Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

PRIMO PIANO

Rosatellum, il testo passa al Senato

All’indomani dell’approvazione alla Camera, non si placa lo scontro sulla riforma elettorale, che ha superato tre voti di fiducia e la prova dello scrutinio segreto. Il Rosatellum bis potrebbe arrivare sulla scrivania del presidente della Commissione Affari costituzionali del Senato, Giuseppe Torrisi, già oggi. L'esame dovrebbe iniziare la prossima settimana, mentre l’arrivo in aula è previsto per il 24 ottobre. A Montecitorio approvata anche la norma “salva Verdini”

Per approfondire:

Repubblica: Rosatellum approvato alla Camera. Evitata la trappola dello scrutinio segreto. Via libera al salva-Verdini

Corriere della Sera: La nuova legge elettorale, chi ci guadagna? La simulazione

Padoan al meeting del FMI di Washington 

Mentre in Europa circola il suo nome come possibile leader dell’eurogruppo, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan è a Washington per il meeting annuale del Fondo Monetario Internazionale. Intanto, i tecnici sono al lavoro sulla manovra: il prossimo passo è l’approvazione del decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio alla riunione del Consiglio dei Ministri.

Per approfondire:

Sole 24Ore: Manovra 2018, atteso domani il decreto fiscale e lunedì la legge di Bilancio

Libero: Pier Carlo Padoan favorito per la carica di leader dell'Eurogruppo

Cucchi, la prima udienza del processo bis 

La Corte d’Assise a Roma prima udienza del processo bis in cui sono imputati tre carabinieri per l’omicidio di Stefano Cucchi. L’udienza, però, rischia di slittare per incompatibilità del giudice designato dal tribunale, allungando così i tempi del processo. Il 9 ottobre la Cassazione ha annullato la sentenza di assoluzione dei medici che hanno avuto in cura il giovane nel 2009 prima che morisse.

Per approfondire:

Agi: Cucchi: Cassazione, cure inadeguate, medici Pertini inattivi

Il Fatto quotidiano: Stefano Cucchi, “mancata diagnosi e cure inadeguate”. Ecco perché la Cassazione ha annullato l’assoluzione dei medici

POLITICA

Gentiloni alla conferenza Cnr su clima, agricoltura, migrazioni 

Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni interverrà alla conferenza Consiglio nazionale delle ricerche sul tema del Clima, agricoltura e migrazioni (9.30, Accademia dei Lincei, Roma). Forte dell’approvazione del voto di fiducia sulla legge elettorale alla Camera, il premier passa al tema della legge di Bilancio e promette: "No a nuove tasse e nessun aumento Iva".

Per approfondire:

Agi: Manovra: Gentiloni, no ad aumento Iva e a nuove tasse

Sole 24Ore: Legge Bilancio, Gentiloni: lavoreremo per trovare ulteriore spazio per investimenti

L’indice globale della fame 2017

In occasione della settimana dell’agricoltura, il sottosegretario Maria Elena Boschi e il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina saranno al lancio internazionale dell’indice globale della fame 2017 che si terrà alle 11, presso il Teatro Donizetti di Bergamo. L’indice, presentato da Cesvi, è uno strumento statistico per misurare la fame e la malnutrizione nel mondo.

Per approfondire:

Avvenire: G7 Agricoltura. Fame zero per tutti, da Bergamo riparte la sfida di Expo

Ispi: Il Cesvi presenta l’indice globale della fame 2017

ECONOMIA

Bankitalia, escono i dati sulla finanza pubblica

Sarà pubblicato il rapporto statistico di Banca d’Italia “Finanza pubblica: fabbisogno e debito” che riporta i dati relativi al fabbisogno e al debito lordo delle Amministrazioni pubbliche centrali, di quelle locali e degli enti di previdenza.

Per approfondire:

Qui la pagina in cui sarà pubblicato il rapporto.

Anas, convegno con Delrio e Armani 

Il ministro Delrio sarà a Roma alla conferenza internazionale Anas "Guida connessa ed automatica", a cui parteciperà anche Gianni Vittorio Armani, presidente Anas, e Violeta Bulc, commissario Ue per i Trasporti. L’appuntamento è all’Hotel Quirinale alle ore 9. Ieri a una tavola rotonda dell’Anci, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha promesso in manovra sgravi fiscali per gli abbonati ai mezzi pubblici e ha detto che "la metro di Napoli sarà la più bella del mondo".

Per approfondire:

Sole 24Ore: Trasporti, Delrio: «In manovra sgravi fiscali per abbonati a mezzi pubblici»

Repubblica: Delrio: "La metro di Napoli sarà la più bella del mondo"

ESTERI

Che succede ora con Cesare Battisti?

Il governo italiano attende novità dal Brasile per quel che riguarda la situazione di Cesare Battisti, che ieri ha dichiarato: “Se mi estradano mi consegnano alla morte”. Ma nei palazzi governativi italiani trapela fiducia sull’estradizione dell’ex terrorista, latitante da 36 anni.

Per approfondire:

Repubblica: Battisti: "Se mi estradano mi consegnano alla morte"

La Stampa: L’ultima carta di Battisti. “Se mi estradano è la morte”

Trump decide le sorti dell’accordo sul nucleare con l’Iran

Il presidente degli Stati Uniti annuncerà alle 18.45 italiane la sua decisione in merito all’accordo sul nucleare iraniano. Dopo i ripetuti attacchi di Trump al patto, il destino sembra essere quello della "de-certificazione", ossia la dichiarazione che Teheran non sta rispettando gli impegni presi. Questo non farà saltare l’intesa con gli altri firmatari, ma creerà problemi alle aziende Ue che hanno accordi con Iran e fanno affari anche in negli Stati Uniti. Attesa inoltre la firma di Trump sull’ordine esecutivo per avviare lo smantellamento dell’Obamacare.

