Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Durante la Milan Games Week, siamo stati invitati da AnotheReality per provare il primo videogioco pensato appositamente per il mondo degli eSport. Il titolo in questione è Yon Blitz, titolo multiplayer che mette faccia a faccia quattro giocatori dotati ognuno di visore per la realtà virtuale e due controller, uno per l’arma e l’altro per lo scudo.

AnotheReality eSport

“Con il suo nuovo gioco, presentato in anteprima alla Milan Games Week, AntotheReality fa il suo debutto nel mondo degli eSport, fenomeno con uno dei maggiori tassi di crescita, che in poco tempo è destinato a raggiungere un giro d’affari considerevole”

Fabio Mosca CTO e CoFounder di AnotheReality.

Gli sviluppatori ci hanno ovviamente permesso di mettere le mani su quanto realizzato, e in quest’articolo vi spiegheremo nel dettaglio l’idea alla base di questo gioco e soprattutto i progetti che AnotheReality ha in mente per spingere questo titolo all’interno del mondo eSport. Prima di parlare del gioco, ci sembra però doveroso presentare la software house che ha reso possibile tutto ciò, il suo nome è AnotheReality, casa italiana che ormai da anni lavora nel mondo della realtà virtuale in settori come:

  • Virtuademy: Soluzioni per la formazione e il supporto sul campo
  • Soluzioni su misura per aziende e istituzioni: coinvolgimento in ambiti come ad esempio la costumer Experience, il design, l’engineering, la industy 4.0

La start up italiana si occupa essenzialmente di XR ( eXtended Reality) per il mondo Business, ma da adesso anche nel mondo Entertainment e quindi gaming. I nomi dietro AnotherReality sono vari, ma a capitanarla troviamo: Lorenzo Capannari (CEO), Fabio Mosca ( Chief Technology Officer), Matteo Favarelli (Chief Operating Officer) che insieme hanno fondato l’azienda, a oggi partner di aziende come Nokia, IBM, ASUS, Hitachi, SkySport e molti altri. Recentemente è stata inoltre premiata da Microsoft US per aver realizzato la prima applicazione in Mixed Reality nel settore Banking, “Widiba Dialog”.

Dopo aver lavorato intensamente nel settore Business, il team ha però deciso di iniziare a lavorare a un progetto tanto interessante quanto ambizioso, il suo nome è Yon Blitz. Come abbiamo già anticipato, Yon Blitz è un videogioco in realtà virtuale pensato esclusivamente per tornei ed eventi in giro per l’italia ( almeno per il momento). Non sarà quindi necessario acquistare costosi computer e visori, ma vi basterà recarvi presso una delle varie tappe organizzate dal team e partecipare a queste interessanti competizioni.

Entrate nella stanza, guardate negli occhi i vostri avversari, indossate il visore, le cuffie, e impugnate i controller, immediatamente verrete catapultati in una lobby pronti per scendere sul campo di battaglia. Durante la nostra prova, abbiamo affrontato altri tre avversari in un’arena composta da varie piattaforme, ognuna delle quali dalle dimensioni 2.5 x 2.5 m, corrispondente alla nostra area di movimento nell’ambiente reale. Ogni piattaforma ci permetterà di rimanere protetti grazie a una piccola barriera, che tenderà però a danneggiarsi con il tempo, obbligando il giocatore a teletrasportarsi in continuazione, a patto di aver prima conquistato quella determinata determinata zona.

Ogni giocatore è dotato di un’arma (Blitz Gun) dalla capacità di munizioni illimitata e da un piccolo scudo utilizzabile per proteggersi dai colpi nemici. Come in ogni titolo VR per evitare i colpi dei nemici o anche solo per nascondersi, sarà necessario accovacciarsi fisicamente, rendendo l’azione estremamente adrenalinica e divertente. Una volta capito il funzionamento di base del gioco il resto è semplice, ogni nemico ucciso garantisce 1 punto, mentre dopo ogni morte ci sarà un semplice respawn nella zona sicura dalla quale potremo rientrare tranquillamente in azione. La partita ha una durata di cinque minuti, al termine dei quali il vincitore sarà colui che avrà guadagnato più punti.

AnotheReality eSport

L’aspetto estremamente interessante che ci ha colpiti non è tanto il gioco in sé, sicuramente divertente e superiore alla media, bensì l’aspetto competitivo che vi si vuole creare attorno. Nel gioco è infatti già prevista una postazione per la regia, con tanto di telecamera all’interno del gioco controllabile da un operatore, permettendo di trasmettere la partita su monitor oppure in streaming, seguire i giocatori o riprendere i momenti salienti della partita.


