Newsletter
Ultime News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Washington, 3 giu. – Indossare i tacchi regolarmente
anche solo per tre anni puo’ provocare uno squilibrio dannoso
ai piedi. Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della
Hanseo University in Corea del Sud, pubblicato
sull’International Journal of Clinical Practice. I ricercatori
hanno esaminato l’effetto delle scarpe con i tacchi alti dai 10
centimetri o piu’ su 40 donne che le indossano regolarmente,
almeno tre volte a settimana. In particolare, gli studiosi
hanno misurato la forza delle caviglie delle donne e hanno
scoperto che due dei 4 muscoli principali diventano dominanti
gia’ dopo uno o massimo tre anni. “Questi risultati – hanno
detto i ricercatori – suggeriscono che, in un primo momento, i
tacchi alti possono rinforzare i muscoli della caviglia, ma
l’uso prolungato alla fine provoca uno squilibrio muscolare, un
fattore predittivo cruciale di infortunio della caviglia”. Tra
le conseguenze dell’uso prolungato dei “trampoli”, gli
scienziati hanno annoverato i piedi deformati, mal di schiena e
modelli malsani di camminata. (AGI)

(AGI) – New York, 3 giu. – Meno si dorme e piu’ si mangia. Lo
ha dimostrato uno studio della University of Nebraska (Usa),
pubblicato sul Journal of Health Psychology. Quando si e’
stanchi, vengono colpiti gli ormoni che controllano l’appetito
e cosi’ le persone percepiscono maggiormente la fame. Studi
precedenti hanno gia’ rilevato che, dopo una notte insonne, i
livelli di grelina, il cosiddetto “ormone della fame” che
stimola l’appetito, sono piu’ elevati. Questo coincide con
bassi livelli di leptina che invia segnali al cervello quando
si e’ pieni. Le persone stanche, inoltre, soffrono anche di
maggior stress emotivo e sono piu’ impulsive, e questo le porta
a “consolarsi” con il cibo. Secondo i ricercatori, si potrebbe
mangiare di piu’ anche per compensare la mancanza di energie.
“La comprensione dei meccanismi che legano la carenza di sonno
a una maggiore assunzione di cibo e’ importante per eventuali
interventi di prevenzione e trattamento contro condizioni di
salute croniche, come obesita’, diabete e malattie cardiache”,
hanno concluso i ricercatori. (AGI)

(AGI) – Roma, 3 giu. – Tasso di disoccupazione in calo ad aprile. In particolare, dopo l’incremento degli ultimi due mesi, il dato scende di 0,2 punti percentuali al 12,4%. Nel complesso, i disoccupati diminuiscono su base mensile dell’1,2% (-40 mila). Nei dodici mesi il numero di disoccupati e’ diminuito dello 0,5% (-17 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni mostra nell’ultimo mese un calo dello 0,7% (-104 mila). Il tasso di inattivita’ diminuisce di 0,3 punti percentuali, attestandosi al 35,8%, lo stesso valore di settembre 2014, il livello piu’ basso dal 2004. Su base annua gli inattivi diminuiscono del 2,3% (-328 mila) e il tasso di inattivita’ di 0,7 punti. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo febbraio-aprile 2015 cresce il tasso di occupazione (+0,1 punti percentuali), mentre diminuiscono sia il tasso di disoccupazione (-0,1 punti) sia il tasso di inattivita’ (-0,1 punti).

Ocse: “cresce il Pil dell’Italia” (LEGGI)

 

 Cala la disoccupazione giovanile ad aprile. La quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati) e’ pari al 40,9%, in diminuzione di 1,6 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo rende noto l’Istat sottolineando che dal calcolo del tasso di disoccupazione sono esclusi i giovani inattivi, cioe’ coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perche’ impegnati negli studi.

Anche il numero di giovani disoccupati mostra un lieve calo su base mensile (-8 mila, pari al -1,3%). L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di eta’ e’ pari all’11%, ovvero poco piu’ di un giovane su 10 e’ disoccupato. Tale incidenza diminuisce nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali.