Per approfondire:

Internazionale: Trump contro tutti sul nucleare iraniano

Huffington Post: Trump verso la de-certificazione dell'accordo con l'Iran. Rohani: "Presto vedremo chi non rispetta le norme"

Catalogna, Puidgemont ha tempo fino a lunedì

Catalogna, continua il braccio di ferro tra Madrid e Barcellona: Puidgemont ha tempo fino a lunedì per rispondere a Rajoy. Domani si terrà una riunione ordinaria del consiglio dei ministri spagnolo, con una conferenza stampa prevista intorno alle 15.

Per approfondire:

Agi: Cosa succede se la Catalogna conferma la dichiarazione d'indipendenza

TPI: Ultimatum a Puigdemont: Madrid è pronta a sospendere l’autonomia della Catalogna

Ue, riunione dei ministri degli Interni a Lussemburgo

Si tiene a Lussemburgo la riunione dei ministri degli Interni europei, a cui non sarà però presente Marco Minniti, impegnato con l’assemblea Anci e con la questione della marcia dei neofascisti su Roma annunciata per il 28 ottobre. A fare le sue veci in Europa sarà il sottosegretario Manzione. A Lussemburgo anche la riunione dei ministri dell'Ambiente con Galletti. 

Per approfondire:

Messaggero: Minniti: «Non autorizzeremo la marcia su Roma di Forza Nuova». I neofascisti: saremo comunque in piazza

Left: Chissà se Minniti si degna di rispondere almeno all’Europa

CRONACA

Anci, Minniti, Orlando e Finocchiaro

Il ministro degli Interni Marco Minniti, il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il ministro per i rapporti con il parlamento Anna Finocchiaro saranno presenti all’assemblea di Vicenza dell’Anci. Ieri Orlando al vertice a Lussemburgo ha chiesto al suo omologo tedesco di rispettare la sentenza Thyssen.

Per approfondire:

La Stampa: Il ministro della Giustizia Orlando al collega tedesco: “Rispettate la sentenza Thyssen”

Il Giornale di Vicenza: Vicenza capitale della politica Il programma

Papa Francesco riceve il premier del Libano 

Per la seconda volta dal suo insediamento alla guida del governo di Beirut, il premier libanese Saad Hariri è arrivato a Roma, e oggi sarà ricevuto da Papa Francesco in Vaticano (lunedì l’incontro con Gentiloni). Hariri e il pontefice parleranno delle tensioni interreligiose in Libano. Ieri Papa

Hariri era già stato in Vaticano a marzo scorso per un incontro con il Papa. “I Papi hanno sempre sostenuto il Libano e il Libano guarda alla Santa sede con grande apprezzamento e gratitudine”, ha detto il presidente libanese, Michel Aoun, al termine di un recente incontro con Hariri. 

Per approfondire:

La Stampa: Beirut sogna Francesco 20 anni dopo Giovanni Paolo II

Messaggero: Bergoglio: «Vorrei tornare in Brasile ma la vita del Papa non è semplice»

IN BREVE

 M5s, a Torino omaggio di Grillo e Appendino a Dario Fo

– Terrorismo, Orlando alla conferenza dei pubblici ministeri

– California: continua la ricerca dei dispersi causati dai devastanti incendi, almeno 31 morti e 400 dispersi

– Liberia: atteso esito ufficiale voto elezioni presidenziali

– Alfano al Forum Transatlantico sulla Russia alle 9.30

– Istat, l'inflazione a settembre. Dagli Usa i dati su inflazione e vendite al dettaglio

Quaranta anni fa un volo Lufthansa partito da Palma di Maiorca e diretto a Francoforte viene dirottato da terroristi arabo-tedeschi mentre si trova nello spazio aereo italiano, per poi atterrare a Mogadiscio, dove gli 86 passeggeri a bordo vengono salvati. Un anno fa moriva il premio Nobel Dario Fo. 

A cura di Anna Ditta – The Post Internazionale (TPI)

 

Mobilità, innovazione, motori e lifestyle, sicurezza e cultura sportiva. Sono questi i temi al centro della nuova collaborazione editoriale tra ACI Automobile Club d'Italia e AGI Agenzia Italia che prevede la realizzazione di contributi multiautore sulle principali piattaforme multimediali dell'agenzia nel settore dei motori e della sicurezza stradale, realtà in continua evoluzione. Obiettivo della collaborazione è la diffusione di una nuova cultura dell'automobile, grazie al presidio dei molteplici versanti della mobilità.

L'evoluzione culturale e tecnologica che ha caratterizzato la società negli ultimi anni richiede, infatti, sempre più un nuovo approccio alla mobilità, che guardi all'automobile non solo come ad un mezzo di trasporto ma anche come fattore di costume, sociale, economico e sportivo. Una mobilità nuova che esalti, quindi, le responsabilità di ciascuno e che spinga verso atteggiamenti etici e sostenibili del muoversi, a beneficio della società presente e futura.

"Rispondere con continuità e con capacità di innovazione alle esigenze e ai problemi del mondo automobilistico – ha dichiarato Ludovico Fois, consigliere per le Relazioni esterne e istituzionali dell'Automobile Club d'Italia, nonché direttore editoriale della rivista l'Automobile – è oggi una delle sfide principali che ACI si trova ad affrontare quotidianamente. Questa nuova sinergia con AGI rappresenta un valore aggiunto che ci consente di diffondere una nuova cultura dell'automobile". "Il mondo dei motori – spiega il direttore di AGI, Riccardo Luna – si è trasformato in modo straordinario, interpretando e spesso creando i diversi modelli di crescita sociale e culturale. Una trasformazione che, anche grazie ai nuovi processi innovativi e digitali, prosegue oggi in maniera più radicale. Noi di AGI siamo quindi contenti di poter raccontare insieme ad ACI questi cambiamenti e queste nuove tendenze, espressione di una cultura dell'automobile condivisa e di un linguaggio comune".

