Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Tokyo, 21 lug. – Partenza in rialzo per la Borsa di Tokyo con l’indice Nikkei che ora guadagna lo 0,43% a 20.739,83 punti trascinato dai guadagni di ieri a Wall Street e sostenuto dalla debolezza di yen e petrolio. Positiva anche la la Borsa di Hong Kong che sale dello 0,34% a 25.490,33 punti. In controtendenza la Borsa di Shanghai dove gli investitori mostrano cautela dopo che l’indice si e’ avvicinato alla soglia chiave dei 4.000 punti. L’indice Composite di Shanghai lascia sul terreno l’1,64% a quota. 3.926,55. (AGI)

(AGI) – Houston, 21 lug. – Ha aperto i battenti a Shanghai la nuova Banca per lo sviluppo dei Paesi Brics, cioe’ a dire Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa cinese Xinhua. Nata con lo scopo di assicurare stabilita’ economica ai Paesi Brics anche con il finanziamento di progetti infrastruturali, la nuova banca viene considerata una sorta di anti del Fondo monetario internazionale. L’annuncio dell’apertura arriva a due settimane dal vertice di Ufa, in Russia, dove e’ stata sancita la nascita della nuova banca di sviluppo e dove e’ stato anche siglato un accordo tra i direttori delle banche centrali dei Brics per la creazione di pool di riserve valutarie. I Brics rappresentano il 40% della popolazione mondiale e il capitale iniziale della loro banca di sviluppo ammontera’ a 100 miliardi di dollari. (AGI)

(AGI) – Houston, 21 lug. – Apple ha assunto un ex executive di Fiat-Chrysler, Doug Betts, alimentando le speculazioni sul debutto della societa’ di Cupertino nell’industria dell’auto con una vettura elettrica. In base all’account Linkedin di Betts e secondo quanto scrive il Wall Street Journal, il manager sarebbe stato assoldato nel dipartimento “operations” di Apple da 1 mese. Betts vanta un’esperienza trentennale nell’indutria dell’auto, in societa’ come Michelin, Nissan e Toyota. Ha lasciato Fiat-Chrysler a novembre del 2014 dove era senior vice president per la qualita’. All’inizio dell’anno il Wall Street Journal aveva scritto che Apple stava lavorando ad un progetto segreto denominato “Titan” per costruire un’auto elettrica e che a questo scopo avrebbe assunto centinaia di dipendenti. (AGI)

(AGI) – Taranto, 20 lug. – La Procura di Taranto torna all’offensiva sull’altoforno 2. Oggi il custode giudiziario dell’impianto, Barbara Valenzano, ha scritto all’azienda intimando lo spegnimento immediato dell’altoforno 2 in attuazione del decreto di sequestro preventivo senza facolta’ d’uso emesso dalla stessa Procura dopo l’incidente mortale avvenuto a giugno. Il custode ha poi chiesto all’Ilva di essere informata entro il 24 luglio a proposito dell’attuazione del cronoprogramma sullo spegnimento. Gli avvocati dell’Ilva hanno chiesto chiarimenti alla Procura. (AGI) .

(AGI) – Roma, 20 lug. – Maurice Obstfeld e’ il nuovo capo economista del Fondo monetario internazionale. La decisione e’ stata annunciata dal direttore generale dell’istituto di Washington, Christine Lagarde. Obstfeld che assumera’ la carica di consigliere economico e direttore del dipartimento Ricerca prende il posto di Olivier Blanchard che aveva annunciato le proprie dimissioni nei mesi scorsi. Il suo lavoro al Fondo comincera’ l’8 settembre prossimo. Sono eccitata che Maurice si unisca a noi al Fondo”, afferma Lagarde in una nota. “Le sue straordinarie credenziali accademiche e la sua estesa esperienza internazionale lo rendono perfetto per fornire la sua leadership intellettuale all’Fmi in questo importante momento. E’ conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro sull’economia internazionale ed e’ considerato uno dei piu’ influenti macroeconomisti mondiali”, aggiunge Lagarde. Professore di economia a Berkley, Obstfeld ha lavorato con molti governi ed e’ stato consulente di altrettante banche centrali. Attualmente fa parte del Comitato dei consiglieri economici del presidente statunitense, Barack Obama, in aspettativa da Berkley. (AGI) .

