Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Ieri Square Enix ha ufficializzato la versione remastered di Final Fantasy XII, denominata The Zodiac Age, che ci arriverà con varie aggiunte di contenuti.

Un utente YouTube ha montato un video molto utile per mettere a confronto la qualità grafica tra la versione originale uscita nel 2006 per PlayStation 2 e quella della versione remastered per PlayStation 4 mostrata nel video di presentazione.

Le differenze sono decisamente visibili. I modelli poligonali e le texture godono di un livello di dettaglio superiore, e anche l’illuminazione è gestita in modo migliore.
La versione originale aveva portato al limite le potenzialità dell’hardware PS2, per questa versione ci aspettiamo una fluidità di gioco a 60 fps.

Ricordiamo che Final Fantasy XII The Zodiac Age è previsto per un generico 2017 per PlayStation 4. Speriamo di sapere di più durante l’imminente E3.

Continua la serie di video-diari del team di Ninja Theory che ci portano all’interno del processo di sviluppo di Hellblade: Senua’s Sacrifice.

Sembra che gli sviluppatori si stiano molto concentrando sul sistema di combattimento, ma anche sul lato del suo realismo. Senua non sarà una protagonista over-powered, ma anzi avrà i limiti fisici propri di una donna, e dovrà quindi fare affidamento più sulla velocità e tecnica che la forza bruta, anche perché dovrà scontrarsi con nemici con cui non potrà competere in tal senso.

Grande attenzione sta venendo impiegata anche al motion capture per riprodurre movimenti realistici e fluidi. Quando Senua viene colpita duramente, inoltre, la nostra visuale rifletterà il suo stato fisico aggravato, restituendo una visuale più sfocata.
Persino i suoni saranno importanti per capire da che direzione arriveranno gli attacchi e imparare a schivarli.

Hellblade combat

Insomma Ninja Theory sembra che ce la stia mettendo davvero tutta per sviluppare un prodotto di alta qualità rifinito nei minimi dettagli.
Ricordiamo che Hellblade: Senua’s Sacrifice è previsto entro la fine del 2016 (salvo posticipi) in esclusiva per PlayStation 4.

Sembrerebbe che GameStop l’abbia di nuovo fatta fuori dal vaso, visto che si è lasciato scappare un leak che confermerebbe lo sviluppo di Injustice 2.

Sembra infatti che un dipendente della catena di negozi abbia mandato a Polygon la foto di un poster promozionale, che vi riportiamo qui sotto.

Injustice 2 leak poster

La foto non lascia molti dubbi, e sembra decisamente originale.
Già circa una settimana fa vi avevamo parlato degli insistenti rumor su Injustice 2, e NetherRealm non ha mai smentito, anzi in questi giorni ha lanciato diversi segnali che confermerebbero le voci di corridoio, non ultima l’immagine di profilo dell’account Twitter di Ed Boon con il numero romano 2.

Al diffondersi della notizia del leak, Ed Boon ha rilasciato questo tweet, che sembrerebbe proprio prendersela scherzosamente con la poca affidabilità di GameStop:

 

Con Atelier Sophie: The Alchemist Of The Mysterious Book, il nuovo capitolo della serie Atelier, Gust porta in occidente uno dei migliori JRPG in circolazione, un titolo senza sbavature, consolidato da un gameplay ormai forte per via dei numerosi anni di esperienza che lo hanno elevato a uno dei capisaldi del genere e che ci fa immergere in mondi fatati pieni di luoghi da esplorare e storie da raccontare.

Atelier Sophie The Alchemist Of The Mysterious Book Recensione

Alchimisti

Nella piccola cittadina di Kirchen Bell, con alberi rigogliosi mossi dal fruscio del vento e con la luce che si muove fra le foglie e crea giochi di ombre, abita una giovane alchimista. Nel suo atelier, Sophie, vuole diventare esperta nell’antica arte alchemica. Un compito di certo non facile per chi non padroneggia i processi di sintesi. In aiuto di Sophie però un giorno arriva un libro incantato, Plachta, che spalanca le porte di una grande avventura. Con l’aiuto di Plachta, che Sophie scopre essere la conoscenza stessa dell’alchimia racchiusa in un libro, la giovane alchimista impara a utilizzare le arte magiche per dominare i più rari ingredienti alchemici e formulare le sintesi più difficili.