RENZI: ALTRI URLANO, NOI CAMBIAMO L’ITALIA – Andiamo avanti, c’e’ chi urla e spera tutto vada male e c’e’ chi cerca di cambiare il Paese. Matteo Renzi affida alla sua pagina Facebook un commento ai dati Istat sul lavoro. “I dati ISTAT ci dicono che ad aprile – primo mese pieno di Jobs Act – abbiamo 159 mila assunti in piu’. Sono 261 mila in piu’ rispetto ad aprile 2014. Negli anni della crisi abbiamo perso quasi un milione di posti di lavoro e dunque 159 mila sono ancora pochi. Ma e’ il segno che il Jobs Act rende piu’ facile assumere”. “C’e’ ancora molto da fare, specie su fisco, PA e giustizia civile – scrive il premier -. Ma andiamo avanti ancora piu’ decisi, a viso aperto. In politica c’e’ chi urla e spera che tutto vada male. E c’e’ chi quotidianamente prova a cambiare le cose, centimetro dopo centimetro, senza arrendersi alle difficolta’. Avanti tutta, e’ ?#?lavoltabuona?”

ISTAT Occupati in aumento ad aprile. In particolare, dopo il calo degli ultimi due mesi, l’Istat registra un incremento dello 0,7%, pari a 159 mila unita’, rispetto al mese precedente. Il dato torna cosi’ ai livelli registrati a fine 2012. Il tasso di occupazione, pari al 56,1%, cresce nell’ultimo mese di 0,4 punti percentuali. Rispetto ad aprile 2014, l’occupazione e’ in aumento dell’1,2% (+261 mila) e il tasso di occupazione di 0,7 punti.

Gli occupati aumentano nel primo trimestre del 2015: su base annua, informa l’Istat, la crescita e’ dello 0,6%, pari a 133 mila unita’. L’aumento riguarda entrambe le componenti di genere e tutte le ripartizioni territoriali, soprattutto il Nord (+0,6%, 71 mila unita’) e il Mezzogiorno (+0,8%, 47 mila unita’). Al calo degli occupati nelle classi di eta’ 15-34 anni e 35-49 anni (-1,7% e -1,4%, rispettivamente), continua a contrapporsi la crescita degli ultra 50enni (+5,3%). 
   L’incremento dell’occupazione interessa sia gli italiani (+50 mila unita’) sia gli stranieri (+83 mila unita’). In confronto al primo trimestre 2014, tuttavia, il tasso di occupazione 15-64 anni degli stranieri diminuisce di 0,4 punti percentuali a fronte di una crescita di 0,5 punti tra gli italiani. Nell’industria in senso stretto, dopo la crescita dei tre trimestri precedenti, l’occupazione si riduce su base annua dello 0,9% (-42 mila unita’). Nelle costruzioni, per il diciannovesimo trimestre ma con minore intensita’, prosegue la flessione degli occupati (-1,2%, -17 mila unita’). In controtendenza rispetto al Centro-nord, nel Mezzogiorno crescono sia gli occupati nell’industria in senso stretto (+2,3%, 18 mila unita’) sia nelle costruzioni (+3,8%, 15 mila unita’). Nel terziario gli occupati crescono dell’1,0% (147 mila unita’ in piu’ su base annua), soprattutto tra i dipendenti e nel Centro-nord. (AGI)

(AGI) – Gerusalemme, 3 giu. – E’ stato rilasciato il soldato israeliano finito in cella per aver mangiato un panino con salsicce di maiale, un alimento non kosher, all’interno di una base militare. La punizione di 11 giorni di carcere e’ stata revocata e il giovane, arrivato da poco in Israele dagli Stati Uniti per prestare servizio militare da volontario, potra’ continuare il suo corso. La notizia della sua incarcerazione per aver violato le regole alimentari ebraiche aveva suscitato scandalo e reazioni adirate nell’opinione pubblica, tanto da spingere Yoel Razbozov, deputato del partito laico centrista Yesh Atid, a scrivere una lettera infuocata al ministero della Difesa. Di fronte alle polemiche, i vertici militari hanno deciso di fare marcia indietro: “Di fondo, ci siamo sbagliati”, ha scritto il portavoce militare, Motti Almoz, sul suo profilo Facebook, precisando che l’esercito continuera’ a mantenere le regole kosher ma “non ficchera’ piu’ il naso nei panini dei soldati”. I media israeliani non hanno reso noto il nome del giovane ma il Los Angeles Times ha riportato la storia raccontata su Facebook da Osnat Levy, madre di Ohad, che riferiva delle vacanze del figlio al kibbutz della nonna e del ritorno alla base con un pacchetto di cose buone da mangiare, tra cui salsicce non-kosher, e della sua successiva incarcerazione per aver mangiato carne non regolamentare. “Ci ho messo qualche minuto per capire che era vero e che in Israele nel 2015 mio figlio, che ha scelto di tornare in Israele come volontario per la leva, sta andando in prigione per aver mangiato carne non-kosher”, ha scritto, definendo la storia “surreale”. Razbozov, in Parlamento, ha accolto con soddisfazione la marcia indietro dell’esercito ma lo ha esortato a dimostrare maggiore sensibilita’ verso soldati con un “bagaglio culturale diverso”. (AGI)