(AGI) – Roma, 20 lug. – Il giorno in cui in Grecia riaprono le banche, ad Atene arriva il prestito ponte da 7,16 miliardi che consente ad Atene di inziare la restituzione dei 6,25 miliardi a Bce e Fmi. La ritrovata serenita’ sul fronte ellenico, spinge i listini del Vecchio Continente che viaggiano tutti in territorio positivo con Milano che segna la performance migliore a +1,58%. In calo anche lo spread che si attesta a 111 punti e supera quello spagnolo a 113. Oggi quindi, dopo 3 settimane di chiusura, hanno riaperto le banche greche. Ma per evitare eventuali fughe di capitali, controlli e limitazioni restano, sebbene il limite di 60 euro di ritiro dai bancomat sia stato ampliato a 420 euro a settimana. Intanto e’ avvenuto il versamento dei 7,16 miliardi che rappresentano il “prestito ponte” concesso dai partner al governo ellenico attraverso il meccanismo Ue di stabilita’ Efsm “e’ stato fatto”. La conferma e’ arrivata dalla portavoce Mina Andreeva, che si e’ anche detta “fiduciosa” sul pagamento odierno degli arretrati al Fondo monetario internazionale e del debito in scadenza alla Bce. “Il lavoro per stendere il memorandum of understading per il nuovo piano di aiuti e’ in corso – ha aggiunto – con il coinvolgimento da un lato delle istituzioni e dall’altro delle autorita’ greche. Ci aspettiamo di completarlo al piu’ presto”. Grazie al prestito ponte, Atene ha iniziato a ripagare i 6,25 miliardi di debiti verso Bce e Fmi. E’ quanto hanno riferito funzionari del ministero delle Finanze. Atene sta pagando 4,2 miliardi tra capitale e interessi alla Bce e 2,05 miliardi di euro al Fmi che dovevano essere pagati il 30 giugno. Il governo sta inoltre ripagando 500 milioni alla banca centrale greca. Sempre sul frontre ellenico da segnalare la cresciya dei crediti a maggio scorso. Lo rende noto la Banca centrale spiegando che e’ aumentato dell’1,1% a livello tendenziale a fronte, invece, di una riduzione dell’1,3% nel mese di aprile. Il credito al settore pubblico sempre a maggio e’ aumentato del 24% (+5,6% ad aprile) mentre quello a famiglie e imprese e’ diminuito del 2,1% a maggio (-2,4% ad aprile). (AGI) .

(AGI) – Londra, 20 lug. – Pearson sta valutando la possibilita’ di cedere il Financial Times dopo aver ricevuto l’interesse di potenziali acquirenti. Lo riferisce Bloomberg citando fonti vicine al dossier. Secondo Bloomberg, Pearson sta sondando possibili offerte per il quotidiano finanziario che viene valutato 1 miliardo di sterline (1,6 miliardi di dollari). (AGI) .

(AGI) – Roma, 20 lug. – Exor rilancia su PartnerRe. La finanziaria, si legge in una nota, ha offerto un dividendo straordinario di 3 dollari per azione agli azionisti ordinari a fronte del previsto perfezionamento dell’operazione a inizio 2016. Allo stesso tempo Exor ha confermato la proposta vincolante interamente in denaro di 137,50 dollari per azione agli azionisti di ParnerRe. .

