Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 27 lug. – L’esenzione dal pagamento dell’Ici spetta “laddove l’attivita’ cui l’immobile e’ destinato, pur rientrando tra quelle astrattamente previste dalla norma come suscettibili di andare esenti, non sia svolta in concreto con le modalita’ di un’attivita’ commerciale” e “l’onere di provare tale ultima circostanza spetta, secondo le regole generali, al contribuente”. E’ quanto spiega la Cassazione, con una nota firmata dal primo presidente Giorgio Santacroce, sull'”interpretazione sostenuta” dalla sentenza sul pagamento dell’Ici da parte delle scuole paritarie, “in continuita’ con l’orientamento in materia espresso gia in precedenza da questa Corte”. Nel caso di specie, che ha riguardato il Comune di Livorno e due istituti paritari cattolici, la Corte, si legge ancora nella nota, “ha ritenuto che il giudice d’appello non avesse congruamente motivato in ordine al conseguimento in giudizio di siffatta prova da parte dell’istituto religioso, tenuto conto di quanto la giurisprudenza della Corte ha affermato circa gli elementi che contraddistinguono l’attivita’ di impresa”. Infatti, la Cassazione ha annullato la sentenza con rinvio: “sara’ pertanto il giudice di merito a dover decidere in ultima analisi – conclude la nota – alla luce di una rinnovata e piu’ circostanziata valutazione delle risultanze processuali se l’esenzione spettasse o meno per l’attivita’ didattica come concretamente svolta”. “Sull’Ici alle scuole paritarie, polemiche fuor d’opera” Polemiche “in larga parte fuor d’opera” definisce Santacroce il dibattito scaturito dalla sentenza sull’Ici e le scuole paritarie cattoliche. “Al fine di evitare qualsiasi strumentalizzazione”, la Suprema Corte precisa che “la sentenza in questione si pone in linea di continuita’ con il consolidato orientamento” della Corte stessa sull'”interpretazione dell’esenzione prevista dall’articolo 7, comma 1, lettera i, del decreto legislativo n.504 del 1992 e dei relativi limiti”. Polemiche “fuor d’opera”, dunque, che “sembrano dimenticare come la questione sia stata oggetto, e la sentenza vi fa esplicito riferimento, di un’indagine comunitaria per sospetti aiuti di stato agli enti della Chiesa, che sarebbero potuti derivare da una interpretazione della predetta esenzione non rigorosa e in possibile contraddizione con i principi della concorrenza”. (AGI) .

(AGI) – Catania, 27 lug. – Su richiesta della Procura, il gip di Catania ha sospeso dalla professione medica per 10 mesi il neonatologo Antonio Di Pasquale, la ginecologa Maria Ausilia Palermo e l’anestesista Giovanni Alessandro Gibiino, indagati per la morte della piccola Nicole Di Pietro, venuta alla luce nalla clinica privata Gibiino e deceduta poco dopo il parto lo scorso 12 febbraio durante il tragitto in ambulanza verso un’unita’ di terapia intensiva neonatale. Per i tre indagati si ipotizzano i reati di omicidio colposo e falso ideologico nella cartella clinica. (AGI) .

(AGI) – Nuoro, 27 lug. – Ucciso a 27 anni con due colpi di fucile alla testa. E’ morto cosi’ Massimiliano Langiu, imprenditore edile, trovato dopo le 21 nelle campagne di Gairo (Ogliastra) davanti alla porcilaia che aveva avviato di recente con alcuni soci. Il giovane, che aveva qualche piccolo precedente per reati contro il patrimonio, e’ rimasto vittima di un agguato meticolosamente preparato, secondo i carabinieri della compagnia di Jerzu che indagano con i colleghi del Reparto operativo del comando provinciale di Nuoro: qualcuno, probabilmente una sola persona, ha atteso il piccolo imprenditore in localita’ Spallana, e gli ha sparato due fucilate a pallettoni alla testa.

