Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Il mondo videoludico riserva sempre un certo qual numero di sorprese, le quali differiscono le une dalle altre anche per il “campo semantico” in cui spaziano. La notizia del giorno ha dei contorni “particolari”: la sezione irlandese di Electronic Arts avrebbe licenziato Philippe Grenet, Senior Director, per aver fatto riferimenti espliciti ai propri genitali durante un dialogo con una collega.

L’indipendent riporta che l’ex-impiegato dell’azienda produttrice di FIFA 19 avrebbe testualmente detto “Non avrei messo il mio c***o sul tavolo, per far vedere chi ce l’ha più grosso” durante una conversazione video con una collega donna, proveniente dall’ufficio con sede ad Austin (Texas) dell’azienda nord-americana.

Grenet, ascoltato dalla Corte Suprema, si sarebbe difeso dicendo che “Non volevo confrontare le misure del mio pene, quanto usare una metafora per dire che non avrei mai sfidato la persona a cui era riferito il commento“. In aggiunta, la difesa di Grenet avrebbe aggiunto che l’imputato, oltre a non aver “subito” un’indagine formale corretta ed esaustiva, non è madrelingua e si è trasferito dalla Francia da meno di un anno, non avrebbe avuto pieno controllo del suo “vocabolario”.

Il tribunale ha momentaneamente emesso una ingiuzione che impedisce ad EA di nominare un sostituto di Grenet, che andrebbe in teoria a prendere il suo ruolo nell’azienda.

L’articolo Electronic Arts, licenziato un dipendente reo d’aver parlato del suo…pene proviene da GameSource.

Tra i tanti titoli interessanti annunciati durante i The Game Awards 2018, Crows Crows Crows ha ufficialmente confermato The Stanley Parable: Ultra Deluxe, versione “extra-large” dell’avventura grafica pubblicata originariamente nel 2013, che includerà nuovi finali, scelte e contenuti nuovi creati ad hoc. Il gioco uscirà nel 2019 su PlayStation 4 e Xbox One.

Per chi non lo sapesse, il gioco è stato originariamente reso disponibile nel luglio 2011 sotto forma di mod gratuita per Half-Life 2, ma in seguito è stato riscritto nuovamente da zero utilizzando il Source Engine, aggiungendo nuovi elementi alla trama e migliorando notevolmente la qualità grafica. Il remake è stato annunciato nel 2012 e dopo l’approvazione da parte di Steam Greenlight è stato pubblicato su Steam nell’ottobre 2013. Successivamente il videogioco è stato convertito anche per MacOS e Linux.

L’articolo The Stanley Parable, annunciata ufficialmente la versione Ultra Deluxe proviene da GameSource.

Nonostante non sia ancora stato ufficialmente annunciato, sullo store di Epic di cui vi abbiamo parlato alcuni giorni or sono, è comparsa la scheda ufficiale di Journey, titolo originariamente uscito per PlayStation 3 e, successivamente, traslato su PlayStation 4.

Per chi non lo conoscesse, in Journey il giocatore controlla una figura incappucciata, simile a un nomade. In cammino in un vasto deserto. Dopo una breve sequenza iniziale, il personaggio si ritrova disteso sulla sabbia, solo e senza alcuna informazione su di sé, con un’alta montagna visibile in lontananza. Il cammino verso quest’ultima, destinazione finale del gioco, è suddiviso in varie parti che il viaggiatore attraversa linearmente.

Al momento, non ci sono conferme ufficiali e non è dato sapere se il titolo in questione sarà un’esclusiva per lo store Epic, oppure arriverà anche su Steam ed altre piattaforme di digital delivery. In attesa di nuove informazioni, restate sintonizzati!

 

L’articolo Journey, confermato l’arrivo del titolo su PC proviene da GameSource.

Just Cause 4, uscito da appena due giorni, è stato di già crackato. La notizia è giunta quest’oggi attraverso canali più o meno ufficiali, sottolineando come la tecnologia anti-tamper Denuvo abbia miseramente fallito contro i pirati del Web. Square Enix aveva adottato la versione 5.3 del software anti-pirateria, lo stesso utilizzato nel titolo Hitman 2.

La tecnologia Denuvo sta mostrando sempre più i suoi limiti e, dati alla mano, il notevole investimento in termini di risorse economiche e a livello di problematiche relative all’utilizzo del gioco stesso (il software alle volte rende i titoli più “pesanti” da masticare per i nostri PC) effettuato dai publisher, sembra non fruttare i successi sperati.

