitario. Tra tutti questi testi, a metà tra gioco di ruolo e narrativa classica, l’opera di Joe Dever’s è sicuramente la più conosciuta e amata, facendo avanti e indietro tra le pagine dei suoi libri si vivevano avventure talmente interattive da sembrare un videogioco. Curioso vedere come accada l’esatto inverso giocando al titolo ispirato ai suoi libri: accompagnando Lupo Solitario nelle sue avventure sentirete l’odore della carta e dell’inchiostro fuoriuscire dai pixel del vostro schermo e il calore di una candela affiorare dal led del vostro pad.

“Da molti secoli i nobili cavalieri del regno di Sommerlund usano mandare i loro figli presso il monastero di Ramas, affinchè imparino le tecniche e le arti che fanno di un giovane un vero cavaliere[…]

lone-wolf

Ora il tuo nome è Lupo Solitario

Situati successivamente alla storia narrata nei primi cinque principali libri della serie, i quattro capitoli che compongono il gioco ci renderanno partecipi delle vicende che Lupo Solitario ha dovuto affrontare dopo la sconfitta di Zagarna.
Lone Wolf ormai proclamato conte si sente in dovere di difendere, ancor più di prima, le terre del Sommerlund dalle minacce dell’oscurità. Pare infatti che queste ultime siano ormai molto deboli in seguito alla sconfitta del loro comandate, ma che stiano comunque cercando di creare scompiglio nel regno. Il primo obbiettivo sarà la città Rockstarn dove il male ha deciso di manifestarsi per l’ennesima volta.

“[…]I monaci di Ramas sono maestri in molte discipline, e i giovani loro affidati li amano e li rispettano malgrado le durezze dell’addestramento, poichè sanno che solo così potranno difendere la loro terra dalla costante minaccia che viene da ovest, dai Signori delle Tenebre[…]”

Creare quattro nuovi capitoli da offrire al grande pubblico di una serie che conta ben 29 libri non era di certo una sfida semplice, ma i ragazzi di Forge Reply sono riusciti ad accoglierla e superarla con scioltezza. Limitandosi a una breve introduzione di un minuto scarso Joe Dever’s Lone Wolf riesce a spiegarvi perfettamente tutto ciò che vi servirà per comprendere a pieno tutte le vicende che vivrete nel gioco.

Joe Dever's Lone Wolf recensione

All’inizio dell’avventura potrete creare il vostro Lupo Solitario perfetto selezionando le sue capacità

Azione e inchiostro

In questi capitoli di Lupo Solitario come al solito l’azione non manca e ogni tre o quattro pagine vi troverete di fronte a una scelta da compiere, che potrebbe tranquillamente portarvi a una morte veloce e dolorosa. Se c’è una caratteristica che il videogioco ha ripreso dai libri è infatti la severità, anche se in maniera più moderata rispetto ai testi, basterà un nonnulla per portare alla morte del personaggio.

Le interazioni che vi troverete a poter effettuare sono molteplici e ognuna porterà a un risultato differente e che spesso andrà a mutare totalmente lo svolgersi degli eventi. Trovandovi davanti a una porta sbarrata potrete decidere infatti, per esempio, di: saltare dalla finestra, distruggere la porta o utilizzare  la vostra telecinesi, il vostro approccio cambierà il risultato e vi porterà verso una strada piuttosto che un’altra.

“[…]Anticamente i Signori delle Tenebre portarono guerra a Sommerlund. Il conflitto lungo e sanguinoso finì con la vittoria degli eserciti di Sommerlund, guidati dal Re Ulnar che scacciò le forze oscure e uccise il condottieri Vashna con la Spada del Sole. Da quel giorno i Signori delle Tenebre hanno giurato vendetta contro le terre del regno.[…]”

Joe Dever's Lone Wolf recensione

Non sarà sempre facile sopraffare i nemici

Gli scontri sul vostro cammino non saranno pochi e vi metteranno più volte a dura prova, sin dai piccoli Giak che incontrerete al villaggio di Rockstarn fino ad arrivare agli abitanti del tempio degli Shianti, ogni mostro potrà tranciarvi la testa e portarvi al Game Over. Fortunatamente però Lupo Solitario può contare su un vasto numero di armi e abilità.
Durante i duelli avrete tre possibilità: attacco corpo a corpo, attacco a distanza e Spada del Sole. Come in ogni RPG il vostro personaggio avrà delle risorse da sfruttare durante i combattimenti, in questo caso parliamo di: Stamina per gli attacchi corpo a corpo, munizioni per gli attacchi ranged e mana per l’utilizzo della Spada del Sole.