Langiu era di spalle ed e’ stato colto di sorpresa dal suo assassino che, evidentemente, conosceva le sue abitudini e ha anche approfittato del fatto che la zona della porcilaia e’ isolata: non solo dista una decina di chilometri dalla strada asfaltata, ma non e’ coperta dal segnale delle compagnie telefoniche. Sara’ l’autopsia a fornire maggiori indicazioni sull’eventuale presenza di un secondo killer e sull’orario del delitto. E’ certo che poco dopo le 9 del mattino Langiu era ancora vivo: lo certifica un ultimo post sul suo profilo Facebook. Il corpo, in uno stato agghiacciante e in una pozza di sangue, e’ stato trovato da alcuni amici che lo cercavano, dopo che i familiari avevano dato l’allarme, preoccupati della prolungata assenza del giovane.

Langiu lascia la moglie e una bimba piccola. Chi ha scoperto il cadavere ha chiamato il 112 poco dopo le 21, ma raggiungere la zona isolata ha richiesto quasi un’ora ai carabinieri. Langiu ci andava tutte le mattine per accudire i maiali e lo faceva senza particolari precauzioni, segno che si sentiva assolutamente tranquillo. Anche ieri era uscito dopo le 8 e probabilmente e’ stato ucciso, con un fucile calibro 12 caricato a pallettoni, poco dopo il suo arrivo. Il delitto sembra essere maturato nell’ambiente agropastorale, ma non si escludono altre piste. L’ultimo agguato mortale a Gairo risale a meta’ novembre 2014: la vittima, Aldo Caboi, 63 anni, raggiunto da un proiettile alla testa, e’ morto dopo una settimana di agonia in ospedale. Al momento non risulta un collegamento fra i due omicidi.

“Orrore!”, commenta sgomento il sindaco di Gairo, Roberto Marceddu sul suo profilo Fb. “Assurdo si possa porre fine alla vita di un giovane in questo modo. Nulla giustifica queste efferatezze e tanta barbarie. Episodi come questi riportano la lancetta dell’orologio indietro di anni e a tempi che pensavo a Gairo potessero essere ormai dimenticati”. (AGI)

(AGI) – Roma, 27 lug. – Sara’ un’Italia a due facce quella dei prossimi giorni, piu’ o meno come quella dell’estate dello scorso anno quando il Nord viveva giornate spesso piovose mentre il Centro-Sud soffriva dal caldo. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che questa settimana la nostra Penisola vedra’ due diverse situazioni climatiche: da una parte il Nord, interessato da correnti piu’ miti atlantiche che porteranno alla formazione di rovesci e temporali, specie da mercoledi’ e giovedi’, dall’altra il Centro-Sud pronto ad essere colpito da un’ondata di caldo africano che fara’ aumentare le temperature giorno dopo giorno fino a raggiungere i 38/40 gradi su molte regioni, ma con punte superiori ai 40° sulle zone interne. Antonio Sano’, direttore del sito www.iLMeteo.it avvisa che “i temporali che raggiungeranno il Nord nei prossimi giorni potranno risultare molto forti, con grandinate e possibili trombe d’aria, mentre il gran caldo che colpira’ il Centro-Sud si fara’ sentire piu’ intensamente dal 30/31 Luglio con sensazione di afa in aumento. Il mese di agosto proseguira’ poi con una prevalenza di alta pressione e caldo”. (AGI) .

(AGI) – L’Aquila, 27 lug. – Cinque persone arrestate, quattro imprenditori e un politico, coinvolti in una serie di vicende di corruzione legate alla ricostruzione post terremoto dell’Aquila, in particolar modo i lavori di puntellamento affidati dopo l’ottenimento di presunte tangenti. Nella vicenda vi sarebbero stati ricatti ed estorsioni. Agli arresti domiciliari c’e’ anche Pierluigi Tancredi, ex assessore comunale gia’ coinvolto nell’inchiesta “Do ut des”, riguardante presunte irregolarita’ negli appalti per la ricostruzione post-sisma “approdata” nella fase dell’udienza preliminare. L’indagine ‘Do Ut Des’ fa riferimento al periodo compreso tra il 2009 e il 2012 ma e’ partita solo due anni e mezzo fa in seguito a una causa civile tra le due ditte che si occupavano di puntellamenti, una delle quali secondo l’accusa favorita dallo stesso Tancredi. Perquisizioni a San Demetrio ne’ Vestini (L’Aquila) presso l’abitazione di un imprenditore di Teramo e all’Aquila nella sede della sua societa’ edile. (AGI) .

