Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) Viareggio, 14 lug. – Sarebbe stato causato dallo scoppio di un pneumatico l’incidente avvenuto ieri pomeriggio nel tratto toscano della A12 Genova-Rosignano, fra i caselli di Pisa Nord e Viareggio, nel quale hanno perso la vita Andrea e Luca Brambilla, due gemellini di sette mesi residenti a Inzago (Milano), ed e’ ricoverata in gravissime condizioni anche la madre Elisa Chirico di 32 anni. E’ questa la ricostruzione fatta dagli agenti della polizia stradale di Viareggio che si stanno occupando delle indagini. In base alle testimonianze raccolte e ai rilievi effettuati subito dopo l’incidente, sembra infatti che l’improvviso sbandamento della cisterna che trasportava soda caustica sia dovuto all’esplosione di una gomma. Per l’incidente, che sembra dunque dovuto ad una fatalita’, e’ comunque stato indagato per omicidio colposo il conducente del tir, un autotrasportatore romeno di 59 anni residente a Fano. Sono stazionarie, anche se molto gravi, le condizioni di Elisa Chirico’, la mamma dei due gemellini di sette mesi morti ieri pomeriggio nell’incidente. E’ ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Cisanello di Pisa. Incastrata insieme ai figli nel groviglio di lamiere della macchina guidata dal marito Cristian Brambilla, la donna ha riportato una frattura complessa del bacino e alcune lesioni interne. Seppur in prognosi riservata, secondo i medici non sarebbe in pericolo di vita. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 lug. – Il Codacons e’ parte civile nel processo ai sei tifosi del Feyenoord che il 19 febbraio scorso, alla vigilia della partita di Europa League con la Roma, finirono in manette perche’ ritenuti protagonisti di una guerriglia urbana con lancio di fumogeni e di bombe carta in piazza di Spagna, con gravi danni al monumento della Barcaccia ridotta a una discarica. I giudici della quinta sezione penale del tribunale hanno riconosciuto la “legittimazione attiva” dell’associazione di consumatori a costituirsi nel dibattimento in rappresentanza dei cittadini romani. Gli imputati, da tempo ritornati in Olanda, sono accusati dalla procura di concorso in resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il tribunale ha anche disposto l’acquisizione di un video, tratto su Youtube, relativo alle fasi di arresto di uno degli olandesi, come chiesto da un difensore. Il dibattimento entrera’ nel vivo soltanto il 12 gennaio 2016 con le testimonianze dei rappresentanti delle forze dell’ordine citati dal pm Vittoria Bonfanti. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 lug. – Il mese di luglio ha fatto segnare una temperatura da record con valori per le minime superiori di 3,7 gradi alla media del periodo che provocano notti insonni mentre quelle massime sono risultate di 2,9 gradi superiori. Emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ucea relativi agli scarti della prima decade di luglio rispetto alla media, che evidenziano peraltro un deficit di precipitazioni del 96 per cento. In sostanza le temperature minime lungo la Penisola sono state di 19,6 gradi mentre quelle massime di 26,9 gradi nella prima decade di luglio e ora si prevede un notevole innalzamento. “Gli effetti -sottolinea Coldiretti- si fanno sentire sulla vita quotidiana delle persone con quasi 12 milioni di italiani che soffrono di insonnia per le