AnotheReality viaggerà insieme ad Asus nello YON BLITZ TOUR 2018/2019, un tour che inizierà toccando quattro città italiane, così da consentire agli appassionati di gaming di sfidarsi a colpi di Blitz Gun. La prima tappa del torneo si terrà a Milano, il 25 ottobre, presso il punto vendita Asus Gold Store next di Via Procaccini 20.

Per scoprire le altre tappe e per avere informazioni sulla partecipazione vi basterà raggiungere il sito ufficiale a questo link.

L’articolo MGW 18: AntorheReality porta la VR negli eSport proviene da GameSource.

Durante la Milan Games Week 2018 si è svolta la ESL Rainbow Six Siege EuroCup, una competizione eSports che ha visto otto squadre provenienti da tutta Europa sfidarsi per la coppa e per un premio di € 10000, a cui noi abbiamo potuto assistere grazie ad Ubisoft. Il primo torneo continentale di Rainbow Six organizzato in Italia dunque ha visto sfilare diversi giocatori di valore e alcune squadre dall’ampio potenziale che col tempo potrebbero avere le carte per insidiare alcuni dei team europei che da anni ormai militano in Pro League assiduamente.

Rainbow Six Siege

Nonostante delle eliminatorie in generale non entusiasmanti, in cui il livello delle giocate – esclusa qualche stravagante scelta dei Vodafone Giants – si è attestato intorno alla mediocrità, è nelle semifinali che le squadre hanno incominciato ad esprimere un ottimo gioco, con scelte intelligenti e qualche picco di eccellenza proprio dagli spagnoli dei Vodafone Giants e dai russi del Team Empire. Proprio queste due squadre hanno conquistato la grande finale della domenica. Questi due team non solo hanno dimostrato di essere i più bravi “tecnicamente”, ma anche i più pronti mentalmente nell’affrontare i momenti di difficoltà. Purtroppo per gli EnD Gaming (Italia), Trust Gaming (Benelux), Aron iDomina (Italia), Penta Sports (Franca), Prismatic (Germania) e SLAVGENT (Polonia), non c’è stata storia.

Rainbow Six Siege

Durante la finale, vinta dal Team Empire con un sonoro 2-0 in un match al meglio dei tre, è emersa l’abilità dei singoli nello spostare gli equilibri di una finale che come sempre parte sulla carta equilibrata. E così arriviamo a Danil Gabov (classe 1998), in arte Joystick.Empire, MVP del torneo e a nostro avviso uno dei migliori prospetti del panorama eSports di Rainbow Six Siege. Non solo efficienza nel rapporto K/D (uccisioni/morti) ma inventiva negli approcci, flessibilità mentale e visione di gioco che in ambito eSports vuol dire saper leggere le mosse degli avversari in anticipo. A sorprendere comunque non è la giocata in sé di Joystick, ma la sua costanza durante tutto il torneo, semplicemente glaciale. Sentiremo parlare ancora di lui? Ovviamente sì: è un giocatore che non ha nulla da invidiare ad un Kantoraketti – all’infuori del Palmares – che può portare molto in alto la sua squadra.

La compattezza del Team Empire è risultata essere la sua principale forza: ogni membro sapeva cosa fare e tutte le tattiche ruotavano a supporto dell’estro di Joystick. Una delle principali qualità del Barcellona calcistico di Pep Guardiola era l’organizzazione tattica che permetteva a Lionel Messi di preoccuparsi solamente di esprimere il suo talento; ecco, il Team Empire ha dimostrato di essere consapevole delle potenzialità del suo miglior giocatore e con umiltà ha creato un’organizzazione tattica in grado di lasciare a Joystick solamente la preoccupazione di esprimersi al meglio, risultato: vittoria schiacciante e Danil Gabov miglior giocatore del torneo con ampio distacco.


La ESL Rainbow Six Siege Eurocup ha dimostrato che il movimento eSports anche in Italia può attrarre tanta gente e riempire le arene. Il primo torneo continentale di Rainbow Six Siege in Italia ha ancora una volta posto l’accento sugli eSports, dimostrando come il talento sia davvero un fattore senza limiti e barriere. Il Team Empire si aggiudica il trofeo, ma cosa ancora più importante urla a gran voce la sua presenza, imponendosi come una delle migliori squadre in ascesa nel mondo competitivo di Rainbow Six Siege.

L’articolo ESL Rainbow Six Siege Eurocup: trionfa il Team Empire proviene da GameSource.