(AGI) – Novara, 27 lug. – Sebastiano Vassalli, uno dei piu’ importanti scrittori italiani contemporanei, e’ morto questa notte, a 73 anni di eta’, all’ospedale di Casale Monferrato (Al), dove era ricoverato per la fase terminale di un tumore. Nel maggio scorso il suo nome era stato fatto tra i possibili candidati al premio Nobel per la letteratura. (AGI) .

(AGI) – Ragusa, 27 lug. – Il tunisino Jamil Mahmood, 21 anni, e’ stato arrestato dalla Squadra Mobile di Ragusa con l’accusa di aver pilotato un barcone su cui viaggiavano 260 immigrati soccorsi dalla nave mercantile irlandese “L. E: Niamh” e sbarcati a Pozzallo sabato. Deve rispondere di associazione a delinquere finalizzata all’ingresso clandestino nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari, aggravata dall’alto numero delle persone trasportate, dall’averle esposte a pericolo per la loro vita e incolumita’ e averle sottoposte a trattamento inumano e degradante. L’indagato in una tasca segreta dei pantaloni nascondeva dollari americani e una sim card ora al vaglio della polizia. Tra gli immigrati c’erano diversi egiziani e marocchini che hanno retto il gioco al tunisino, con false testimonianze che hanno fatto perdere tempo agli investigatori. Forse perche’ minacciati o probabilmente perche’ consapevoli che per gli accordi bilaterali tra l’Italia e l’Egitto verranno rimpatriati. Sono 80 quest’anno gli scafisti arrestati dalla polizia di Ragusa. (AGI) .

(AGI) – Roma, 26 lug. – “L’Italia fara’ valere con determinazione le sue ragioni nell’intento di addivenire ad una soluzione positiva della vicenda dei due fucilieri Latorre e Girone”. Lo si apprende da fonti della Farnesina merito all’opposizione delle autorita’ indiane alle richieste di Roma davanti al tribunale di Amburgo. .

(AGI) – Reggio Calabria, 26 lug. – Un uomo, Antonio Genova di 50 anni, e’ stato ucciso stasera a colpi di falce a Palizzi Marina, in provincia di Reggio Calabria. L’omicidio si e’ consumato sulla Statale jonica 106, quando la vittima e’ stata prima investita dal suo assassino, che viaggiava a bordo di un Suv, e poi e’ stata colpita mortalmente con una falce. I carabinieri del Gruppo Locri hanno fermato un uomo con l’accusa di omicidio, si tratta di Francesco Ferraro, commerciante di 41 anni. Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori il movente sarebbe riconducibile a dissidi privati. .

(AGI) – Roma, 26 lug. – L’arrivo del maltempo con manifestazioni temporalesche violente che si sono verificate in alcune aree del Paese ha colpito a macchia di leopardo alle coltivazioni in campo. E’ quanto emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti sull’ondata di maltempo che ha portato refrigerio ma anche nuovi danni all’agricoltura dove le perdite che hanno gia’ superato i 200 milioni di euro. Le piogge per aiutare le campagne in questa situazione di siccita’ – sottolinea la Coldiretti – non devono essere violente e durare molto mentre le manifestazioni temporalesche soprattutto se accompagnate da grandine aggravano la situazione. Ad essere colpita e’ stata la frutta ma anche l’uva, le olive e gli ortaggi in campo lungo la penisola dove si contano gia’ pesanti danni per effetto della siccita’.

Le temperature record di luglio stanno letteralmente “bruciando” gli ortaggi e la frutta come i meloni cosi’ come sono in grandi difficolta’ le coltivazioni di mais necessarie per l’alimentazione degli animali che hanno bisogno di una adeguata irrigazione e per le quali si prospetta un crollo dei raccolti. I problemi – continua la Coldiretti – riguardano anche il pomodoro da conserva con lessature e scottature ed un forte calo delle quantita’ prodotte in alcune zone. Non va meglio per l’allevamento perche’ – rileva la Coldiretti – le mucche arrivano a bere con le alte temperature di questi giorni fino a 140 litri di acqua al giorno contro i 70 dei periodi piu’ freschi ed a causa dello stress producono in media a livello nazionale il 10-15 per cento in meno di latte, un calo che significa una perdita di 100 milioni di litri di latte in un mese. (AGI)