temperature notturne tropicali, la gente trascorre piu’ tempo in casa, ma c’e’ anche una rivoluzione nei consumi che tendono a privilegiare prodotti rifrescanti mentre e’ praticamente bandito i’ uso del forno e si innalzano i consumi elettrici per i condizionatori. Le condizioni per garantire un buon riposo -prosegue Coldiretti- dipendono pero’ molto dai comportamenti durante il giorno a partire da una alimentazione corretta”. L’organizzazione agricola ricorda che “gli alimenti conditi con molto pepe e sale, ma anche con curry, paprika in abbondanza sono i veri nemici del riposo che e’ invece aiutato da cibi come pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, cipolla, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte fresco caldo e frutta dolce. Il risultato e’ infatti che si e’ registrato un aumento degli acquisti di frutta e verdura fino al 30 per cento nella prima decade per resistere meglio all’afa ma incrementi si sono riscontrati anche per l’acqua e per i gelati”. La raccomandazione del Consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’, rammenta Coldiretta, per una dieta sana “e’ quella di consumare piu’ volte al giorno frutta e verdure fresche per un totale a persona di almeno 400 grammi, ma la quantita’ aumenta in periodi particolarmente caldi per affrontare i rischi della disidratazione. Frutta e verdura -continua Coldiretti- sono alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l’apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all’azione dei radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole. In questo periodo peraltro si possono fare buoni acquisti a prezzi vantaggiosi perche’ per molte varieta’ ci si trova nel pieno della stagione produttiva. Preferibile -conclude la Coldiretti- e’ acquistare direttamente dal produttore dove il prodotto e’ piu’ fresco e durevole ed e’ quindi piu’ conveniente il rapporto prezzo-qualita’”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 lug. – Roberto Berardi, l’imprenditore italiano detenuto da due anni e sei mesi in Guinea Equatoriale, per lungo tempo in isolamento, e’ uscito dal carcere di Bata il 9 luglio. A renderlo noto, con qualche giorno di ritardo in ragione di un indispensabile silenzio stampa, sono la moglie Rossella e il senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione per la tutela dei diritti umani di Palazzo Madama, che sin dall’inizio ha seguito da vicino la vicenda. “Temevo davvero che Roberto non uscisse vivo da quella prigione – ha affermato Rossella – Si chiude un periodo per me e i miei figli di sofferenza e angoscia ma il primo pensiero e’ per Roberto e le sue condizioni di salute: al telefono e’ felice ma molto provato”. “Berardi – ha aggiunto Manconi – e’ stato liberato giovedi’ scorso, ma solo dopo aver avuto la certezza che Roberto fosse in viaggio per l’Italia, si e’ deciso di dare la notizia; questa storia si e’ protratta troppo, incredibilmente e immotivatamente, e se ora c’e’ un lieto fine il merito e’ dello stesso Berardi che ha resistito ad abusi e sevizie, della moglie Rossella e dei familiari che non si sono mai rassegnati, e di coloro che si sono mobilitati a favore del nostro connazionale. Molto si deve inoltre alla serieta’ e alla professionalita’ del nostro Ambasciatore, Samuela Isopi, del corrispondente consolare Massimo Spano e di tutta la macchina della Farnesina”. (AGI) .