La ricerca di qualcuno che aiutasse Telltale a completare The Walking Dead: The Final Season, come vi avevamo riportato qualche giorno fa, è andata a buon fine. Arriva infatti in data odierna l’annuncio da parte di Skybound Games, al New York Comic Con, del completamento della stagione finale di The Walking Dead, che sarà messo in atto con l’aiuto di precedenti membri del team originale Telltale.

Una notizia che sarà certamente apprezzata dai fan, che potranno vedere così la fine della storia di Clementine.

L’articolo The Walking Dead sarà completato con l’aiuto di Skybound Games proviene da GameSource.

Si avvicina l’uscita di Kingdom Hearts III, prevista per il 29 gennaio del prossimo anno in Europa, e arriva una notizia che farà felici coloro che non hanno mai avuto modo di giocare a nessun capitolo del brand, o semplicemente per chi vorrà rispolverare i titoli un’ultima volta prima del capitolo conclusivo della saga di Xehanort.

È stato infatti annunciato, in esclusiva PlayStation 4, Kingdom Hearts – The Story so Far –. Il titolo sarà disponibile dal 30 ottobre di quest’anno e racchiuderà tutti i capitoli usciti finora. Il prezzo in Europa non è ancora stato confermato, ma è lecito aspettarsi che segua quello in Nord America di 39,99 dollari.

Kingdom Hearts The Story so Far

Avremo così a disposizione, in un unico pacchetto:

Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMIX, contenente:

Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue, con all’interno:

  • Kingdom Hearts Dream Drop Distance HD
  • Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep
  • Kingdom Hearts χ Back Cover

L’articolo Annunciato Kingdom Hearts – The Story So Far – per Playstation 4 proviene da GameSource.

Durante il tuo viaggio nell’antichità con Alexios e Cassandra, ci saranno momenti in cui vi verrà detto di incontrare qualcuno di notte o il giorno dopo. Nessuno ha però il tempo di aspettare che ciò accada da solo, ecco dunque come passare tra il giorno e la notte in Assassin’s Creed Odyssey .

In realtà, passare dal giorno alla notte è davvero semplice. Tutto ciò che dovete fare è meditare e l’ora del giorno cambierà. Per fare ciò, premete e tenete premuto il touch pad su PS4. Su un controller Xbox One invece, tenete premuto il pulsante Visualizza. Una volta fatto, si visualizzerà il cielo che cambierà dal giorno alla notte, o dalla notte al giorno.

Suggeriamo di andare a leggere la nostra recensione per avere un idea più chiara sul gioco.

L’articolo Assassin’s Creed Odyssey: passare dal giorno alla notte proviene da GameSource.

Nelle scorse ore negli studi di Blizzard Entertainment c’è stato uno cambiamento ai vertici, dovuto al fatto che il co-fondatore della società Mike Morhaime ha deciso di dare le sue dimissioni dalla carica. L’ex presidente è stato sostutito con J. Allen Brack, produttore esecutivo di World of Warcraft, però Mike Morhaime continuerà a lavorare come consulente strategico nell’azienda.

Mike Morhaime

Ecco A voi una parte del comuicato rilasciato da Blizzard Entertainment sull’accaduto:

Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard

“J. Allen Brack è stato con Blizzard per oltre 12 anni ed  è colui che ha guidato il team di World of Warcraft, con il quale ci vuole visione, creatività e incrollabile impegno verso l’eccellenza per sostenere una community di giocatori. Ha dimostrato un impegno costante verso la nostra azienda, l’innovazione , l’eccellenza creativa e si preoccupa profondamente di garantire che il meglio della cultura Blizzard sia protetto.

“Sono anche entusiasto di avere Allen Adham, il fondatore della Blizzard, che è rientrato in azienda due anni fa e Ray Gresko, Chief Development Officer di Blizzard, entrato a far parte del team dirigenziale di Blizzard. Ho conosciuto sia Allen e Ray per più di 25 anni e sono due degli imprenditori più capaci nell’industria videoludica. Aiuteranno ad assicurarsi che l’ispirazione e la creatività rimangano al centro di Blizzard. “

[…]

“Grazie alla meravigliosa gestione di Mike Morhaime e al maestoso lavoro di costruire una squadra davvero straordinaria, giochi epici e una community globale di amati giocatori, Blizzard è una delle migliori società di giochi al mondo.”

