Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – I capi di Stato e di governo dell’Eurozona hanno raggiunto un accordo unanime sul debito della Grecia. Ad annunciarlo per primo e’ stato il premier belga Charles Michel su Twitter con un sintetico “agreement”, accordo.

Lo stesso presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk ha usato Twitter per dare la notiza. “L’Euro summit ha raggiunto un accordo all’unanimita. Tutto pronto per portare al Meccanismo europeo di stabilita’ il programma per la Grecia con riforme serie e aiuti finanziari”, ha scritto Tusk.

 

 

Agreement

Per annunciare la notizia hanno usato il social network anche il portavoce del governo di Cipro che ha scritto: “Sembra che abbiamo un accordo” e subito dopo il premier lussemburghese, Xavier Bettel.

Tsipras: accordo crea condizioni stabilita’ finanziaria

Renzi, rischiato ‘Grexit’ ma ora passo avanti

(AGI) – Roma, 13 lug. – Aumentano le segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio. Nel 2014 – riferisce il Rapporto dell’Unita’ di informazioni finanziaria della Banca d’Italia – la UIF ha ricevuto circa 71.700 segnalazioni di operazioni sospette, con un incremento di oltre 7.000 unita’ rispetto al 2013. “Tale risultato – sottolinea il Rapporto – rappresenta un nuovo picco nel numero annuo di segnalazioni e conferma l’accentuato trend di crescita di lungo periodo manifestatosi successivamente alla riforma del sistema antiriciclaggio del 2007 e proseguito anche nel primo semestre del 2015”. Migliorata la tempestivita’ di invio delle segnalazioni: il 55%e’ pervenuta entro un mese dall’operazione e oltre il 70 per cento entro due mesi. La crescita delle segnalazioni pervenute nel 2014 e’ in buona parte ascrivibile all’aumento (circa il 10%) di quelle trasmesse da banche e Poste che rappresentano oltre l’82% del totale. In crescita risulta anche il contributo delle imprese di assicurazione e di altre tipologie di intermediari finanziari, tra cui gli istituti di pagamento e gli istituti di moneta 8 elettronica. Modesto il contributo dei professionisti e degli operatori non finanziari, da cui provengono, rispettivamente, il 3,3 e l’1,6 per cento delle segnalazioni. .

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – La decisione di oggi mantiene la Grecia in condizioni di stabilita’ finanziaria. Lo ha detto il primo ministro di Atene, Alexis Tsipras, al termine dell’Euro summit che ha trovato l’accordo sul debito. “La Grecia – spiega Tsipras – attuera’ riforme radicali per liberarsi delle oligarchie”. “Il peso dei sacrifici, ha assicurato Tsipras, ricadra’ su coloro che non hanno pagato durante la crisi”. Tsipras ha rivendicato di aver combattuto una dura battaglia e di aver scongiurato i piani dei circoli conservatoi d’Europa per lo strangolamento finanziario della Grecia e il collasso del suo sistema bancario. “Abbiamo mandato un messaggio di dignita’ a tutta Europa e siamo riusciti a ristrutturare il debito”. Lo ha detto il premier greco, Alexis Tsipras, al termine dell’Eurosummit. “Siamo riusciti ad assicurare finanziamenti a medio termine”, ha aggiunto Tsipras, e ha assicurato che “La Grecia continuera’ a lottare per essere in grado di tornare a crescere”. (AGI) .

(AGI) – Pechino, 13 lug. – Borse cinesi ancora positive in chiusura, oggi, dopo il giro di vite delle autorita’ nello scorso fine settimana sulle pratiche di margin l’ending delle societa’ di brokeraggio cinesi. L’indice Composite della Borsa di Shanghai ha guadagnato il 2,39% a fine giornata, chiudendo a 3970,39 punti, mentre la piazza di Shenzhen ha registrato un aumento del 4,78% a quota 12614,16 punti. In forte rialzo anche l’indice ChiNext, che ha guadagnato il 5,8% a fine seduta a 2683,07 punti. Ieri, la China Securities Regulatory Commission, l’ente che regola i listini cinesi, ha inviato alle societa’ di brokeraggio un messaggio in cui chiedeva maggiore vigilanza alle autorita’ locali e l’utilizzo dei propri dati anagrafici per gli investimenti sul mercato azionario per frenare le pratiche “illecite” che hanno portato al crollo delle ultime settimane, in cui il mercato azionario cinese ha perso circa tremila miliardi di dollari. Le indagini erano cominciate gia’ all’indomani del crollo di mercoledi’ scorso, quando il Ministero della Pubblica Sicurezza cinese aveva inviato negli uffici della Csrc, una task force capeggiata dal vice ministro Meng Qingfeng, per indagare contro eventuali irregolarita’ nella sorveglianza del mercato azionario, che ha registrato rialzi tra i piu’ alti degli ultimi sette anni nell’ultimo anno, con la Borsa di Shanghai che ha guadagnato fino al 12 giugno scorso circa il 150% del proprio valore. L’economia cinese, intanto, mostra alcuni segnali di ripresa, anche se, secondo gli analisti, la crescita del secondo trimestre potrebbe attestarsi al di sotto del 7%. Tra i primi segni di stabilizzazione, oggi, sono usciti i dati del commercio estero nel primo semestre, che nonostante il calo del 6,9% su base annua, da imputare in gran parte alla diminuzione delle importazioni, vede una crescita dello 0,9% dell’export rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per rassicurare i mercati sulla tenuta della ripresa economica cinese, venerdi’ scorso, il primo ministro cinese, Li Keqiang, aveva poi parlato di nuovo di misure mirate per aiutare l’economia, che ha bisogno di un “grande sforzo” da parte di tutto il Paese per la ripresa. (AGI) .