Il sistema di combattimento è basato sui turni: la barra gialla a sinistra si scaricherà e segnerà il tempo a vostra disposizione per agire, requisiti permettendo potrete eseguire quanti attacchi desiderate prima dello scadere del timer.

“[…]Oggi è il giorno della festa di Fendar, quando tutti i Ramas sono presenti al monastero per festeggiare la fine dell’addestramento. Improvvisamente un’enorme nuvola appare nel cielo a occidente: sono bestie dalle ali nere, e così tanti che oscurano il sole. I Signori delle Tenebre stanno attaccando. La guerra ricomincia.[…]”

Da buon cavaliere Ramas, Lone Wolf possiede anche alcune abilità (che potrete scegliere alla creazione del personaggio) che potranno essere usate sia durante i combattimenti che all’esterno per risolvere alcune situazioni spinose.

Joe Dever's Lone Wolf recensione

I quick time event sono la base del combattimento a turni del titolo

All’inizio della partita vi verrà chiesto di creare il vostro setup per Lupo Solitario, non consentendovi di cambiarne nome e aspetto fisico naturalmente. Le scelte che potrete effettuare riguarderanno in minima parte il background del personaggio, ma riguarderanno maggiormente le abilità che potrete decidere liberamente.

“[…] In questo giorno fatale tu, Lupo Silenzioso se stato mandato a raccogliere la legna come punizione per i tuoi comportamenti. Mentre stai tornando però assisti con orrore alla scena. […]”

Un libro in 1920×1080

Tecnicamente parlando il gioco, considerato anche che si tratta di un porting da Mobile, risulta eccellente, fluido e spettacolare per gli occhi, non tanto nelle fasi animate quanto in quelle “scritte”. Anche se pensiamo che giocare questo titolo su tablet restituisca un’esperienza sicuramente migliore e più immersiva, non neghiamo che la risoluzione maggiore e la migliore fluidità non facciano guadagnare più di qualche punto a questa versione console.

Joe Dever's Lone Wolf recensione

[…] Lasciando cadere la legna corri verso la battaglia che infuria. Ma nel buio innaturale inciampi, e batti la testa su un tronco. Mentre perdi conoscenza l’ultima cosa che vedi sono le mura del monastero che crollano al suolo […]”

Una nota di merito va sicuramente anche allo stile con cui il titolo è stato realizzato, abbastanza anonimo nelle fasi di combattimento, ma eccezionale durante la lettura del libro: ogni pagina si scriverà davanti ai vostri occhi, le illustrazioni si muoveranno quel tanto che basta per farle fluttuare fra finzione e realtà e in più la mappa, consultabile in ogni momento, risulta dettagliata e ben realizzata.
Pregevoli anche le musiche del gioco, incalzanti durante i combattimenti e rilassanti durante le fasi di lettura, mai statiche accompagneranno le geste di Lupo Solitario alla perfezione in ogni momento

[…] Ti risvegli dopo alcune ore e con le lacrime agli occhi guardi quello scenario di morte. Alzi lo sguardo al cielo ormai chiaro e giuri di vendicare il massacro dei cavalieri Ramas. Ora sei tu l’ultimo Ramas Superstite: ora il tuo nome è Lupo Solitario

joe-dever-8217-s-lone-wolf-hd-remastered-su-pc-e-mac-dal-27-novembre-208460-1280x720

In conclusione

Joe Dever’s Lone Wolf offre su schermo tutta l’atmosfera, la dinamicità e la potenza narrativa degli omonimi libri. Ci sentiremmo di consigliare questo titolo oltre che agli appassionati della serie anche a coloro che non ci si sono mai avvicinati. Anche se questo titolo non rappresenta il miglior starting point per la saga di Lupo Solitario risulta essere godibile anche senza nessuna conoscenza del personaggio e del mondo che lo circonda