Come ci ha abituato negli altri capitoli, la sceneggiatura è curata in ogni dettaglio, con dialoghi sempre vari, e una caratterizzazione dei personaggi dettagliata, non solo nei protagonisti principali ma anche nei comprimari che incontreremo nel corso della nostra avventura e chi si uniranno alla nostra squadra. Durante le nostre esplorazioni incontreremo non solo nuovi personaggi, come gli amici Monika e Oskar, ma ritroveremo anche protagonisti di altri capitoli, come il fabbro Logy. A loro si uniranno anche personaggi diversificati come Harol, un orologiaio con la passione per le pistole, Julio, un cavaliere, Fritz un creatore di bambole, e tanti altri. A rafforzare la sceneggiatura, arriva a corredo una colonna sonora eccelsa, fatta di musiche in pieno stile orientale.

Atelier Sophie The Alchemist Of The Mysterious Book Recensione

Ogni personaggio ha caratteristiche e abilità diverse, Sophie essendo un’abile alchimista padroneggia le arte magiche mentre Oskar ad esempio, ha un altissimo valore difensivo ma difetta nelle arti magiche, o ancora troviamo Julio che ha sia una grande forza fisica che una difesa altrettanto forte. Nella creazione del party, che in Atelier Sophie consta di quattro elementi, dovremo cercare di equilibrare le skill di ogni personaggio per creare la formazione ideale. Ogni personaggio ovviamente potrà indossare dell’equipaggiamento specifico, che potrà essere forgiato e rinforzato nell’armeria, come armi più forti, armature più corazzate, collane che aumentano i poteri magici o ciondoli che aumentano una determinata skill come difesa o attacco. Al contempo con l’utilizzo della nostra alchimia, questi oggetti potranno essere ulteriormente migliorati aggiungendo determinate caratteristiche, ad esempio potremmo creare un’armatura che aumenta la forza delle magie quanto una spada che aumenta la forza fisica del personaggio.

Ogni membro della nostra squadra ha tre caratteristiche principali: i punti salute, che ci serviranno per subire una quantità maggiore di danni durante le battaglie, i punti magia, che verranno utilizzati per lanciare incantesimi di attacco e di difesa, e la stamina, che ci servirà per esplorare più luoghi e per combattere più battaglie. Lasciare la città per recarsi in esplorazione in altre zone, infatti, consumerà stamina, che scendendo indebolirà i nostri personaggi. Oltre all’esplorazione, anche combattere i mostri inficerà la stamina, che potrà comunque essere ripristinata con degli oggetti magici creati nell’atelier, con oggetti trovati nelle varie zone, o ritornando semplicemente a Kirchen Bell. Ogni volta che lasceremo la città per esplorare le varie zone, in cerca di materiali alchemici o per compiere le varie quest, il tempo scorrerà e questo porterà a dei cambiamenti nel mondo di gioco. Il ciclo giorno notte infatti non ha solo una funzione estetica ma si ripercuote anche sul gameplay, cambieranno gli oggetti sparsi nelle varie zone così come i mostri, che di notte saranno più audaci e più difficili da battere.

Abbiamo parlato delle quest, che possono variare dal cacciare un determinato tipo di mostro fino a trovare un determinato oggetto, e che ci verranno assegnate dall’oste della cittadina. Completare le varie missioni ci farà guadagnare i soldi che ci serviranno per acquistare nuove risorse, forgiare nuove armi e comprare i rumors, pettegolezzi che ci racconterà l’oste e che modificheranno temporaneamente le zone da esplorare. Ad esempio potremo venire a conoscenza che in un determinato luogo ci saranno meno nemici e quindi potremo esplorarlo liberamente alla ricerca di oggetti, piuttosto che sapere che in una zona si trova un materiale raro, o ancora un mostro che, anche se sconfitto, continua a spuntare. Le zone che esploreremo, una volta raccolti tutti gli oggetti e sconfitti tutti i mostri, saliranno di livello facendoci trovare nuovi oggetti sempre più rari e ovviamente nuovi nemici più forti.