 

Secondo il radicale Marco Cappato, ogni giorno un italiano si reca in Svizzera per andarsene in maniera indolore. Cifre minori vengono fornite da altre associazioni che si battono per il diritto a una morte dignitosa in luogo di una vita di intollerabili sofferenze fisiche e psichiche dovute a una malattia incurabile. Come Exit Italia, il cui presidente Emilio Coveri parla di due o tre italiani al mese. Fare stime precise è molto difficile. Quel che è certo è che i casi che salgono agli onori delle cronache sono solo la punta dell'iceberg. 

Chi decide di rendere pubblica la propria tragedia personale – come quest'anno Dj Fabo, Davide Trentini e, oggi, Loris Bertocco – lo fa per lanciare un appello alle istituzioni, in nome delle altre decine di ammalati nelle stesse condizioni, perché affrontino finalmente la questione di una nuova legislazione sul fine vita. Ma come funziona il suicidio assistito in Svizzera? Quali sono i costi, i requisiti e la procedura?

10mila euro per l'ultimo viaggio

Per compiere l’ultimo viaggio bisogna disporre di una somma di diecimila euro che comprende pernottamento, colazione e pulizie comprese. I soldi devono essere versati sul conto della clinica della struttra scelta. Un valido supporto al malato e alla famiglia è offerto dalle associazioni no-profit che gestiscono le cliniche e che si occupano della prenotazione dell'hotel e dei taxi per il trasporto dall'albergo allo studio medico per la visita e dell'acquisto dei medicinali che viene effettuato materialmente – con una propria ricetta – dal medico che poi porterà a termine l'atto finale. 

Le strutture che consentono il suicidio assistito in Europa

Il primo passo è scegliere la struttura alla quale affidarsi, in Svizzera ce ne sono cinque fra Basilea, Berna, Ginevra e Zurigo. In Europa il suicidio assistito è legale anche in altri Paesi ma solo le cliniche della Confederazione elvetica offrono il servizio anche ai cittadini stranieri. È qua corretto ricordare che in queste strutture non viene praticata la cosiddetta "eutanasia attiva", possibile nel Benelux, bensì il suicidio assistito. Ovvero, deve essere l'ammalato a compiere l'ultimo gesto per assumere i farmaci che lo uccideranno, anche a costo di premere un pulsante con la bocca. Se le condizioni del paziente non lo consentono, i medici elvetici non possono fare nulla per lui. 

Lo psicologo solo per i cittadini svizzeri

Il passo successivo è la stesura di un testamento biologico da inviare con le cartelle cliniche alla struttura scelta. Davanti a tre testimoni il malato nelle sue piene facoltà di intendere e di volere nomina un fiduciario e rilascia le proprie volontà sulla fine della sua esistenza.

Una commissione medica  si riunisce, prende in considerazione la documentazione e valuta la scelta del paziente. Requisito indispensabile per ottenere l'ok dalle strutture è l'irreversibilità della malattia, che deve essere clinicamente accertata e senza possibilità di guarigione. Solo per i cittadini svizzeri si applica un altro passaggio: il colloquio con uno psicologo.

A questo punto il paziente sceglie la data del suo ultimo giorno. I medici svizzeri sono tenuti, in ogni caso, a far desistere i pazienti fino all'ultimo. Il malato può decidere di tornare indietro in qualsiasi momento, o anche di stabilire una nuova data.

L'assunzione del farmaco e l'arresto cardiaco

La procedura inizia con il medico che dà al paziente due pastiglie di antiemetico, un medicinale per ridurre la nausea. Il medicinale che porterà all'arresto cardiaco è il Pentobarbital, sostanza utilizzata nell'induzione dell'anestesia generale. Per garantire il decesso, i medici diluiscono una dose 4 volte più alta di quella letale e la porgono al paziente. Sarà lui a berla portandosela da solo alla bocca o, se tetraplegico, con un pulsante che ne attiva il rilascio. Per questo si chiama 'suicidio assistito', legittimo grazie all’articolo 114 del codice di procedura penale svizzero. Nel giro di due o tre minuti dall’assunzione, il paziente si addormenta profondamente. L'arresto cardiaco sopraggiunge dopo circa mezz’ora, in uno stato di assoluta incoscienza del malato.

 

//

La Rinascente riapre con un megastore di 14mila metri quadrati nel centro di Roma, in via del Tritone. Un grande negozio di 8 piani nel quale lavoreranno 650 persone e dove ogni ora attraverso le 16 scale mobili e i 10 ascensori si potranno muovere fino a 90mila persone, più di quante ne possono contenere lo Stadio Olimpico (73mila) o quello di San Siro (80mila). Un vero e proprio record per un negozio.

Ecco come muoversi attraverso gli 8 piani del ‘Palazzetto’

La nuova sede della Rinascente nasce nell’area che ospitava un edificio dei primi del ‘900, denominato ‘Palazzetto’. Dopo 11 anni di lavori è stato trasformato in uno dei negozi più grandi d’Italia, pronto ad accogliere migliaia di clienti ogni giorno. Ognuna delle 16 scale mobili – installate da thyssenkrupp Elevator – può sostenere 128 tonnellate di peso e trasportare 4.800 persone ogni ora, per un totale di 76.800 clienti in contemporanea negli 8 piani dello stabile. Inoltre i 10 ascensori, del peso di 35 tonnellate, mobiliteranno fino a 120 persone a tratta.

“È stato un grande progetto – afferma Luigi Maggioni, amministratore delegato di thyssenkrupp Elevator Italia – che ci ha coinvolto per circa 1 anno e ci ha visti impegnati anche nelle ore notturne, per integrare al meglio i nostri impianti nei delicatissimi resti romani dell’Acquedotto Vergine, inaugurato da Augusto nel 19 a.C.” “E’ il secondo store che realizziamo con Rinascente – ha dichiarato Davide Renna, Key Account Manager di thyssenkrupp Elevator Italia. La nostra mission era quella di rendere ogni esperienza di acquisto sicura e confortevole per tutti i clienti che ogni giorno affolleranno il negozio di via Piazza del Tritone”.