Square Enix ha rivelato che la Day One Edition e la Slime Collector’s Edition di DRAGON QUEST HEROES®: L’Albero del Mondo e le Radici del Male saranno disponibili in Europa e nei territori PAL dal 16 ottobre 2015.

Scopri tutti i personaggi, gli slime e i mostri classici della serie DRAGON QUEST che ritroverai anche in DRAGON QUEST HEROES®: L’Albero del Mondo, in uscita quest’anno, nel trailer “Una nuova avventura”, già disponibile qui: http://youtu.be/LRkV5-g8Sl4

La Slime Collector’s Edition uscirà in uno speciale cofanetto da collezione, e includerà una serie di articoli ispirati al mondo degli Slime, tra cui uno Slime di peluche e un esclusivo contenuto scaricabile per aiutarti a esplorare il primo gioco di ruolo su vasta scala della serie DRAGON QUEST. La Slime Collector’s Edition sarà disponibile in esclusiva su SQUARE ENIX Online Store, e includerà:

·        Cofanetto da collezione

·        Slime di peluche, portachiavi Slime e laccetto Slime

·        Una serie di accessori e armi da usare in gioco: spada Slurp, guanti bi-Slime, boomerang Slurp, mazza Slurp, lancia Slurp, bastone Slurp, spada slimagnifica, frusta Slurp, la mappa degli amanti dell’oro e la mappa della felicità.

Chi prenota la Day One Edition riceverà inoltre armi e accessori da usare in gioco: spada Slurp, guanti bi-Slime, boomerang Slurp, mazza Slurp e lancia Slurp.

01see19301024_01_jpg_1400x0_q85

DRAGON QUEST HEROES®: L’Albero del Mondo sarà disponibile in Europa e nei territori PAL dal 16 ottobre 2015. Prenotando la Day One Edition o la Collector’s Edition dallo SQUARE ENIX STORE riceverai anche un costume dell’eroe/eroina di DQIII.

(AGI) – Parigi, 3 giu. – I rimborsi che il governo italiano dovra’ versare alle persone le cui pensioni non sono state indicizzate secondo la legge del 2011 invalidata dalla Corte costituzionale non peseranno sul deficit previsto. Lo sottolinea l’Ocse nel suo rapporto, spiegando che questo e’ dovuto alla scelta del governo di provvedere ai pagamenti in modo graduale. L’organizzazione conferma quindi la previsione di un deficit pari al 2,6% del Pil nel 2015 e in riduzione al 2% nel 2016. “Il sottostante percorso di consolidamento deve essere attuato, ma occorre dare tempo agli stabilizzatori automatici di funzionare”. (AGI) .

Durante una breve presentazione (un Micro Nintendo Direct) fatta da Nintendo of America lunedì 1 giugno, sono stati annunciati nuovi dettagli su giochi e aggiornamenti per Nintendo 3DS e per Wii U, tra cui le attesissime nuove uscite per il resto dell’anno e per il 2016.

 