Atelier Sophie The Alchemist Of The Mysterious Book Recensione

Crafting e sintesi

Il sistema di combattimento, rigorosamente a turni, ci permette di costruire determinate strategie. Ogni turno infatti avremo l’opportunità di compiere diverse azioni: potremo attaccare il nemico con un attacco fisico o magico, difenderci, utilizzare la magia per attacchi offensivi o per rinforzare il nostro party e ancora utilizzare gli oggetti, come bombe per attaccare nemici oppure oggetti curativi per ripristinare l’energia o la magia dei nostri personaggi. Ogni attacco portato ai nostri nemici farà aumentare la barra dei colpi, che salendo di livello ci permetterà di effettuare attacchi sempre più potenti o ergere difese impenetrabili, a seconda che abbiamo optato per una strategia offensiva o una strategia difensiva. La serie di attacchi di ogni turno sarà stabilito dalla nostra azione e non semplicemente dalla velocità del nostro personaggio, secondo un ordine di iniziativa che varia a seconda che si utilizzi un attacco fisico, una posizione di difesa, piuttosto che un’abilità offensiva o difensiva. A fine battaglia otterremo i punti esperienza con cui salire di livello, fare crescere le nostre abilità e apprendere attacchi speciali sempre più potenti. A volte i nemici rilasceranno anche soldi o dei bauli contenenti oggetti rari.

Come ogni capitolo della serie Atelier, ogni volta che non saremo impegnati a compiere missioni secondarie o a cercare oggetti, passeremo molto tempo a creare oggetti alchemici. Questi oggetti, come detto, possono essere utilizzati per rinforzare armi e armature piuttosto che per attaccare nemici o ripristinare l’energia o la stamina della nostra squadra. Creare oggetti alchemici rappresenta forse l’elemento del gameplay meglio caratterizzato e più divertente, quando avremo ottenuto infatti tutti gli oggetti che serviranno alla creazione, potremo miscelarli nel calderone per realizzare l’oggetto richiesto. Ogni elemento che utilizziamo nella nostra alchimia ha abilità speciali oltre e un determinato peso: combinati insieme daranno forma all’oggetto alchemico che sarà più forte quanto meglio avremo combinato i vari elementi, e utilizzato i bonus. Nel calderone, infatti, saranno presenti dei bonus che aumenteranno l’efficacia dell’alchimia e la potenza degli oggetti creati, che sbloccheremo concatenando i vari elementi.

Atelier Sophie The Alchemist Of The Mysterious Book Recensione

Il nuovo capitolo della serie Atelier dimostra ancora una volta il grande lavoro svolto da Gust. Con una sceneggiatura ispirata, una colonna sonora eccellente, un gameplay consolidato e un sistema alchemico rifinito, Atelier Sophie riesce di nuovo a sorprendere, ergendosi ancora una volta come una delle migliori saghe JRPG e regalando tante ore di avventura.

L’attesissimo jrpg firmato Atlus, Persona 5, arriverà in America il giorno di San Valentino, ovvero il 14 febbraio 2017 e sarà accompagnata da due edizioni: la “Take Your Heart” Premium Edition e la Steelbook Edition.

SteelBook Launch Edition – Disponibile in quantità limitata solo al day on al prezzo di 60$ e solo per Playstation 4:
  • SteelBook
  • Copia del gioco

5791fc6d-6315-4eb8-92f3-9fb3272547a8

“Take Your Heart” Premium Edition – edizione da collezione venduta al prezzo di 90$ e solo per Playstation 4:
  • Soundtrack CD
  • Peluche di Morgana
  • Art book con copertina rigida di 64 pagine
  • SteelBook
  • Borsa scolastica:
  • Box da collezione
  • Copia del gioco

fb2a47f3-3525-4ad9-850a-99066f988758

Nessun riferimento alla versione europea del titolo, che ci auguriamo corrisponda a quella americana.