L’articolo Just Cause 4, il gioco è stato crackato in un solo giorno nonostante Denuvo proviene da GameSource.

In Assassin’s Creed Odyssey molte sono state le lamentele da parte degli utenti circa l’enorme quantità di esperienza necessaria per avanzare da un livello all’altro, presentando spesso missioni di trama dai requisiti proibitivi che impongono al giocatore di livellare in solitaria per ore al fine di poter proseguire con la quest principale.

Il momento più ostico nella vita di un Misthios è indubbiamente rappresentato nel raggiungimento del fatidico livello 50, level cap del gioco alla release, che a breve potrà essere addirittura superato grazie ad un aggiornamento.

Assassin's Creed Odyssey: come raggiungere velocemente gli ultimi livelli

Dal 45 in poi, l’esperienza necessaria per incrementare il nostro livello aumenterà esponenzialmente, e gli XP ottenuti dall’esplorazione e dalle quest inizieranno a risultare poco soddisfacenti. Non c’è da disperare, perché esiste un modo per guadagnare a ripetizione 70000 punti esperienza in pochi minuti.

È tempo di dirigerci nell’arena di Pefka, ubicata sulla parte orientale dell’isola di Messara. L’arena ci propone 5 diversi combattenti contro i quali misurarci:

  • Claudio, il re dei banditi (livello 22)
  • Belo, la bestia di Sparta (livello 29)
  • Evante, la cacciatrice (livello 36)
  • Tito, la roccia di Atene (livello 43)
  • Basilio, il re dell’arena (livello 50)

A questo punto dell’avventura diamo per scontato che vi siate già cimentati con i primi contendenti dell’arena, se non lo avete fatto vi basti sapere che per poter sfidare l’avversario prescelto dovrete prima sgominare 4 ondate di avversari. Il campo di battaglia è disseminato di trappole che potrete anche (e soprattutto) utilizzare a vostro vantaggio.

Assassin's Creed Odyssey: come raggiungere velocemente gli ultimi livelli

Grazie all’ausilio delle trappole e ad una buona gestione delle abilità del vostro personaggio (nel nostro caso un set guerriero basato sulla riduzione del costo in barre dell’abilità suprema e l’utilizzo gratuito e senza ricarica di attacchi infuocati) battere Basilio sarò un gioco da ragazzi.

Assassin's Creed Odyssey: come raggiungere velocemente gli ultimi livelli

A questo punto entrerà in gioco la possibilità di battere nuovamente i combattenti dell’arena, che vedranno innalzato il loro livello fino al 50. Ogni volta che ne sconfiggerete uno verrete ricompensati con ben 70000 punti esperienza. La velocità d’ottenimento di questi punti esperienza non è paragonabile a nessun’altra attività all’interno dell’esperienza offerta da Assassin’s Creed Odyssey, unitile sottolineare che più diventerete forti più sarà rapido il processo.

Per amor di cronaca una volta battuto Basilio sarà disponibile anche un combattimento contro un avversario misterioso, ma onde evitare spoiler lasciamo a voi lo svelamento in autonomia di questo mistero.

L’articolo Assassin’s Creed Odyssey: come raggiungere velocemente gli ultimi livelli proviene da GameSource.

nvidia ha annunciato di avere un nuovo driver “Game Ready” attraverso il quale verranno ottimizzate le prestazioni di Battlefield V.

Attraverso questo nuovo aggiornamento infatti, Nvidia ha garantito un aumento fino al 50% delle prestazioni del ray tracing, miglioramento reso possibile grazie anche alla stretta collaborazione con EA.

Tuttavia per verificare i miglioramenti sarà necessario aspettare, dato che l’aggiornamento Tides of War per Battlefield V è stato posticipato.

Il ray tracing costituisce una caratteristica importante per le schede grafiche GeForce RTX di nvidia, tuttavia non ha avuto molto successo anche a causa dei prezzi troppo elevati oltre anche ai vari problemi prestazionali derivati dall’utilizzo del DXR.


 

Quindi se quanto affermato da nvidia dovesse corrispondere a realtà, questo rappresenterebbe un grande impulso per le featuring  ray tracing.

Ecco una lista dei miglioramenti relativi al prossimo aggiornamento:

  • Gli utenti Geforce RTX 2080Ti saranno in grado di giocare oltre i 60 fps a 2560 x 1440 con DXR Raytraced Reflections impostato su Ultra.
  • Gli utenti Geforce RTX 2080 saranno in grado di giocare oltre i 60 fps a 2560 x 1440 con DXR Raytraced Reflections impostato su Medium.
  • Gli utenti con una GeFoce RTX 2070 saranno in grado di giocare oltre i 60 fps a 1920 x 1080 con Medium DXR Raytraced Reflections

nvidia ha anche condiviso un video, in modo da spiegare i cambiamenti, nel quale è possibile osservare il confronto prima e dopo l’aggiornamento.