Nintendo 3DS

  • Bravely Second End Layer – Il sequel del popolare gioco di ruolo targato Square Enix Bravely Default, arriverà in Europa nel 2016 con una nuova storia e tante lotte di strategia nelle quali potrai tuffarti. In questo sequel, ambientato molto dopo gli eventi del primo gioco, seguirai le avventure del protagonista Yew in un viaggio per salvare Agnès Oblige, che è stata rapita da forze malefiche.
  • Little Battlers eXperience – Proprio come la popolare serie anime e di giocattoli, Little Battlers eXperience ti permette di costruire, personalizzare e combattere robot usando più di 130 modelli e oltre 4000 parti per il gioco. Fino a sei giocatori possono connettersi tramite connessione wireless per combattere e vedere quali robot emergeranno vittoriosi al lancio del gioco, nel terzo trimestre del 2015.
  • Chibi-Robo!: Zip Lash – Il piccolo robot amato da tutti è tornato, e questa volta è protagonista di un gioco d’azione a scorrimento laterale! In Chibi-Robo!: Zip Lash, Chibi Robo deve utilizzare la sua presa per colpire nemici, raggiungere le piattaforme più lontane e risolvere rompicapi, oltre a raccogliere potenziamenti per allungare la sua presa di corrente e raccogliere oggetti difficili da raggiungere, e scoprire aree nascoste. Chibi-Robo!: Zip Lash uscirà in esclusiva sulle console della famiglia Nintendo 3DS a novembre.
  • Chibi-Robo amiibo – Allo stesso tempo, ed esclusivamente in bundle con Chibi Robo!: Zip Lash, sarà anche lanciato il nuovo amiibo di Chibi-Robo! Questo nuovo amiibo trasforma il dolce Chibi-Robo in un potente Super Chibi-Robo in alcuni livelli del gioco. In aggiunta, i giocatori potranno aumentare il livello di questo amiibo di Chibi-Robo per acquisire una varietà di figure collezionabili salvando il loro punteggio alla fine di ogni livello. Nuovi dettagli su questo amiibo saranno resi disponibili in futuro.
  • Mario: Miracle Cure – Il classico stile di gioco puzzle del Dr. Mario, che i giocatori hanno apprezzato negli anni, ritorna in questo titolo con l’aggiunta di un nuovo oggetto che rivoluzionerà il gioco: Miracle Cure. Questo strumento, oltre a guarire qualsiasi virus, attiverà una varietà di capsule e poteri di eradicazione dei virus. Dr. Mario: Miracle Cure è in arrivo in esclusiva nel Nintendo eShop di Nintendo 3DS l’11 giugno.
  • Pokémon Super Mystery Dungeon: Pokémon Super Mystery Dungeon – Questo nuovo titolo della serie Pokémon Mystery Dungeon, da poco annunciato, vede i giocatori nei panni di un Pokémon intento a esplorare dungeon generati a caso, in una terra abitata solo da Pokémon. Oltre ai 20 Pokémon iniziali, tra cui i giocatori possono scegliere chi essere e chi sarà il loro partner, ogni Pokémon conosciuto apparirà nel gioco – e sono 720 in totale! Pokémon Super Mystery Dungeon uscirà sulla famiglia di console Nintendo 3DS all’inizio del 2016.
  • Puzzle & Dragons Z + Puzzle & Dragons: Super Mario Bros. Edition – Con il loro emozionante mix tra rompicapo e gioco di ruolo, entrambi i giochi offrono una serie di soprese nascoste che i fan potrebbero non ancora aver scoperto dal loro lancio, avvenuto l’8 maggio. In Puzzle & Dragons Z, coloro che hanno completato la storia del gioco avranno accesso a un secondo intero continente pieno di emozionanti sfide, mentre i giocatori che hanno completato il puzzle principale in Puzzle & Dragons Super Mario Bros. Edition, sbloccheranno 8 nuovi mondi aggiuntivi, incontrando così nuovi aiutanti e alleati giocabili come Rosalinda, Peach, Bowser Jr., e gli scagnozzi di Bowser.

 

Wii U

  • Project Treasure: Un nuovo trailer che evidenzia lo stile di gioco di questo titolo d’azione cooperativa a 4 giocatori di Bandai Namco Entertainment è stato rivelato insieme al video del Nintendo Direct, e può essere guardato su YouTube. Sconfiggi i nemici, sfuggi alle trappole, e scappa con un ricco bottino dai dungeon più profondi!
  • Splatoon Nuovi contenuti* sono disponibili da martedì 2 giugno, grazie ai quali gli aspiranti Inkling potranno potenziare il loro gioco con l’arma a fuoco rapido N-ZAP ’85, e avventurarsi in un nuovo livello chiamato Porto Polpo! Insieme a queste aggiunte, la modalità di Splatoon Partita pro diventerà anche accessibile per i personaggi di livello 10 o superiore.

 

Nintendo 3DS e Wii U

  • Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Rio 2016 – Tutti i tuoi personaggi preferiti dalle serie Mario e Sonic sono pronti per incontrarsi a Rio, città ospite dei giochi olimpici ad agosto 2016. Porta la rivalità in giro con te in questa collezione portatile di pazzi e frenetici eventi olimpici, che includono Calcio e Tennis da tavolo nella versione per Nintendo 3DS. Oppure scopri su Wii U se hai le carte in regola per sfidare i migliori, con eventi come il Calcio, il Rugby e il Beach Volley! Più dettagli sui giochi saranno annunciati in futuro!