Atlus conferma che la versione Playstation 3 arriverà anche in occidente, ma senza edizioni speciali

Persona 5, inoltre, sarà presente all’E3 2016 con una demo giocabile di 20 minuti

Sembra che Ubisoft annuncerà il suo Watch Dogs 2 in anticipo rispetto all’E3.

Watch Dogs 2 teaser

Nonostante il gioco sarà comunque presentato alla kermesse di Los Angeles, sembra infatti che l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare domani stesso. Anche perché sul sito ufficiale c’è un count-down che termina tra poco più di 24 ore.

Ubisoft ha anche pubblicato un teaser trailer intitolato “Hello World“, che potete vedere qui di seguito:

Secondo alcune fonti, all’imminente E3 2016 Bethesda annuncerà la versione remaster di Skyrim, l’ultimo capitolo offline della famosa serie The Elder Scrolls.

Il rumor proviene dagli insider Shinobi602 e dall’utente Enter the Dragon Punch di NeoGAF.
Questa versione di The Elder Scrolls V: Skyrim avrebbe un comparto grafico potenziato, tutti i DLC e supporto per mod.

Non ci resta che aspettare la conferenza stampa E3 di Bethesda che si terrà il 12 giugno.

remaster di Skyrim

 

Square Enix ha ufficializzato la data di uscita di World of Final Fantasy accompagnandola con un corposo nuovo trailer in cui vediamo numerosi personaggi iconici della saga.

Il titolo uscirà il prossimo 27 ottobre in Giappone, il 25 ottobre negli USA e il 28 ottobre in Europa, in esclusiva PlayStation 4 e PS Vita.

Il pre-order delle copie Day One includeranno un Sephiroth da Final Fantasy VII come summon da utilizzare in battaglia.

Square Enix ha anche annunciato che dal 12 giugno alle 17:00 (ora giapponese) terrà una serie di live stream dedicati al gioco, che potranno essere seguiti su YouTube e Niconico.

 World of Final Fantasy data Sephiroth

Ad accompagnare l’annuncio del remaster per PS4 Final Fantasy XII The Zodiac Age, Square Enix ha annunciato due nuove action figure di Final Fantasy XII.

Saranno i personaggi di Balthier e Gabranth i prossimi ad essere realizzati dal team della serie Play Arts Kai. Le commercializzazione della figure di Balthier è attesa per il prossimo settembre al costo di 12,800 yen (circa 105 €), mentre per quella di Gabranth dovremo aspettare ottobre, e avrà un costo di 14,800 yen (circa 120 €).

Entrambe saranno curate in ogni dettaglio e saranno dotate di armi, molteplici articolazioni e diversi tipi di mani.
Vi lasciamo alle immagini.

action figure di Final Fantasy XII Balthier 01
action figure di Final Fantasy XII Balthier 02
action figure di Final Fantasy XII Balthier 03
action figure di Final Fantasy XII Balthier 04
action figure di Final Fantasy XII Balthier 05
action figure di Final Fantasy XII Balthier 06
action figure di Final Fantasy XII Balthier 07
action figure di Final Fantasy XII Balthier 08
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 01
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 02
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 03
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 04
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 05
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 06
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 07
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 08
action figure di Final Fantasy XII Gabranth 09

È tempo di ritardi. Lo avevamo visto con No Man’s Sky, mentre oggi tocca a Horizon Zero Dawn, titolo action-RPG di stampo post-apocalittico, sviluppato da Guerrilla Games in esclusiva PlayStation 4. La data di uscita confermata è il 3 marzo 2017 per il suolo europeo, mentre il 28 febbraio 2017 per quello americano.
Il motivo del ritardo risiede nella volontà degli sviluppatori di creare un titolo qualitativamente idoneo alle loro aspettative e al loro impegno. Così ha affermato il managing director di Guerilla Games Hermen Hulst in suo post .

Horizon: Zero Dawn

Per aumentare l’hype ecco il nuovo trailer rilasciato oggi da Sony dedicato alla protagonista Aloy:

 

Flag Counter
Articoli recenti