Cosa c’è dentro la nuova Rinascente

Sette anni fa lo storico palazzo di via del Corso che ospitava la Rinascente fu occupato da Zara. Ora la rivincita: un grande spazio, una terrazza panoramica, quattro ristoranti, un susseguirsi di vetrine con esposte le prime linee delle migliori griffe internazionali e a sorpresa i resti archeologici dell’acquedotto romano inaugurato da Augusto nel 19 a.C.che si potrà visitare al piano -1. Lo store, inoltre, incorpora e avvolge il piccolo edificio dei primi del ‘900, un vero e proprio palazzo nel palazzo, che su diversi piani diventa parte integrante dell’architettura espositiva. Altro elemento distintivo è il cavedio che attraversa in altezza tutti i piani, consentendo alla luce di diffondersi. La facciata su via del Tritone, ridisegnata da Vincent Van Duysen, comprende 96 finestre e sette vetrine: oggi vi hanno preso posto i manichini scultura iperrealisti realizzati da Francesca Romana Di Nunzio.

Un investimento record

La realizzazione dell’opera è costata a Tos Chirathivat – Ceo di Central Group, società thailandese proprietaria di Rinascente – 200 milioni di euro. Ben 130 di questi sono stati spesi per l'acquisto del palazzo, 46 per la struttura e 24-25 per gli arredi. Altri 50 milioni sono stati sborsati dalle griffe che hanno realizzato i loro negozi, per un investimento totale di 250 milioni di euro.

A D’Annunzio si deve il nome

L’inaugurazione dello store capitolino arriva più di 150 anni dopo quella del primo negozio milanese, il cui nome fu coniato da Gabriele D'Annunzio nel 1917. La Rinascente perde un pezzo della sua denominazione eliminando il 'La', ma acquista una nuova posizione nel segmento del lusso. Si tratta del secondo flagship store di Rinascente nella capitale dopo quello di piazza Fiume.

In Italia l'eutanasia è illegale in tutte le sue forme, che sia attiva – ovvero tramite iniezione letale – o passiva, quando il paziente rifiuta la terapia che lo tiene in vita. A essere punito nel nostro Paese è anche il “suicidio assistito”, ovvero il supporto medico che conduce il paziente alla morte. Nel resto d'Europa e del mondo le cose vanno diversamente. 

Carcere e multe salate per chi ruba la Pay Tv senza pagare il canone. A stabilirlo è la Corte di Cassazione, che ha condannato a quattro mesi di carcere e duemila euro di multa un utente che usufruiva di codici piratati per visualizzare i canali di Sky Italia. D’ora in poi non sono più solo i pirati a pagare per la diffusione fraudolenta di trasmissioni criptate (principalmente Sky e Mediaset), ma anche gli utilizzatori finali, anche in assenza di lucro.

Una sentenza che riguarda gli utenti comuni

Come ricostruito dal Corriere della Sera, la sentenza n. 46443/2017 emessa ieri della Corte di Cassazione, ha “confermato il giudizio della Corte d'Appello e la pena di 4 mesi di carcere e 2.000 euro di multa per un soggetto che aveva ‘installato un apparecchio con decoder regolarmente alimentato alla rete LAN domestica e Internet collegato con apparato TV e connessione all'impianto satellitare, così rendendo visibili i canali televisivi del gruppo Sky Italia in assenza della relativa smart card’. La fattispecie è quella del cd. Card Sharing, per la quale la Corte d'Appello aveva a sua volta confermato quella di primo grado. L'ultimo ricorso dell'imputato è stato ritenuto inammissibile dalla Cassazione, cosa che di fatto conferma la sentenza precedente e obbliga il ricorrente al pagamento delle spese processuali e della somma di 2.000 euro in favore della Casse delle Ammende.”

Pagamento del canone non aggirabile

Nella sentenza si legge che “la condotta incriminata (è) pacificamente consistita nella decodificazione ad uso privato di programmi televisivi ad accesso condizionato, e dunque protetto, eludendo le misure tecnologiche destinate ad impedire l'accesso […], senza che assumano rilievo le concrete modalità con cui l'elusione venga attuata, evidenziandone la finalità fraudolenta nel mancato pagamento del canone […]’. In pratica non importa come si aggirano i vincoli tecnologici posti dalla Pay TV, quel che conta è il risultato e il fine fraudolento del mancato pagamento del canone”. Risulta dunque chiaro che le modalità con le quali è stato possibile accedere ai contenuti piratati non è rilevante al fine di sanzionare l’utente. 

Il card sharing era stato depenalizzato nel 2000, ma ha riacquisito rilevanza penale nel 2003 grazie a un decreto legislativo.” spiega Repubblica. “L'imputato si è difeso sostenendo di aver acquistato i codici di decodifica dei programmi sul web per giustificare il fatto che, durante la perquisizione a casa sua, non ‘era mai stata rinvenuta la smart card’. Secondo la Cassazione i giudici palermitani hanno ‘correttamente’ emesso la condanna ‘evidenziando la finalità fraudolenta del mancato pagamento del canone’”.

Gli ultimi 10 anni sono stati difficili per le castagne, il cinipide – l’insetto arrivato dalla Cina – aveva attaccato migliaia di alberi in tutta Italia mettendo a serio rischio la produzione. Quest’anno per la prima volta – secondo le stime Coldiretti – ci sarà un aumento del 25% a livello nazionale che genererà un volume compreso tra i 25 e i 30 milioni di chili. Una buona notizia per le tavole autunnali, anche se la produzione è ancora la metà rispetto a quella del 2008.  