(AGI) – Potenza, 20 lug. – Trasparenza, interattivita’ e ambiente i contenuti del rapporto Eni 2014 in Basilicata, presentato a Viggiano (Potenza), alle istituzioni e alla comunita’ locale. Nel documento si traccia il bilancio di sostenibilita’ del Distretto meridionale di Eni (Dime), certificato da Ernst&Young, che illustra i risultati raggiunti e i progetti futuri nella Regione. Trasparenza e condivisione i principi alla base del rapporto annuale che, giunto alla terza edizione, si arricchisce di dati e di informazioni rafforzando, allo stesso tempo, l’interattivita’ grazie alla crescente visibilita’ dei contenuti su www.enibasilicata.it. Il portale, dedicato alle attivita’ di Eni in Val d’Agri, diventa uno spazio piu’ accessibile e multimediale per raccontare l’azienda e le attivita’, per promuovere uno scambio attivo e un modello di informazione diretta e puntuale con il territorio. Il Local report 2014 fornisce un quadro completo dei risultati e delle iniziative in tema di lavoro, sviluppo locale, ambiente, salute e sicurezza delle persone. In evidenza i dati positivi sull’ambiente e sostenibilita’. In Val d’Agri, infatti, e’ attivo un sistema di monitoraggio ambientale di circa 100 kmq intorno al Centro Olio, che non trova eguali al mondo per punti di campionamento e tecnologie innovative. La rete di monitoraggio comprende diverse matrici ambientali con una presenza di circa 8 punti di monitoraggio per kmq a fronte di una densita’ abitativa pari a circa 60 abitanti per kmq. Inoltre, e’ stato avviato nel 2014 un innovativo progetto di monitoraggio dei composti odorigeni, unico al mondo costituito da una rete di otto nasi elettronici, in grado di riconoscere e classificare l’odore con un indice di accuratezza di circa il 70%. “Eni – ha spiegato Enrico Trovato, responsabile del distretto meridionale Eni – considera la tutela ambientale come una componente essenziale di sviluppo sostenibile nella realizzazione dei propri progetti industriali e integra tale obiettivo nelle proprie attivita’ operative. La storia di Eni in Basilicata – ha concluso – dimostra che e’ possibile costruire un modello di sviluppo condiviso per la valorizzazione delle persone e delle imprese locali, elemento essenziale per una crescita di lungo periodo”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 20 lug. – Il giorno in cui in Grecia riaprono le banche, ad Atene arriva il prestito ponte da 7,16 miliardi che consente ad Atene di inziare la restituzione dei 6,25 miliardi a Bce e Fmi. La ritrovata serenita’ sul fronte ellenico, spinge i listini del Vecchio Continente che viaggiano tutti in territorio positivo con Milano che segna la performance migliore a +1,58%. In calo anche lo spread che si attesta a 111 punti e supera quello spagnolo a 113. Oggi quindi, dopo 3 settimane di chiusura, hanno riaperto le banche greche. Ma per evitare eventuali fughe di capitali, controlli e limitazioni restano, sebbene il limite di 60 euro di ritiro dai bancomat sia stato ampliato a 420 euro a settimana. Intanto e’ avvenuto il versamento dei 7,16 miliardi che rappresentano il “prestito ponte” concesso dai partner al governo ellenico attraverso il meccanismo Ue di stabilita’ Efsm “e’ stato fatto”. La conferma e’ arrivata dalla portavoce Mina Andreeva, che si e’ anche detta “fiduciosa” sul pagamento odierno degli arretrati al Fondo monetario internazionale e del debito in scadenza alla Bce. “Il lavoro per stendere il memorandum of understading per il nuovo piano di aiuti e’ in corso – ha aggiunto – con il coinvolgimento da un lato delle istituzioni e dall’altro delle autorita’ greche. Ci aspettiamo di completarlo al piu’ presto”. Grazie al prestito ponte, Atene ha iniziato a ripagare i 6,25 miliardi di debiti verso Bce e Fmi. E’ quanto hanno riferito funzionari del ministero delle Finanze. Atene sta pagando 4,2 miliardi tra capitale e interessi alla Bce e 2,05 miliardi di euro al Fmi che dovevano essere pagati il 30 giugno. Il governo sta inoltre ripagando 500 milioni alla banca centrale greca. Sempre sul frontre ellenico da segnalare la cresciya dei crediti a maggio scorso. Lo rende noto la Banca centrale spiegando che e’ aumentato dell’1,1% a livello tendenziale a fronte, invece, di una riduzione dell’1,3% nel mese di aprile. Il credito al settore pubblico sempre a maggio e’ aumentato del 24% (+5,6% ad aprile) mentre quello a famiglie e imprese e’ diminuito del 2,1% a maggio (-2,4% ad aprile). (AGI) .-

Flag Counter
Articoli recenti