J. Allen Brack, Presidente di Blizzard Entertainment

“Sono incredibilmente onorato di servire come prossimo presidente Blizzard e di guidare una delle migliori società di intrattenimento al mondo, grazie alla passione e alla dedizione della nostra community di giocatori e dipendenti. Blizzard è stata fondata sulla promessa di fare grandi giochi e ho intenzione di continuare questo feroce impegno per la qualità, la nostra community è il nostro scopo. Non potrei essere più entusiasto di ciò che è. “

Mike Morhaime

“Voglio ringraziare tutte le persone talentuose e laboriose di Blizzard per la loro dedizione, creatività e passione. È stato un privilegio guidare questa squadra. Sono anche molto grato alla community dei giocatori di Blizzard per il loro supporto. “

Questo cambio della dirigenza in Blizzard Entertainment verrà risentito anche dai giocatori? Per scoprirlo non ci resta che aspettare delle novità da parte della casa videoludica.

L’articolo Mike Morhaime di Blizzard Entertainment abbandona la carica di presidente proviene da GameSource.

Qualcosa collegato ai Medabots – conosciuti in Italia come Medarot – potrebbe essere annunciato il 28 novembre di quest’anno, come anticipato dal rappresentante di Imagineer Hiroyuki Hashida nell’ultimo numero di Famitsu.

Il 28 novembre infatti segna il ventesimo anniversario del rilascio del primo titolo Medabot. Hashida ha poi ricordato che Medabots Classics, titolo uscito a dicembre 2017, voleva essere un titolo d’anniversario, ma sarebbe brutto chiudere quest’evento con quel titolo in solitaria.

Medarot

Hashida infatti si augura di riuscire a fare un annuncio in concomitanza dell’anniversario del 28 novembre, giorno ribattezzato Medabots Day. Non ci resta che aspettare quella data per scoprire qualcosa in più sulla questione.

L’articolo Un annuncio a tema Medarot previsto per il 28 novembre? proviene da GameSource.

Premettiamo che tutto quello che leggerete e vedrete di seguito va ancora catalogato come rumor. Ciò detto, pare che sia in sviluppo presso Avalanche Studios un RPG ambientato nell’universo di Harry Potter; sarebbe il terzo progetto pubblicato da Portkey Games, fondata da Warner Bros. Interactive Entertainment per pubblicare i giochi del maghetto.

Questo è il video caricato su YouTube dall’utente RastaPasta:

Nella descrizione del video troviamo parecchie informazioni, da prendere assolutamente con le pinze. Il gioco sarebbe un RPG open world in terza persona ambientato nel XIX secolo ad Hogwarts (con tanto di scelta della casa, ovviamente), in cui il nostro protagonista (creabile con un editor; ci sarebbero otto tipi diversi di mago) frequenterebbe il quinto anno. Si tratterebbe, dunque, di una storia del tutto scollegata a quella della saga letteraria/cinematografica, in cui il giocatore può decidere il proprio allineamento, come in molti altri WRPG.

Harry Potter

Ricordiamo ancora una volta che tutto ciò che avete visto e letto in questo articolo necessita di una conferma da Warner Bros., quindi placate l’entusiasmo in attesa di un annuncio ufficiale.

 

L’articolo Un nuovo gioco di Harry Potter in sviluppo? proviene da GameSource.

Recensioni, soluzioni, guide, news, trucchi per Disgaea 1 Complete. Dalla redazione di Gamesource, tutto quello che bisogna sapere sul videogioco Disgaea 1 Complete.

L’articolo Disgaea 1 Complete proviene da GameSource.

Forza Horizon 4, ultima fatica di Playground Games, è alle porte ma lo studio britannico sta già muovendo i primi passi per un nuovo lavoro: un Action RPG AAA.

Gli annunci pubblicati su Linkedin lasciano sognare i fan della più famosa serie di RPG rilasciati sulle console della famiglia Xbox, in quanto potrebbe trattarsi realmente di Fable IV.

Per ora, visto l’alto numero di posizioni aperte, è certo che Playground Games andrà a lavorare su un titolo molto importante.

Gli annunci parlano di “un progetto per un nuovo action / RPG open world AAA completamente nuovo” e il dubbio resta: sarà un titolo nuovo o si tratterà del tanto sperato Fable IV, rinnovato nelle sue vesti e meccaniche di gioco?

Solo il tempo lo dirà, nel frattempo gli appassionati di corse sono in trepidante attesa del rilascio di Forza Horizon 4 che uscirà il 2 Ottobre 2018 in esclusiva su Xbox One e Windows 10.

L’articolo Dopo Forza Horizon 4 Playground Games sta assumendo in vista di Fable IV? proviene da GameSource.