Che cosa è il cinipide

ll 'drycosmus kuriphilus', comunemente noto come cinipide del castagno o cinipide galligeno del castagno o vespa del castagno è un insetto fitofago detto galligeno perché determinla comparsa di ingrossamenti tondeggianti, detti galle, sui germogli e sulle foglie delle piante colpite. È in questo modo che la sua larva compie il ciclo vitale.

Nel momento in cui attacca la pianta del castagno causa un veloce deperimento, arresta la crescita vegetativa e provoca una riduzione della produzione dei frutti.

Come è stato combattuto

Per contrastare un insetto criminale e assassino (di castagni) è stato utilizzato un 'bounty killer' della stessa specie. Nel 2009 nel Cuneese è stato introdotto 'torymus sinensis', un naturale antagonista del dannoso insetto cinese e, come scrive la Stampa, si è rivelato l’arma perfetta per difendere i castagni in Piemonte (35 mila quintali di raccolto stimato per il 2017), dove ormai è stato sconfitto.

La situazione cambia da zona a zona

A livello nazionale, sono 34mila le aziende agricole che, tra le altre attività, producono castagne, su una superficie pari a oltre 750mila ettari di boschi.

“In Campania, la regione di maggior produzione in Italia, ci aspettiamo un vero boom, con un incremento del 40% rispetto a dieci anni fa – dice Caterina Isabella, responsabile regionale Coldiretti -. La Castagna Igp di Serino e il Marrone di Roccadaspide Igp torneranno protagonisti delle sagre autunnali”. 

Un po’ ovunque sta migliorando lo stato di salute di quello che Giovanni Pascoli chiamava ‘l’italico albero del pane’. Alla Cooperativa agricola di Vallerano, Canepina e dei Monti Cimini, in provincia di Viterbo, si aspettano un raccolto pari a un quinto di quello medio registrato prima della malattia delle piante ma, dopo un 2016 in cui la produzione era stata praticamente nulla, si tratta di un buon risultato, dovuto soprattutto al ‘lavoro’ del torymus. 

Nelle aree in cui è stato utilizzato dopo, oggi cominciano ad arrivare i primi risultati. E’ il caso di Veneto e Lombardia, mentre restano in difficoltà Toscana, Emilia Romagna e Calabria. “Semplicemente perché sono partite più tardi – interviene Carlo Ricci, entomologo dell’Università di Perugia -. Il cinipide che ha colpito i castagni è solo una delle 3 o 4 specie nuove di insetti che ogni anno arrivano accidentalmente nell’area del Mediterraneo e che si possono rivelare pericolose per le nostre colture: contro questi parassiti, la lotta biologica spesso si rivela vincente, e quando anche sia necessario utilizzare prodotti chimici, le severe normative Ue impongono limiti e controlli frequenti per evitare rischi alla salute dei consumatori”. 

La siccità potrebbe essere il nuovo problema

Se il cinipide non fa più così paura, adesso è la mancanza di pioggia a creare seri problemi alle piante. “Se non pioverà entro un mese, molti alberi moriranno – spiega Vanni Nasi, castanicoltore di Gambasca, in Valle Po -. Senz’acqua, le poche castagne che riusciremo a raccogliere sono rimaste molto piccole e di minore qualità”. Per Lorenzo Bazzana, responsabile economico Coldiretti, “ci sarebbe stata una produzione ancora maggiore senza la siccità: questo inciderà sulle quotazioni, così come l’import”.

Provenienza, prezzi e qualità

Nei mercati e sugli scaffali ci sono castagne spagnole, portoghesi, turche, greche e soprattutto cilene. Lo scorso anno, ne sono stati importati in Italia 36 milioni di chili, che molti consumatori scambiano per prodotto italiano. Intanto i prezzi di quelle tricolori vanno da 1 a 5 euro al chilo in base a grandezza e qualità. Le più pregiate sono quelle certificate, come la Castagna di Vallerano Dop del Lazio, il Marrone del Mugello Igp in Toscana o la Castagna Cuneo Igp in Piemonte, che sarà protagonista alla Fiera nazionale del Marrone da venerdì proprio a Cuneo. 

Castagne: come lavarle, conservarle e cucinarle

Le castagne sono un frutto tipico della stagione autunnale e quando sono fresche, sono ricche di acqua e di fibre. Ma hanno anche un eccellente apporto di glucidi zuccherini e amilacei, un discreto contenuto di proteine di qualità e una bassa percentuale di grassi. E poi potassio e anche sali minerali come magnesio, calcio, zolfo e fosforo. Diverse le modalità di cottura delle castagne. Se le volete arrostite – scrive la Stampa – basta inciderle con un coltello, con un taglio poco profondo di 1-2 centimetri. E metterle in una padella bucata sul fuoco vivo. Girarle spesso. Lasciarle freddare per una decina di minuti in un sacchetto di carta. Allo stesso modo, anziché sulla padella, è possibile metterle in un forno a 220 gradi per una ventina di minuti.

Oppure potete lessarle in acqua bollente per circa mezz’ora. La buccia delle castagne, inoltre, verrà via con maggiore facilità. Potrete quindi frullarle e utilizzare il composto come base per prodotti dolci e salati. Per conservare le castagne, avete due possibilità. In freezer: occorre lavarle, asciugarle, inciderle e metterle in sacchetti adatti al gelo. In questo modo si può lessarle o cuocerle in forno senza scongelarle. Potete anche congelarle già arrostite. Per poi scongelarle direttamente nel forno. La seconda modalità è ancora più semplice della precedente. E’ la semplice opzione frigo. Occorre metterle a bagno in acqua per 4 giorni, eliminando quelle che galleggiano. Quindi asciugatele, conservatele in sacchetti di juta o tela grossa. Potranno stare in frigo fino a 2 mesi.