(AGI) – Napoli, 14 lug. – Un sistema corruttivo all’interno degli enti che nel Casertano gestiscono i servizi idrici della Regione Campania; illeciti finanziamenti a politici locali. C’e’ anche una richiesta di arresto per l’onorevole Carlo Sarro, coordinatore provinciale di Forza Italia nel Casertano, tra le misure notificate dal Ros dei carabinieri. Tra i politici arrestati, oltre all’ex sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, anche l’ex consigliere regionale Angelo Polverino, gia’ destinatario di altre misure cautelari in diverse inchieste, e Tommaso Barbato.

   Dall’inchiesta emergono anche imprenditori che presentavano false denunce per presunte estorsioni da parte di emissari del boss dei Casalesi, Michele Zagaria, con l’intento di ‘ripulirsi’ dalla fama di persona collusa; ma anche la sparizione di materiale informatico nel covo del boss dopo la sua cattura, materiale finito poi nelle mani di esponenti del clan.

L’indagine del Ros dei carabinieri ha portato nel Napoletano e nel Casertano all’esecuzione di 13 misure cautelari nei confronti di esponenti e fiancheggiatori dei Casalesi, e a un sequestro beni per 11 milioni di euro.

I reati contestati sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione, intestazione fittizia di beni, turbativa d’asta e illecito finanziamento a partiti. (AGI)

(AGI) – Napoli, 14 lug. – C’e’ anche una richiesta di arresto per l’onorevole Carlo Sarro, coordinatore provinciale di Forza Italia nel Casertano, tra le misure notificate dal Ros dei carabinieri nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Napoli sulla corruzione e l’infiltrazione del gruppo dei Casalesi che fa capo a Michele Zagaria nell’amministrazione pubblica del Casertano. Tra i politici arrestati, oltre all’ex sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, anche l’ex consigliere regionale Angelo Polverino, gia’ destinatario di altre misure cautelari in diverse inchieste, e Tommaso Barbato. (AGI) .

(AGI) – Roma, 13 lug. – Ilaria D’Amico, giornalista di SkySport, e’ indagata a Roma per violazione delle leggi fiscali.

L’indagine e’ stata avviata a Milano nell’ottobre scorso ed e’ stata trasferita nella Capitale per competenza.

Secondo quanto si apprende Ilaria D’Amico non avrebbe versato, tra il 2009 e il 2011, circa 400mila euro a titolo Irpef. (AGI)

(AGI) – Messina, 13 lug. – Un uomo e’ morto accoltellato al culmine di una lite avvenuta per strada, a quanto pare per un parcheggio. E’ accaduto nel tardo pomeriggio a Messina, nel rione di Provinciale, nella zona sud della citta’. Salvatore La Fauci, 45 anni, e’ stato colpito all’addome da un fendente che non gli ha lasciato scampo. L’uomo e’ stato trasportato al Policlinico dove i medici lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico d’urgenza che tuttavia non e’ servito a salvargli la vita. Nel frattempo la polizia ha avviato un’indagine per risalire all’aggressore e ricostruire la vicenda. Alla base del grave fatto di sangue ci sarebbe una lite per un parcheggio. Un diverbio violento scoppiato con una persona che poi si sarebbe allontanata. La Squadra mobile sta acquisendo le immagini delle telecamere di videosorveglianze di negozi e uffici in zona. Diverse le persone sentite sul posto e nei locali della polizia. La vittima era incensurata e non si escludono anche altri possibili dinamiche e moventi. (AGI) .

(AGI) – Trapani, 13 lug. – Madre e figlia si sono tolte la vita a Marsala. I corpi delle due donne, di 63 e 25 anni, sono stati scoperti nel tardo pomeriggio di oggi, nell’abitazione ubicata nel centro citta’, dal padre e marito delle vittime, un ex carrozziere in pensione. La figlia era invalida al 90%, soffriva di obesita’ e da tempo assumeva psicofarmaci contro la depressione. Una situazione che aveva condotto a uno stato di prostrazione anche la madre che non sopportava piu’ questa condizione. Sul luogo e’ intervenuta la polizia del locale commissariato che ha raccolto il racconto dell’uomo in stato di choc. Secondo i primi riscontri madre e figlia piu’ volte avrebbero minacciato il suicidio. (AGI) .

(AGI) – Firenze, 13 lug. – “Francesco Schettino abbandono’ la Costa Concordia e lascio’ i passeggeri in balia di se’ stessi”. Lo scrivono i giudici nella sentenza di condanna a 16 anni per il naufragio della Costa Concordia dell’ex comandamnte. “Schettino nel momento in cui saltava sulla scialuppa per abbandonare la nave – si legge ancora – era consapevole della pendenza sul lato sinistro della Concordia o comunque che si allontanava in modo definitivo dalla Concordia accettando in tal modo il rischio di lasciare le persone in balia di se stesse”.

Concordia: tutte le notizie dal 2012 ad oggi

L’ex comandante, per i giudici, ha indugiato al punto che “quando e’ stata data l’emergenza generale, la situazione a bordo era scivolata verso un’estrema confusione e assenza di univoche indicazioni, con conseguente caos diffusosi tra equipaggio e passeggeri”. E quando scese dalla nave, Schettino aveva “la precisa intenzione di non risalirvi”. (AGI) .

Flag Counter