(AGI) – Roma, 3 giu. – “Dati ISTAT: abbiamo 159mila occupati in piu’ in aprile primo mese pieno di #jobsact. Avanti tutta su riforme: ancora piu’ decisi #lavoltabuona”. Cosi’ il premier Matteo Renzi su twitter. (AGI)

(AGI) – CdV, 3 giu. – “Un pensiero speciale” e’ stato rivolto da Papa Francesco agli operai della Whirpool di Carinaro. “Auspico – ha detto all’Udienza Generale – che la loro grave congiuntura occupazionale possa trovare una rapida ed equa soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 3 giu. – Tasso di disoccupazione in calo ad aprile. In particolare, dopo l’incremento degli ultimi due mesi, il dato scende di 0,2 punti percentuali al 12,4%. Nel complesso, i disoccupati diminuiscono su base mensile dell’1,2% (-40 mila). Nei dodici mesi il numero di disoccupati e’ diminuito dello 0,5% (-17 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni mostra nell’ultimo mese un calo dello 0,7% (-104 mila). Il tasso di inattivita’ diminuisce di 0,3 punti percentuali, attestandosi al 35,8%, lo stesso valore di settembre 2014, il livello piu’ basso dal 2004. Su base annua gli inattivi diminuiscono del 2,3% (-328 mila) e il tasso di inattivita’ di 0,7 punti. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo febbraio-aprile 2015 cresce il tasso di occupazione (+0,1 punti percentuali), mentre diminuiscono sia il tasso di disoccupazione (-0,1 punti) sia il tasso di inattivita’ (-0,1 punti).

Ocse: “cresce il Pil dell’Italia” (LEGGI)

 

 Cala la disoccupazione giovanile ad aprile. La quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati) e’ pari al 40,9%, in diminuzione di 1,6 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo rende noto l’Istat sottolineando che dal calcolo del tasso di disoccupazione sono esclusi i giovani inattivi, cioe’ coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perche’ impegnati negli studi. Anche il numero di giovani disoccupati mostra un lieve calo su base mensile (-8 mila, pari al -1,3%). L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di eta’ e’ pari all’11%, ovvero poco piu’ di un giovane su 10 e’ disoccupato. Tale incidenza diminuisce nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali.

Occupati in aumento ad aprile. In particolare, dopo il calo degli ultimi due mesi, l’Istat registra un incremento dello 0,7%, pari a 159 mila unita’, rispetto al mese precedente. Il dato torna cosi’ ai livelli registrati a fine 2012. Il tasso di occupazione, pari al 56,1%, cresce nell’ultimo mese di 0,4 punti percentuali. Rispetto ad aprile 2014, l’occupazione e’ in aumento dell’1,2% (+261 mila) e il tasso di occupazione di 0,7 punti.

Gli occupati aumentano nel primo trimestre del 2015: su base annua, informa l’Istat, la crescita e’ dello 0,6%, pari a 133 mila unita’. L’aumento riguarda entrambe le componenti di genere e tutte le ripartizioni territoriali, soprattutto il Nord (+0,6%, 71 mila unita’) e il Mezzogiorno (+0,8%, 47 mila unita’). Al calo degli occupati nelle classi di eta’ 15-34 anni e 35-49 anni (-1,7% e -1,4%, rispettivamente), continua a contrapporsi la crescita degli ultra 50enni (+5,3%). 
   L’incremento dell’occupazione interessa sia gli italiani (+50 mila unita’) sia gli stranieri (+83 mila unita’). In confronto al primo trimestre 2014, tuttavia, il tasso di occupazione 15-64 anni degli stranieri diminuisce di 0,4 punti percentuali a fronte di una crescita di 0,5 punti tra gli italiani. Nell’industria in senso stretto, dopo la crescita dei tre trimestri precedenti, l’occupazione si riduce su base annua dello 0,9% (-42 mila unita’). Nelle costruzioni, per il diciannovesimo trimestre ma con minore intensita’, prosegue la flessione degli occupati (-1,2%, -17 mila unita’). In controtendenza rispetto al Centro-nord, nel Mezzogiorno crescono sia gli occupati nell’industria in senso stretto (+2,3%, 18 mila unita’) sia nelle costruzioni (+3,8%, 15 mila unita’). Nel terziario gli occupati crescono dell’1,0% (147 mila unita’ in piu’ su base annua), soprattutto tra i dipendenti e nel Centro-nord. (AGI)