Che differenza c’è tra le castagne e i marroni

Al contrario di quanto molti sono portati a pensare – si legge su il Salvagente – la differenza tra le castagne e i marroni non sta solo nelle dimensioni. Anzi a volte ci sono castagne selvatiche più grandi dei marroni. La distinzione nasce, invece, dal fatto che si tratta di due varietà differenti, riconoscibili per la forma e il colore.I marroni sono di un bruno chiaro con strisce più scure, hanno forma ovale allungata e la pellicola interna che entra poco o niente nelle pieghe del frutto e si separa facilmente, al contrario di quanto accade con la castagna. E ogni riccio racchiude uno o due frutti al massimo. Per riconoscerle può essere sufficiente osservare le striature di colore scuro che corrispondono a rilievi della buccia avvertibili al tatto.

Hanno una polpa più fine delle castagne e una percentuale di zuccheri mediamente superiore del 15-20%. E proprio questa è una delle ragioni del loro gusto peculiare che ha spiccate caratteristiche di dolcezza, superiore a quella delle castagne.

Sarebbe davvero lungo elencare tutte le castagne e i marroni italiani riconosciuti Igp o Dop. Ci limitiamo alla prima (e unica nel panorama ortofrutticolo) Dop riconosciuta e poi diventata Igp: la castagna di Montella.

Coltivata nell’Appennino avellinese è rotonda, non molto grande e la polpa è bianca, croccante e di gradevole sapore dolce

Forse non tutti sanno che c’è un rapporto tra il quoziente di intelligenza o QI e la durata della vita, e che avere un punteggio alto non garantisce la felicità. Anche se è difficile misurare una realtà complessa come l'intelligenza umana con un numero: il quoziente di intelligenza rimane un parametro importante per predire e stimare longevità, salute, e ricchezza. Alcune informazioni importanti in merito ci vengono fornite da alcune statistiche contenute nel libro ‘Intelligence: All that Matters' di Stuart Ritchie, un ricercatore che si occupa di intelligenza all'Università di Edimburgo. Ecco nove curiosità tratte dallo studio e pubblicate dal sito Vox.

 

1. La maggior parte delle persone ha un'intelligenza nella media

Il QI è un punteggio che si ottiene attraverso test standardizzati che misurano memoria a breve termine, capacità di ragionamento, conoscenze acquisite e velocità di processazione delle informazioni. I punteggi parziali vengono sommati e confrontati con quelli del resto della popolazione, quello medio è 100. Soltanto il 2,2 % della popolazione ha un QI pari o maggiore di 130.

Un elemento da sottolineare è se si ottiene un punteggio alto in uno dei test, si tenderà a ottenerne anche negli altri, sebbene gli argomenti trattati sembrino molto distanti. Gli psicologi parlano allora di fattore di intelligenza generale (o g), che corrisponde al concetto popolare di intelligenza.​

2. Un alto QI può salvare la vita, almeno fino a un certo punto

Secondo uno studio su un milione di uomini svedesi, le persone con il QI più basso corrono un rischio di morte (per qualunque causa) tre volte più alto di quelli con il QI più elevato. Il fenomeno si può spiegare in vari modi: le persone più intelligenti tendono a guadagnare di più e avere stili di vita più protettivi (per esempio in termini di prevenzione e alimentazione); le persone con un QI alto sono anche meno inclini a commettere errori fatali: studi precedenti hanno dimostrato come, per esempio, corrano un minore rischio di incidenti automobilistici mortali. In compenso, queste stesse persone sono più inclini a sviluppare difetti visivi come la miopia.

3. Un alto QI è correlato a una carriera di successo, ma non necessariamente alla felicità

Le persone con un QI elevato tendono a essere apprezzate sul lavoro e a guadagnare di più, ma si tratta soltanto di una correlazione e, come tale, imperfetta. Per questo motivo può capitare di imbattersi in persone molto intelligenti che lavorano poco e male. Inoltre, la correlazione tra elevato QI e felicità è in genere positiva, ma non così statisticamente rilevante da risultare garantita.

Le persone ricche e di successo tendono ad alzare l'asticella della soddisfazione personale e a confrontare gli obiettivi raggiunti con i traguardi altrui: non è raro quindi che siano scontente. Infine, il QI non è legato ad altri tratti importanti di personalità (come l'essere estroversi, gradevoli o avere stabilità emotiva). L'unico a cui è correlato è l'apertura a nuove esperienze.

4. Se sei stato un bambino intelligente, sarai un anziano intelligente

 In pratica, ognuno si tiene quello che ha: anche se le facoltà cognitive subiscono un declino con l'età che avanza, esiste una forte correlazione tra il QI registrato in tenera età (per esempio, a 11 anni, come testato in uno studio scozzese) e quello che si ha da anziani (90 anni, secondo lo stesso studio). Esperienza a parte, l'intelligenza rimane piuttosto stabile nel corso della vita.

5. L’intelligenza raggiunge un picco intorno ai 25 anni

 L'età d'oro del quoziente intellettivo si colloca tra la metà e la fine del decennio 20-30 anni: a questo punto della vita, l'intelligenza cristallizzata, cioè la capacità di sfruttare le conoscenze pregresse, raggiunge il suo apice, mentre quella fluida, la capacità di risolvere in modo logico situazioni nuove, inizia a declinare, insieme alla velocità di ragionamento. Occorre quindi sfruttare questa "bolla" favorevole prima che sia troppo tardi.

6. C’è un legame tra genetica e quoziente intellettivo

Il legame tra Qi e genetica sembra incidere per la metà, è quanto è stato dimostrato da numerosi studi fatti sui gemelli. Inoltre la genetica sembra divenire più predittiva del quoziente intellettivo mano a mano che si invecchia (cioè lo è meno nei bambini). Questo effetto potrebbe essere dovuto al fatto che, crescendo, si padroneggia meglio l'ambiente circostante, e le qualità espresse dai geni vengono in un certo senso amplificate. Un bambino di sei anni con la passione per la lettura forse non può accedere alla biblioteca ogni volta che vuole, ma un 20enne può farlo.