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – Saranno i ministri delle Finanze dell’Euro a discutere del “prestito ponte” da fornire ad Atene per far fronte alle esigenze finanziarie immediate, ovvero quei 7 miliardi che servono entro il 20 luglio prossimo per ripagare i debiti arretrati al Fondo monetario internazionale e le prossime scadenze (in particolare 3,5 miliardi di debiti con la Bce). Come ha annunciato lo stesso presidente Jeroen Dijsselbloem al termine del vertice, la discussione avverra’ questo pomeriggio nella riunione mensile dell’Eurogruppo, la stessa che dovra’ decidere la nomina del nuovo presidente (Jeroen Dijsselbloem e’ in scadenza ma e’ candidato a un secondo mandato). La riunione, la terza in tre giorni per i 19 ministri, e’ prevista a partire dalle 15. (AGI) .

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – I capi di Stato e di governo dell’Eurozona hanno raggiunto un accordo unanime sul debito della Grecia. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk. Il presidente ha usato Twitter per dare la notiza. “L’Euro summit ha raggiunto un accordo all’unanimita’. Tutto pronto per portare al Meccanismo europeo di stabilita’ il programma per la Grecia con riforme serie e aiuti finanziari”, ha scritto Tusk.

MERKEL: LA STRADA SARA’ LUNGA E DIFFICILE

JUNCKER: I CITTADINI GRECI NON SONO STATI UMILIATI

Il primo a darne notizia sempre attraverso un tweet e’ stato il premier belga Charles Michel con un sintetico “agreement”, accordo.

Per annunciare la notizia hanno usato il social network anche il portavoce del governo di Cipro che ha scritto: “Sembra che abbiamo un accordo” e subito dopo il premier lussemburghese, Xavier Bettel.

Sulla scia dell’accordo per il debito della Grecia lo spread tra Btp e Bund tedeschi e’ in forte calo, a 114 punti, ha toccato il minimo da due mesi; il tasso a 10 anni e’ ai minimi dai primi di giugno. In forte ribasso anche lo spread tra titoli spagnoli e tedeschi a 108,6 punti per un rendimento del 2,05.

Le borse festeggiano: il Dax di Francoforte guadagna l’1,1% a 11440 punti, il Cac di Parigi l’1,35% a 4969,31 punti, mentre l’indice Ftse di Londra sale dello 0,63% a 6715,45. Piu’ contenuto il rialzo di Milano a +0,5%. Sui mercati valutari del Vecchio Continente, l’euro sale ai massimi della giornata a 1,118 dollari e 137,5 yen. (AGI)

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – “La strada sara’ lunga e difficile”: lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, nella conferenza stampa finale a Bruxelles dopo l’Eurosummit che ha raggiunto un accordo sul debito della Grecia. “La Grecia chiedera’ nuovi aiuti al Fondo monetario internazionale quando l’attuale programma sara’ concluso nel marzo del 2016”.. “Adesso, ha detto ancora Merkel, bisognera’ procedere passo dopo passo nell’attuazione dell’accordo per ricostruire la fiducia”.

La cancelliera tedesca non chiedera’ al Parlamento un voto di fiducia sull’accordo sul debito della Grecia. Lo ha detto la stessa Merkel nella conferenza stampa. “Non c’e’ bsiogno di un piano B per la Grexit perche’ e’ stata trovata l’intesa sul piano A”, ha affermato la cancelliera.

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – “L’accordo e’ stato laborioso e ha richiesto tempo ma siamo soddisfatti: non ci sara’ nessuna Grexit”: lo ha detto al termine del vertice dell’Eurozona il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. “In questo compromesso non ci sono ne’ vincitori ne’ sconfitti. Non penso che i cittadini greci siano stati umiliati, si tratta di un accordo tipicamente europeo”. “Sono convinto che il governo greco potra’ far passare in Parlamento tutte le decisioni prese oggi”. “Abbiamo sempre ripetuto che non avremmo accettato un’uscita della Grecia dall’Eurozona e questo obiettivo e’ stato raggiunto, e’ stata dura, ma un accordo e’ stato trovato”, ha sottolineato Juncker. .

(AGI) – Bruxelles, 13 lug. – “L’accordo e’ stato laborioso e ha richiesto tempo ma siamo soddisfatti: non ci sara’ nessuna Grexit”: lo ha detto al termine del vertice dell’Eurozona il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. .

(AGI) – Tokyo, 13 lug. -Il ceo di Nintendo, Satoru Iwata, e’ morto per un tumore. Aveva 55 anni. Della scomparsa, avvenuta sabato, da’ notizia oggi la stessa societa’, che ha sede a Kyoto. Nintendo ha comunicato che i direttori Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto assumeranno ora la guida dell’impresa. Gli analisti ritengono che la morte di Iwata possa incidere sui piani industriali della creatrice di video giochi classici come Super Mario, Donkey Kong e Pokemon. Al vertice della societa’, Iwata aveva portato al successo la console Wii con un rilzo dei profitti prima che la diffusione degli smartphone con i loro giochi imponesse un cambiamento di strategia. games started eating away at its success, forcing the strategy re-think. L’anno scorso lo stesso Iwata aveva reso noto di essere ammalato ma aveva continuato nel suo lavoro alla Nitendo, dov’era entra entrato come sviluppatore di giochi e aveva fatto carriera fino a diventare ceo nel 2002. “Non credo che vi sia nessuno che possa gestire l’azienda come Iwata. Con la sua leadership, stava facendo piccoli ma costanti progressi”, ha detto Satoshi Tanaka, analista della Daiwa Securities Capital Markets. (AGI) .