L’articolo Importante aggiornamento per Battlefield V migliorato il ray tracing fino al 50% proviene da GameSource.

Un utente di Reddit ha oggi scovato e divulgato un autentico tocco di classe presente in Red Dead Redemption 2, open world western targato Rockstar. Nella fattispecie, l’utente reddit SycSemperTyrannis08, nel mentre recuperava la sua sella dal cavallo deceduto durante una missione, ha notato che il buon Arthur Morgan si stesse disperando e piangendo.

La chicca sembrerebbe verificarsi solo nel caso in cui si abbia un legame di livello 4 con il proprio fidato equino. Sicuramente, Red Dead Redemption 2 sta mostrando di possedere un livello di cura elevatissimo persino se confrontato con i già elevati standard delle produzioni tripla A. E non tutto è stato ancora scoperto!

L’articolo Red Dead Redemption 2, Arthur piangerà alla morte del cavallo se il legame è forte proviene da GameSource.

Twitch Prime: i giochi gratuiti di Dicembre sono stati finalmente resi disponibili. Per poterli riscattare basta possedere un account di Amazon Prime o Twitch Prime e i titoli compariranno tra le ricompense elegibili per il mese in corso.

Twich Prime: i giochi gratuiti di Dicembre

Ecco la lista dei giochi di Dicembre:

Oltre questi titoli Stand Alone, l’abbonamento Twitch Prime ci offre anche un DLC per World of Tanks: il pacchetto di assistenza Bravo.

 

L’articolo Twitch Prime: i giochi gratuiti di Dicembre proviene da GameSource.

Non è un segreto che il recente annuncio da parte della Blizzard di Diablo: Immortal abbia lasciato l’amaro in bocca a moltissimi dei fan della saga e ne abbia anche fatti infuriare alcuni. Il gioco sarà infatti rilasciato solo ed esclusivamente per dispositivi mobile e sarà dunque molto meno complesso come meccaniche di quello che i veterani della Blizzard sarebbero in grado di fare.

La maggior parte dei giocatori aspettava con ansia qualche notizia su Diablo IV che purtroppo non è stato menzionato durante il Blizzcon di quest’anno.

Nella giornata di ieri il team di sviluppo della Blizzard ha pubblicato un post direttamente sul forum di Battle.net in cui spiega di avere in serbo molte sorprese per i fan della serie che tuttavia verranno rilasciate poco a poco durante il corso del 2019.

L’utente Nevalistis ha parlato a nome di tutto il team di sviluppo sul forum dichiarando:

Continuiamo a leggere i feedback e le nostre discussioni interne sono in corso. Abbiamo molti piani per Diablo tra diversi progetti che saranno rivelati durante il corso dell’anno prossimo. Siamo impazienti di condividere con voi più informazioni riguardo ai nostri progetti, ma alcuni dovranno attendere visto che preferiremmo mostrarveli, piuttosto che parlarvene e basta. Ci vorrà un pò di tempo visto che ci impegniamo al massimo per soddisfare le vostre aspettative, ma adesso, più che mai, siamo dediti a portavi un Diablo della quale la community possa andare fiera.

Molto probabilmente questo annuncio è stato rilasciato nel tentativo di placare gli utenti più scontenti e in parte sembra esserci riuscito, anche se, ancora una volta, non abbiamo ricevuto nessuna notizia a riguardo di Dablo IV.

L’articolo Diablo: Blizzard rivelerà altri titoli della saga nel 2019 proviene da GameSource.

Sono quasi pronte a partire le sessioni di Closed Alpha per Anthem, l’atteso action rpg di BioWare ormai quasi in dirittura di arrivo.

Le sessioni Alpha si terranno su PC, PlayStation 4 e Xbox One i prossimi 8 e 9 dicembre e si articoleranno in più riprese.

anthem

Sarà possibile partecipare su una o tutte le piattaforme, previa iscrizione all’evento tramite il sito della EA Community Playtesting.

Come è facile intuire dall’aggettivo “closed” l’accesso all’Alpha non sarà consentito a tutti, ma soltanto a un numero chiuso di utenti, quindi affrettatevi a registrarvi!

L’articolo Anthem – Al via le registrazioni per la Closed Alpha proviene da GameSource.