7. Ma l'intelligenza non dipende solo dalla genetica

 L’altra metà della variabilità del QI è legata a fattori ambientali, come accesso all'istruzione, un'alimentazione adeguata, una buona salute. Tuttavia, il ruolo dell'ambiente circostante nel plasmare le facoltà intellettive è meno compreso di quello dei geni.

8. L'uomo sta diventando sempre più intelligente

 La media del QI sta salendo di 2-3 punti a decennio, un fenomeno noto come effetto Flynn (dal cognome dello scienziato che per primo lo osservò) dovuto al miglioramento dell'istruzione e della nutrizione infantile, e alle generali condizioni di salute, ma anche al miglioramento del pensiero astratto che viene misurato in molti test sul quoziente intellettivo.

9. Il QI sta crescendo soprattutto nei paesi in via di sviluppo

 E’ in questi luoghi che si registrano gli incrementi più significativi, grazie al miglioramento dell'istruzione, della nutrizione infantile e delle condizioni di salute. Allo stesso tempo, alcuni studi sostengono che l'effetto Flynn stia divenendo meno evidente nei paesi industrializzati. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che i miglioramenti hanno smesso di mostrare i loro frutti (perché sono ormai la norma).

PRIMO PIANO

Rosatellum, il voto finale alla Camera

La legge elettorale affronta il terzo e ultimo scoglio, dopo aver incassato i primi due sì al voto di fiducia di ieri alla Camera. Non cessano tuttavia le proteste: i Cinque stelle si raduneranno per il secondo giorno consecutivo in piazza Montecitorio; oggi è atteso anche il leader Beppe Grillo.

Per approfondire: 

Agi: Quali sono i poteri di Mattarella sull'approvazione di una legge. Come il Rosatellum e Cosa c'entra il Rosatellum con lo ius soli? 

TPI: Cos’è il Rosatellum bis, spiegato senza giri di parole
 

Catalogna, Rajoy pronto ad attivare le procedure per l’articolo 155

Si attendono le prossime mosse dopo che Mariano Rajoy ha deciso di attivare le procedure previste dall'art. 155 della Costituzione spagnola per la sospensione dell'autonomia, se la Catalogna confermerà entro 5 giorni la proclamazione dell’indipendenza. Alla base della scelta del premier, un accordo con il Partito socialista di Pedro Sánchez: dopo la revoca dell’autonomia, inizierà il procedimento per una riforma costituzionale delle autonomie e si andrà alle elezioni regionali.

Per approfondire: 

El Paìs: Rajoy activa el 155 con apoyo del PSOE y accede a reformar la Constitución

Repubblica: Rajoy dà 5 giorni di tempo alla Catalogna: "Da Puigdemont attacco sleale"
 

FMI, intervengono Christine Lagarde e Mario Draghi

Entrano nel vivo i lavori dell’incontro annuale del Fondo Monetario Internazionale a Washington. Sono previsti in giornata gli interventi di Christine Lagarde e del presidente della Bce Mario Draghi. «L’economia mondiale si sta rafforzando», ha detto la direttrice del FMI dopo la presentazione del World economic outlook. Buone notizie anche per l’Italia, con una crescita all’1,5%. Continua però a preoccupare il rapporto debito/pil, in aumento al 133 per cento (dato lontano dal 131,8% previsto nel Def del governo).

Per approfondire: 

La Stampa: L’economia globale e italiana migliora la crescita, l’unica a cedere per il Fmi è il Regno Unito

Repubblica: Il Fmi rialza la stima di crescita dell'Italia al +1,5%

 

POLITICA

Gentiloni riceve Tusk a palazzo Chigi

In previsione del Consiglio europeo del 19 e 20 ottobre, Gentiloni riceverà oggi (9.30, Palazzo Chigi) il presidente Donald Tusk. Il premier sarà poi alle 18 a Vicenza per l’assemblea Anci, dove sono attesi anche i ministri Galletti, Delrio, Martina e Poletti. Ieri il presidente emerito Giorgio Napolitano ha fatto sapere che teme che l’accelerazione sul Rosatellum possa complicare il destino di Gentiloni.

Per approfondire: 

Corriere della Sera: Napolitano teme che l’accelerazione complicherà il destino di Gentiloni

Il video di Radio radicale sull’incontro di ieri con il premier albanese: Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni riceve, il Primo ministro della Repubblica d’Albania Edi Rama

 

Il M5S sceglie il candidato presidente della Regione Lazio

I Cinque stelle al voto per eleggere il candidato governatore del Lazio. Sulla piattaforma di Rousseau, che tanto ha fatto discutere in passato, a sfidarsi saranno – tra gli altri – la storica rivale di Virginia Raggi, Roberta Lombardi, Valentina Corrado e Davide Barillari. Insieme a loro anche tutti i consiglieri uscenti. Intanto Corrado si difende sul caso Pomezia con un’intervista su Repubblica.

Per approfondire: 

Messaggero: Regionarie M5S, voto e proteste. E gli esclusi già fanno ricorso

Repubblica: Regionarie Lazio, Corrado si difende: "Nessuna cordata nel M5S"

 

ECONOMIA

Borsa, Firma del Protocollo d'Intesa per la Crescita delle Imprese 

Alle 11.15 a Palazzo Mezzanotte è prevista la firma del Protocollo d'Intesa per la crescita delle imprese italiane. Il documento vede la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, di Borsa Italiana e del gruppo Elite. Lo scopo è consolidare e valorizzare le attività comuni di sostegno e promozione all’estero delle imprese italiane.

Per approfondire: 

Qui la nota informativa

 

Inizia a Milano l’Italian-arab business Forum

A Milano si apre il primo forum italo-arabo sul business. Partecipa, tra gli altri, Licia Mattioli, vicepresidente di Confindustria con delega all’internazionalizzazione. L’evento si svolgerà a Palazzo Turati, a partire dalle ore 9.15.

Per approfondire: 

Qui il sito dell’evento con tutte le informazioni.

 

ESTERI

Battisti, un passo verso l’estradizione

Solo una decisione della Corte Suprema brasiliana potrà salvare Battisti dall’estradizione dopo che il governo brasiliano ha annunciato di voler revocare lo status di rifugiato politico e sospendere il permesso di soggiorno all’ex terrorista. La difesa, però, sostiene che "non è possibile" rivedere la protezione concessa da Lula.

Per approfondire: 

La Stampa: Il presidente del Brasile Temer revoca lo status di rifugiato a Cesare Battisti, la parola a giudici

Corriere della Sera: Estradizione, come funziona la procedura e quali sono i tempi? Il caso Cesare Battisti

 

Brexit, si chiude anche il quinto round

Il quinto round dei negoziati sulla Brexit si chiude senza grandi risultati dopo che entrambe le parti avevano sottolineato lo stallo nelle trattative. È prevista una conferenza stampa dei capi dei rispettivi team, Michel Barnier (Ue) e David Davis (Gb). Intanto, nel Regno Unito fa discutere una intervista radiofonica in cui May ha eluso una domanda su cosa voterebbe oggi al referendum per la Brexit.

Per approfondire: 

Messaggero: Brexit, cosa voterebbe oggi Theresa May? La premier tace, ma poi: «Le circostanze cambiano»

Guardian: Why do we expect Theresa May to lie about Brexit?

 

A Lussemburgo la riunione dei ministri della Giustizia Ue

Si riuniscono a Lussemburgo i ministri della Giustizia dell’Unione. Ci si occuperà dell’istituzione della Procura europea ma anche della revisione del sistema di Dublino e della sicurezza nell’area Schengen. Per l'Italia parteciperà il ministro Andrea Orlando. Il vertice dei ministri degli Interni slitta a domani, ma Minniti non sarà presente. In sua vece, andrà il sottosegretario Manzione.

Per approfondire: 

Qui le informazioni sull’incontro.

 

Proseguono gli incendi in California, almeno 21 morti accertati e 670 dispersi

La situazione dei roghi in California sembra peggiorare. Ci sono ancora numerosi incendi attivi e non sono previste piogge fino al 20 ottobre. Il numero delle vittime intanto sale a 21 con 670 dispersi nella sola contea di Sonoma, la più colpita.

Per approfondire: 

Agi: La California devastata dalle fiamme: già 21 morti e 670 dispersi

Il Fatto quotidiano: California in fiamme, 21 morti, oltre 500 dispersi e 3500 abitazioni distrutte. Bruciati i vigneti di Napa e Sonoma

CRONACA

Rai, le nomine dei direttori di rete arrivano in Cda

I nomi proposti dal direttore generale della Rai Mario Orfeo arrivano al Cda per l’approvazione: Andrea Fabiano dovrebbe lasciare Rai1 e approdare sul secondo canale. A sostituirlo sull’ammiraglia arriverà l’attuale direttore di Rai Gold, Angelo Teodoli.

Per approfondire: 

Huffington Post: Cambiano i vertici di Rai1 e Rai 2: giovedì in cda le nuove nomine

Il Secolo d’Italia: Nomine Rai, cambi in vista al vertice di Raiuno e Rai Gold. Ecco i nomi

 

ALTRO

Il premier canadese Justin Trudeau in visita di Stato in Messico

Eurostat, attesi i dati sulla produzione industriale ad agosto

Seul: processo d'appello all'ereditiere di Samsung, Lee Jae-Yong, condannato in primo grado a 5 anni per corruzione

Cinquecentoventicinque anni fa Cristoforo Colombo iniziava la scoperta del “nuovo continente”. Centoventuno anni fa nasceva Eugenio Montale

A cura di Anna Ditta – The Post Internazionale (TPI)

Dopo il pranzo per i bisognosi con il Papa nella basilica di San Petronio, a Bologna, si sono allontanati senza fare ritorno nella struttura dove erano internati. È successo lo scorso primo ottobre, giornata della storica visita di Bergoglio in Emilia Romagna. Protagonisti della fuga, sono due uomini di origine napoletana ospiti della Casa di lavoro e reclusione di Castelfranco Emilia, nel Modenese. Entrambi facevano parte del gruppo di circa una ventina di detenuti che ha partecipato al pranzo per i poveri al quale ha partecipato Papa Francesco dopo la recita dell'Angelus in piazza Maggiore.

Finito il pasto, i due si sono dileguati dalla basilica facendo perdere le proprie tracce. I due soggetti hanno già scontato la pena e nei loro confronti è stata applicata comunque una misura di sicurezza detentiva perché ritenuti socialmente pericolosi. La Casa lavoro di Castelfranco è una struttura alternativa al carcere per il reinserimento sociale dei detenuti. I due internati, la cui identità non è stata resa nota, sono ancora ricercati.

Castelfranco Emilia, una struttura problematica

L’insolita vicenda (perché è davvero complicato trovare un precedente simile)", si legge sul Resto del Carlino, "avviene in un periodo in cui la casa di reclusione di Castelfranco è nel ‘mirino’ dei sindacati per le difficoltà che si vivono all’interno". Due giorni fa, segnala il sindacato di polizia Sappe con una nota, durante lo svolgimento del proprio servizio, "l’addetto alla vigilanza è stato vittima di un’aggressione da parte di un internato affetto da gravi problemi psichiatrici, al quale era stato negato di potersi recare al campo sportivo poiché, il giorno precedente, aveva tentato di allontanarsi dalla struttura scavalcando la recinzione. Da tempo denunciamo un incremento di assegnazioni di soggetti internati con gravi problemi di natura psichiatrica; questo, inevitabilmente, comporta una difficile gestione per la particolare attenzione che questi soggetti richiedono".

Flag Counter